cinema

David di Donatello, è un trionfo per «Dogman» di Matteo Garrone

di Andrea Chimento


Cannes, applausi a Dogman. Garrone: nel film violenza e dolcezza

3' di lettura

«Dogman» domina i David di Donatello: il film di Matteo Garrone ha vinto ben nove statuette, tra cui quelle principali per il miglior film e per la miglior regia. Il lungometraggio, che prende spunto dal fatto di cronaca del Canaro della Magliana, ha inoltre ricevuto i riconoscimenti per il miglior attore non protagonista (a Edoardo Pesce), miglior montaggio, miglior scenografia, miglior fotografia, miglior sceneggiatura originale, miglior suono e miglior trucco.
È un trionfo meritato per questa grande pellicola, girata con notevole eleganza da un regista che da diversi anni è uno dei nomi più importanti del panorama italiano (e non solo).

Trionfo di «Dogman» di Matteo Garrone ai David di Donatello

Trionfo di «Dogman» di Matteo Garrone ai David di Donatello

Photogallery37 foto

Visualizza

Il titolo di miglior attrice protagonista è andato altrettanto meritatamente a Elena Sofia Ricci, straordinaria nei panni di Veronica Lario nel film «Loro» di Paolo Sorrentino; così come quello per il miglior attore protagonista a Alessandro Borghi, intenso più che mai nel ruolo di Stefano Cucchi in «Sulla mia pelle».

Come miglior attrice non protagonista ha vinto invece Marina Confalone, grazie alla sua non facile prova ne «Il vizio della speranza» di Edoardo De Angelis,

Il premio per i migliori costumi e quello per il miglior musicista sono andati a «Capri-Revolution» di Mario Martone, mentre quello per i migliori effetti visivi a «Il ragazzo invisibile – Seconda generazione» di Gabriele Salvatores. «Loro» di Paolo Sorrentino, invece, ha vinto anche nella categoria per il miglior acconciatore.

Dogman, il trailer

Al poetico «Chiamami col tuo nome» di Luca Guadagnino il premio per la miglior sceneggiatura non originale (scritta dallo stesso Luca Guadagnino, insieme a Walter Fasano e James Ivory) e quello per la miglior canzone, «Mistery of Love» di Surfjan Stevens.

    Un altro grande regista come Nanni Moretti ha invece vinto il David al miglior documentario per «Santiago, Italia».

    Uno dei momenti più emozionanti della serata è stato quando Tim Burton ha alzato il David alla carriera, consegnatogli da Roberto Benigni, e ha a sua volta premiato Alessio Cremonini come miglior regista esordiente per «Sulla mia pelle» (film che ha vinto anche il premio per il miglior produttore e il David giovani, assegnato da una giuria di 6000 ragazzi). Burton ha parlato della sua passione per l'Italia e per il cinema italiano, oltre che della sua ultima fatica, «Dumbo», in uscita in queste settimane nelle sale di tutto il mondo.
    Altri David speciali sono andati all'attrice Uma Thurman, al regista Dario Argento, che non ha voluto svelare informazioni sul nuovo progetto che ha in cantiere, e alla scenografa Francesca Lo Schiavo, che lo ha dedicato ai giovani e a tutti i registi con cui ha lavorato.

    Altri momenti particolarmente toccanti sono stati i ricordi dedicati a grandi nomi (del cinema italiano e non solo) che sono scomparsi nell'ultimo anno: tra questi Bernardo Bertolucci, Carlo Vanzina, Ermanno Olmi, Vittorio Taviani e Ennio Fantastichini.

    Come momento musicale, va citata la potente performance canora di Andrea Bocelli, che ha intonato la partitura di Hans Zimmer de «Il gladiatore» e, a seguire, «Fall on Me», insieme al figlio Matteo.

    Tra i riconoscimenti che erano stati annunciati prima della cerimonia, da ricordare il titolo di miglior cortometraggio a «Frontiera» di Alessandro Di Gregorio, mentre il nuovo premio David dello spettatore (relativo all'opera che ha registrato il maggior numero di spettatori) è stato vinto da «A casa tutti bene» di Gabriele Muccino, con oltre un milione e quattrocentomila presenze in sala.
    Infine, «Roma» di Alfonso Cuarón, ha arricchito il suo già sterminato palmarès con la vittoria del titolo di miglior film straniero dell'anno.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...