ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGiochi paralimpici Tokyo 2020

Trionfo Italia: altre sei medaglie dal nuoto

Giornata memorabile in piscina: due ori da Francesco Bocciardo e Stefano Raimondi, tre argenti (anche con la staffetta mista) e un bronzo

di Maria Luisa Colledani

(EPA)

2' di lettura

L’Italia nuota nelle medaglie. All’Aquatics Center di Tokyo, il secondo giorno di gara conferma la supremazia degli azzurri, arrivati in Giappone come squadra campione del mondo a Londra 2019. Dopo le cinque medaglie di mercoledì 25 agosto, altri sei podi per il team del ct Riccardo Vernole: due ori, tre argenti e un bronzo che collocano ora l’Italia al quinto posto nel medagliere. Marcia trionfale in acqua e per i tifosi sono tornate le notti magiche dei Giochi.

Bocciardo bis e Raimondi

Francesco Bocciardo, nei 100 stile categoria S5, bissa l’oro vinto nei 200. In quella gara, aveva dominato, nei 100 ha sfoderato una rimonta entusiasmante recuperando più di un secondo nei 50 metri di ritorno: non era facile dopo le fatiche di ieri. E anche il campione paralimpico riconosce una seconda vasca da antologia: «Il mio allenatore, Puce, mi ha motivato dicendo di spingere negli ultimi 20 metri proprio mentre gli altri di sicuro avrebbero mollato. Per vincere ho dovuto sfruttare tutte le mie caratteristiche: riuscire a fare un buon passaggio e chiudere fortissimo sui 50 finali. È la medaglia del cuore e non posso che ringraziare e dedicarla al mio allenatore Luca Puce, alla mia città Genova e alla mia famiglia».

Loading...

Il secondo oro di giornata da Stefano Raimondi nei 100 rana SB9. Era arrivato quarto ieri, non poteva inghiottire e basta quell’amarezza e in vasca ha divorato tutti: «Dovevo riscattarmi dalla delusione e devo ancora rendermene conto, se ci penso mi viene la pelle d’oca. Dietro questa medaglia c’è tanto: anni di sacrifici da parte mia, della mia famiglia, del mio ex allenatore Giancarlo, di tutti coloro che mi hanno aiutato e della mia fidanzata Giulia Terzi. Spero che anche lei possa gioire e vivere queste emozioni e tornare a casa assieme soddisfatti e colmi di felicità».

La forza della staffetta mista

Nella giornata brillano anche i tre argenti vinti da Luigi Beggiato nei 100 stile S4, da Carlotta Gilli nei 100 dorso S13 dopo l’oro vinto ieri nei 100 farfalla, e nella staffetta mista a squadre 4x50m stile libero con Giulia Terzi, Arjola Trimi, Luigi Beggiato e Antonio Fantin, a dimostrare come l’Italia ha così tante individualità da affermarsi anche come squadra.

Il bottino italiano si completa con il bronzo di Monica Boggioni, che nei 100m stile S5 bissa il terzo posto già conquistato nei 200m stile S5. E l’Italia surfa sull’onda delle medaglie.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti