rally storici

Trofeo A112 Abarth: al Lana vincono Fiora-Soffritti

Ventitré gli equipaggi delle A112 Abarth che si sono dati appuntamento al Rally della Lana, quarto rally del Trofeo A112 Abarth Yokohama organizzato dal Team Bassano e Aci Sport.

di Giulia Paganoni


default onloading pic

3' di lettura

Continua il trend positivo del Trofeo A112 Abarth Yokohama che, dopo i record delle precedenti due gare Valsugana e Campagnolo, ne ha battuto un altro: ventitré equipaggi iscritti al Rally Lana Storico. Un segno dell'ottimo stato di salute della serie organizzata dal Team Bassano e del progressivo gradimento dei partecipanti verso il rally biellese, al via del quale non sono mancati, anche in questo caso, dei nomi nuovi.

Nella tappa di Biella è andata in scena una gara avvincente e ricca di colpi di scena fin dalla prima prova speciale. Al momento della partenza dal Centro Commerciale “Gli Orsi” di Biella, tutti gli equipaggi avevano gli occhi puntati verso le montagne, dove delle nuvole cariche di acqua iniziavano a minacciare. Essendo un monogomme, non c'era problema di quali pneumatici montare, ma tutto stava nelle regolazioni delle auto e nella guida sul bagnato, una novità per molti dei piloti in gara. Sei le prove speciali in programma per il sabato (tre da ripetersi), di cui tre in notturna e quattro per la domenica (due da ripetersi).

Sulla “Baltigati 1” subito un colpo di scena: Massimo Gallione e Paola Migliore, equipaggio tra i più accreditati alla vittoria, sono stati costretti a cambiare ruota in prova a seguito di una foratura. Ma è la parte in notturna a dare altri brividi, prima per Nicola Cazzaro e Giovanni Brunaporto che hanno corso senza l'ausilio dei fari supplementari, e poi per Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni che sulla “Noveis 2” sono scivolati incastrandosi in un fosso che li ha costretti a perdere oltre mezzora di tempo per rimetter le ruote sull'asfalto.

Nel frattempo i locali Filippo Fiora e Massimo Soffritti hanno ingaggiato un bel botta e risposta con i veronesi Pietro Baldo e Davide Marcolini, i quali, aggiudicandosi ben tre speciali, hanno chiuso in vantaggio la prima tappa. La loro gioia ha avuto breve durata, perché nella prima prova della domenica il motore ha tradito nuovamente il duo veronese che vede sfumare una probabile vittoria. A quel punto è Filippo Fiora con alle note l'esperto Massimo Soffritti a prendere il comando con un rassicurante vantaggio sugli inseguitori. Ma percorrendo le strade di casa, non tira i remi in barca visto che firma altre due prove, lasciando le restanti a Gallione-Migliore che onorano la gara con una bella rimonta.

Il palco d'arrivo al Centro Commerciale “Gli Orsi” celebra la seconda vittoria al Lana Fiora con Soffritti che precedono Cazzaro e Brunaporto che sull'ultima prova mettono in salvo la posizione dagli attacchi di Enrico Canetti e Marcello Senestraro, ottimi terzi.

L'assoluta vede poi, un più che positivo Giacomo Domenighini quarto con Annalisa Vercella Marchese e quinti chiudono i convincenti Cristian Benedetto ed Angelo Pastorino precedendo Marcogino Dall'Avo e Manuel Piras in continua crescita. Luca e Tiziano Pieri chiudono settimi e Gallione-Migliore risalgono fino all'ottava posizione. Noni Dario Craveri e Veronica Gaioni mentre la chiusura della top ten spetta a Giuseppe Cazziolato e Daniele Pasqualetto.

Notevole la prestazione di Marino e Matteo Labirinti che con la “Gruppo 1” firmano l'undicesima prestazione assoluta, aggiudicandosi la loro categoria e precedono Denis Letey ed Erik Robbin, dodicesimi. Tredicesimi e secondi di Gruppo 1 sono Maurizio Ribaldone e Guido Zanone e a seguire si piazzano Rosario Pennisi con Angelo Bregliasco alle note. Posizione numero quindici per Thierry Cheney e Vincenzo Torricelli e in sedicesima, e terza tra le vetture di serie, chiudono Ivano Scotti e Sandro Quattrini. A chiudere l'assoluta Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni che nella giornata di domenica hanno segnato ottimi tempi, sottolineando la loro competitività anche sulle strade del biellese.

Cinque gli equipaggi che non hanno visto il traguardo: Nicolino Catgiu e Matteo Grosso che non sono nemmeno entrati nella prima prova; ritiro anche per Paolo Raviglione ed Alessandro Rappoldi, Lorenzo Fontana e Lorenzo Griffa, Giancarlo Nardi e Paola Costa.

Campionato e classifiche
Con la disputa del Rally Lana Storico si è chiuso il primo girone di quattro gare con tre risultati utili da acquisire; le classifiche quindi, riportano già gli scarti di quei piloti che hanno corso tutte le gare.

Il secondo girone prenderà il via il 26 e 27 luglio con il R.A.A.B. e a seguire l'Elba Storico con gara 1 e 2 e il finale al Costa Smeralda.
La classifica assoluta vede Fiora alla guida con 40 punti seguito da Scalabrin a 32, Cazzaro a 27, Canetti a 24 e Droandi a 19.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...