CALABRIA

Tropea riparte dalla Marina

Nuova gestione e investimenti per provare il rilancio

di Lucilla Incorvati


default onloading pic
La nuova Marina di Tropea (www.portoditropea.it)

2' di lettura

Il futuro turistico di Tropea, perla della Calabria tirrenica, parte anche dal rilancio del sua marina e dal progetto di destinare, grazie al nuovo Marina Village, questa località ad un ruolo di primo piano nel mondo della diportistica del Meridione. L’intervento che sta realizzando il nuovo management con il supporto di finanziamenti (complessivamente 3,5-4 milioni in quattro anni di cui 1,2 milioni nella sola stagione 2018-19) sono alla base di un progetto destinato a portare nell’arco di cinque anni interventi strutturali di ammodernamento e miglioramento.

Tra le cose già realizzate la nascita di un Marina Yatch Club «che si appresta a divenire riferimento imprescindibile per chi punta a Sud per le sue vacanze - sottolinea Vincenzo Aristide di Salvo, imprenditore bresciano da due anni amministratore delegato della società Porto di Tropea Spa. - Puntiamo ad un prodotto turistico di qualità con un’offerta di servizi che prima mancavano e che via via introdurremo e che attirerà chi vuole fare dello scalo tropeano una base di partenza per altre destinazioni turistiche. Come le Isole Eolie ora raggiungibili attraverso lo Yatch Luxury Charter, collegamento a bordo di imbarcazioni di lusso da e verso l’arcipelago tirrenico. Una volta giunti alle Lipari, nello specifico a Panarea - spiega di Salvo - c’è poi la possibilità di provare un altro dei servizi predisposti dalla società portuale: è la Sky Experience, un volo in elicottero tra l'isola e la perla del Tirreno gestito dalla Air Panarea. Un suggestivo transfer che consente di collegare le due località in poco più di 20 minuti».

Tra i servizi già predisposti nella marina c’è un ristorante di alta qualità gestito dallo chef Domenico Melluso, nella cornica della vecchia torretta della Guardia Costiera circondata dal mare ristrutturata e molto curata, un teatro all’aperto, negozi, un centro benessere. Tra poco arriveranno la piscina, la fitness room con i macchinari di Tecnogym, un market e un’area relax. Poi, per quanto riguarda l’attività diportistica vera e proprio, c’è l’ampliamento per consentire alle imbarcazioni di grandi dimensioni di ormeggiare.

«Nel confronto 2018 su 2017 abbiamo messo a segno un +125% di occupazione e siamo per molti mesi full booked - sottolinea ancora di Salvo - ci muoviamo in un contesto non facile ma è inutile dire che il Marina Village e le sue novità strutturali possono trainare la destagionalizzazione e rendere Tropea una località in cui il turismo di fa 12 mesi l’anno».

Tra le novità anche l’avvio di competizioni veliche e sportive per attrarre anche un pubblico più giovane e internazionale. Da quest’estate poi partiranno i primi esperimenti per rendere la marina plastic free.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...