indagato dg di banco bpm

Truffa diamanti, 700 milioni sequestrati a due società e 5 banche. Vasco Rossi tra le vittime

di Stefano Elli


default onloading pic

2' di lettura

A tarda sera sono ancora in corso i sequestri preventivi per oltre 700 milioni di euro a carico delle persone giuridiche ritenute responsabili della presunta maxitruffa sulla vendita di diamanti ai risparmiatori italiani attraverso i canali bancari. I sequestri sono stati chiesti dal procuratore aggiunto di Milano Riccardo Targetti, dalla pm Grazia Colacicco e sono stati disposti dal Gip Natalia Imarisio ai danni della fallita Intermarket Diamond Business e della Diamond Private Investment, ma pure a carico degli istituti di credito che ne avevano favorito l’operatività: il Banco Bpm - Banca Aletti, UniCredit, Intesa San Paolo e Montepaschi.

Indagato il Dg di Banco Bpm
I sequestri si inquadrano nell’inchiesta aperta dalla procura milanese per i reati di truffa aggravata e autoriciciclaggio che vede indagate una settantina di persone tra cui il direttore generale del Banco Maurizio Faroni che sarebbe indagato per concorso in truffa, autoriciclaggio e ostacolo all'esercizio delle funzioni di vigilanza. Nell’indagine, oltre ai vertici delle due società distributrici di pietre preziose sarebbero indagati anche altri dirigenti di Banco Bpm. In dettaglio per la truffa aggravata il nucleo di polizia economico finanziaria di Milano ha proceduto con sequestro diretto per 149 milioni in capo alla Idb, 165 alla Dpi, 83 milioni al BancoBpm-Banca Aletti, 32 milioni a Unicredit , 11 milioni a Banca Intesa e 35 milioni a Mps.

Vittime illustri: da Vasco Rossi a Diana Bracco
Quanto al secondo reato ipotizzato (autoriciclaggio) vi sono stati sequestri per 180 milioni ancora ad Idb e per 88 milioni alla Dpi. Quanto alle banche le contestazioni si riferiscono all’articolo 25 octies della legge 231 del 2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti con riferimento al reato di autoriciclaggio (articolo 648 ter 1). L’inchiesta si riferisce a fatti che risalgono al 2012 quando le due società avevano iniziato un’attività di vendita di diamanti per investimento anche all’interno degli sportelli bancari degli istituti coinvolti. Numerosi sono stati i risparmiatori che hanno sottoscritto i contratti, tra questi spiccano anche personaggi noti che sarebbero stati raggirati, oltre a Vasco Rossi (che avrebbe investito qualcosa come 2,5 milioni di euro) e Diana Bracco, figurano anche la conduttrice tv Federica Panicucci e la ex showgirl Simona Tagli. In particolare, Simona Tagli avrebbe fatto un investimento da circa 29mila euro e Federica Panicucci da circa 54mila euro. Gli investigatori hanno ricostruito le posizioni di circa un centinaio di persone truffate, ma i raggiri sarebbero stati compiuti nei confronti di moltissimi altri soggetti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...