stati uniti

Trump, all’Intelligence arriva il fedelissimo Ratcliffe

Il direttore dell'Intelligence nazionale Dan Coats, repubblicano vecchio stile, ha rassegnato le sue dimissioni, effettive dal 15 agosto. A prendere il suo posto sarà il 53enne deputato texano John Ratcliffe, dimostratosi un fedelissimo del presidente e con scarse conoscenze dei servizi segreti

di Marco Valsania


Usa, Trump nomina Ratcliffe capo degli 007 e licenzia Dan Coats

2' di lettura

New York - È caduta un'altra testa eccellente nell'amministrazione Trump - con potenziali significative ripercussioni per alleati europei e internazionali e per le priorità di sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Il direttore dell'Intelligence nazionale Dan Coats, repubblicano vecchio stile che aveva tenuto testa al presidente soprattutto sulla minaccia di interferenze elettorali da parte della Russia di Vladimir Putin, ha rassegnato le sue dimissioni, effettive dal 15 agosto. Non solo: a prendere il suo posto sarà il 53enne deputato texano John Ratcliffe, dimostratosi un fedelissimo del presidente e con scarse conoscenze dei servizi segreti. Ambienti politici statunitensi temono che una simile nomina, se giudicata inadeguata o poco affidabile, possa anche incidere direttamente sul livello di cooperazione e scambio di informazioni nell'intelligence tra potenze occidentali.

LEGGI ANCHE / Divergenze con Trump, lascia anche il capo dell'intelligence Usa

Coats, nella lettera di dimissioni, non accenna a polemiche, si limita a dire che è giunto il momento di passare al “prossimo capitolo” della sua vita. Ma le tensioni, che avevano già visto l'uscita di scena di influenti ministri meno allineati con la Casa Bianca quali il segretario alla Difesa James Mattis, erano da tempo sotto gli occhi di tutti: il 76nne Coats è espressione della sempre più assottigliata pattuglia dell'establishment repubblicano tradizionale, senatore dell'Indiana per sedici anni e esperto diplomatico, ambasciatore in Germania sotto George W. Bush tra il 2001 e il 2005. Direttore dell'Intelligence era diventato nel gennaio del 2017. Oltre a esprimere divergenze nelle valutazioni sulla Russia e Putin, Coats aveva rifiutato di includere l'immigrazione, cavallo di battaglia elettorale di Trump, tra le principali minacce per gli Stati Uniti.

GUARDA IL VIDEO / Usa, Trump nomina Ratcliffe capo degli 007 e licenzia Dan Coats

Ratcliffe ha immediatamente ringraziato per la nomina preannunciata dal presidente via tweet - e che potrebbe essere ratificata dal Senato nonostante alcuni malumori tra gli stessi conservatori per l'inesperienza del candidato e per il rischio di spirali di incontrollata politicizzazione dell'intelligence che danneggi la sicurezza. Trump è stato un frequente e duro critico dei servizi segreti americani, che ha ripetutamente dipinto come avversari della sua presidenza. Ha destato scalpore la sua scelta di dare maggior credito alle smentite di Putin sulla manipolazioni elettorali che alle conclusioni della comunità di intelligence.

Ratcliffe, un ex procuratore prima di entrare in politica, appare personaggio molto diverso da Coats. È stato tra i grandi assalitori del procuratore speciale Robert Mueller e del suo rapporto sul Russiagate, mettendosi in evidenza durante le audizioni parlamentari di Mueller la scorsa settimana. Ha accusato lo Special Prosecutor di aver violato la presunzione di innocenza di Trump, ricevendo i complimenti espliciti del presidente. A gennaio era stato inoltre tra gli oppositori di qualunque accordo sul budget e i fautori di un continuo shutdown del governo federale in assenza di fondi per il Muro al confine con il Messico voluto dalla Casa Bianca.

GUARDA IL VIDEO / Trump ridicolizza la sua Intelligence

«È un grave errore nominare un esponente così partigiano in una posizione che richiede esperienza e approccio bipartisan - ha fatto sapere il leader della minoranza democratica al Senato Chuck Schumer -. È chiaro che Ratcliffe è stato scelto perché ha esibito cieca lealtà al presidente».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...