ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùElezioni Usa

Trump esce dalla quarantena da Covid con un comizio alla Casa Bianca

Attese duemila persone a un evento che numerosi esperti di sanità temono diventi un nuovo super-spreader del virus. Tema: legge e ordine

di Marco Valsania

Trump: mi sento molto bene. Pronto a tornare a comizio in Florida

Attese duemila persone a un evento che numerosi esperti di sanità temono diventi un nuovo super-spreader del virus. Tema: legge e ordine


3' di lettura

Centinaia, anzi migliaia di invitati. Forse duemila, per fare le cose in grande. E una comparsa – e un discorso - del Presidente alla sua audience riunita nella South Lawn da una delle balconate della Casa Bianca. Donald Trump ha pensato così al suo debutto post-coronavirus, sabato, prima di comizi veri e propri in giro per il Paese a cominciare dalla Florida lunedì. In serata, allora, parlerà all'aeroporto di Orlando sotto lo slogan Make America Great Again e tutti i partecipanti dovranno firmare una liberatoria con la quale si assumono ogni rischio di contrarre il Covid-19.

Legge e Ordine

L’evento alla Casa Bianca, alle due del pomeriggio ora di Washington, è stato definito come una Protesta pacifica a favore di legge e ordine, uno dei temi cari della campagna elettorale del Presidente. E Trump è impaziente di tornare in campagna elettorale, per cercare di recuperare nei sondaggi dove arranca alle spalle del candidato democratico Joe Biden. Ancor più, ha urgenza di dimostrare che sarebbe guarito davvero dopo il ricovero in ospedale e la breve convalescenza in isolamento alla Casa Bianca.

Il rischio di un nuovo super-spreader

Ma l'opposizione è convinta che l'evento, a malapena a dieci giorni dalla diagnosi e dalla comparsa dei sintomi di Trump, possa trasformarsi in un boomerang. Ricordando a tutti, piuttosto, una fallimentare gestione della pandemia da parte dell’amministrazione, costata la vita a 214.000 americani, con oltre 7,5 milioni di infezioni che aumentano al ritmo di oltre 50.000 al giorno. E l'imprudente e aperta sfida di Trump a precauzioni sanitarie e raccomandazioni delle autorità mediche. Compresa questa volta: nei casi di malattia più seria - Trump ha ammesso di essere stato “molto malato” e il medico della Casa Bianca ha rifiutato di divulgare le dettagliate condizioni del Presidente - è prescritta una quarantena di venti giorni, non di dieci come avrebbe osservato Trump. Tra gli specialisti di malattie infettive americani rimangono perplessità sullo stato e durata della malattia del Presidente.

La cerimonia delle infezioni

Proprio un altro evento alla Casa Bianca avvenuto di sabato, nel Giardino delle Rose, con oltre 200 invitati, è stato considerato il “super-spreader”, che ha visto il contagio ad oggi oltre che di Trump e della First Lady Melania di una ventina di alti funzionari e politici nell'orbita del Presidente. In quell'occasione, senza mascherine e social distancing, Trump aveva annunciato la nomina del giudice conservatore Amy Coney Barrett alla Corte Suprema. Questa volta tutti i presenti saranno quantomeno tenuti a indossare una mascherina e dovranno essere senza febbre, stando alle indicazioni rese note dalla Casa Bianca.

Abuso delle istituzioni

L'appuntamento sulla South Lawn della White House ha tuttavia generato anche un'altra controversia, quale esempio dell'utilizzo di un'istituzione a scopo di partito e campagna – una scelta accuratamente evitata dai suoi predecessori. Nel caso di Trump potrebbe essere stato un compromesso con i suoi stessi collaboratori, preoccupati che il Presidente volesse già mettersi in viaggio per partecipare a rally nel Paese nel fine settimana. Accanto alla Florida, Trump ha in mente la Pennsylvania, due stati contesi che deve vincere se vuole essere rieletto.

Trump-Biden, dibattito il 22 ottobre

E' stato invece ufficialmente cancellato il secondo dibattito presidenziale del 15 ottobre a Miami, dopo che Trump si era ritirato da un evento che era diventato virtuale per le necessarie precauzioni contro il virus. La Commissione per i dibattiti presidenziali ha annunciato la cancellazione. E’ stato confermato, al momento, il dibattito successivo e ultimo prima delle urne del 3 novembre, il 22 ottobre a Nashville in Tennessee. Sia la campagna di Trump che quella di Biden hanno indicato che i candidati intendono partecipere. Il 15 ottobre potrebbero intanto esserci due eventi paralleli sulle reti televisive Nbc e Abc, uno con Trump e uno con Biden.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Marco ValsaniaGiornalista

    Luogo: New York, Usa

    Lingue parlate: Italiano, Inglese

    Argomenti: Economia, politica americana e internazionale, finanza, lavoro, tecnologia

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti