la barriera con messico

Trump non molla sul Muro: offre in cambio sanatoria per 2 milioni di migranti illegali

di Marco Valsania

default onloading pic


2' di lettura

NEW YORK - Donald Trump, nel giorno del suo intervento al Forum globale di Davos, rilancia sull'immigrazione in casa. Il presidente ha dato al Congresso un ultimatum: è disposto a offrire a 1,8 milioni di clandestini arrivati negli Stati Uniti da bambini un percorso verso la legalizzazione e la cittadinanza, che otterrebbero nell'arco di dieci o dodici anni. In cambio vuole però 25 miliardi per costruire il muro al confine con il Messico, la cancellazione del programma di immigrazione che consente l'ingresso ai familiari (la cosiddetta “chain migration”) e la sparizione della lotteria che assegna visti ai paesi meno rappresentati nei flussi migratori verso gli Usa. Non solo: chiede anche una drastica stretta nell'espulsione di altri migranti illegali, a cominciare da chi ha visti scaduti.

La Casa Bianca, insomma, prescrive un generale giro di vite sull'immigrazione illegale come prezzo per permettere ai cosiddetti Dreamers - come sono chiamati i clandestini portati nel Paese da minorenni - di rimanere. La cifra di 1,8 milioni citata da Trump comprende i circa 700.000 che si erano iscritti al programma Daca, di legalizzazione, varato da Barack Obama e cancellato da Trump a partire da marzo; a questi si aggiungono circa 1,1 milioni di clandestini che avrebbero avuto diritto di iscriversi al programma ma non avevano presentato domanda.

L'amministrazione ha definito la proposta “molto generosa” e indicato che le condizioni che ha posto non sono negoziabili. I suoi capisaldi sarebbero stati ideati dai “duri” anti-immigrati nell'entourage della Casa Bianca, il consigliere Stephen Miller e il capo di staff John Kelly.

Ma il piano di Trump è stato respinto al momento dall'opposizione democratica e anche da influenti leader repubblicani, che al Senato stanno lavorando a una soluzione bipartisan più moderata e circoscritta. Il proposito è proteggere i Dreamers e rafforzare la sicurezza ai confini ma senza introdurre draconiane e controverse misure anti-immigrazione. Il piano di Trump e' stato criticato anche da destra, dal sito Breitbart News in passato diretto dall'ideologo dell'Alt Right Steve Bannon: l'ha apostrofato come un'amnistia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...