medio oriente

Trump: nuove sanzioni finanziarie contro l’Iran e l’ayatollah Khamenei

di Marco Valsania


Usa-Iran, Trump critica i suoi collaboratori

2' di lettura

NEW YORK - Nuove sanzioni americane contro l’Iran. Il Presidente Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che impone un nuovo giro di vite contro Teheran, prendendo di mira in particolare il leader supremo del Paese, l'ayatollah Ali Khamenei. Trump, parlando dall'Ufficio Ovale, ha definito le nuove sanzioni come “molto dure”, e ha affermato che bloccheranno l’accesso di Kemenei e di altri esponenti dei vertici iraniani a strumenti finanziari. L’amministrazione non ha per il momento aggiunto dettagli.

Il Presidente ha indicato che la nuova mossa fa parte della strategia americana di «continuare ad aumentare la pressione su Teheran», senza arrivare necessariamente a un conflitto militare quale esito della nuova escalation della crisi. «Credo che abbiamo mostrato molta moderazione», ha aggiunto Trump.

Trump ha tuttavia mantenuto aperte altre opzioni: «Non significa che continueremo a mostrarla in futuro», ha aggiunto riferendosi alla prudenza nei confronti di Teheran. Il Presidente ha indicato che le nuove sanzioni sarebbero scattate comunque, ma che il recente abbattimento di un drone Usa da parte delle forze armate di Teheran ha giocato un ruolo. Trump ha ribadito che l'obiettivo di fondo resta quello di impedire all’Iran «di ottenere una bomba atomica».

Gli Stati Uniti, attraverso il responsabile della politica iraniana Brian Hook, hanno anche fatto sapere oggi di lavorare a una «nuova iniziativa per rafforzare la sicurezza marittima». Cook ha parlato durante un viaggio in Oman, ne pressi dello stretto di Hormuz dove si sono verificati di recente sei attacchi a petroliere mettendo a rischio un terzo del greggio mondiale trasportato via mare.

Washington ha attribuito i danni agli iraniani nonostante le loro smentite. Il Segretario di Stato Mike Pompeo e' a sua volta atterrato in Arabia Saudita per colloqui d'emergenza sulla crisi con alleati regionali.

Teheran da parte sua non è stata da meno nel tenere alta la tensione nonostante i passi indietro dal baratro di uno scontro armato. «Tutti hanno visto l'abbattimento del drone senza pilota» ha detto il comandante della marina militare del Paese, l'ammiraglio Hossein Khanzadi. «Posso assicurare che questa risposta può essere ripetuta e che il nemico lo sa».

Teheran ha abbattuto il drone secondo gli Usa in acque internazionali, stando a Teheran perche' aveva violato lo spazio areo nazionale. Trump aveva poi ordinato una rappresaglia militare contro tre siti iraniani - ritirata all'ultimo minuto, forse con i velivoli già decollati - ufficialmente per evitare le 150 vittime stimate nei bombardamenti. Aveva invece ordinato rappresaglie cibernetica e ora le nuove sanzioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...