ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNOCIVE PER LA SALUTE

Trump prepara il divieto per le sigarette elettroniche profumate

Il governo americano ha annunciato l'intenzione di mettere al bando al più presto le e-cigarette profumate in quella che è stata battezzata la grande crisi del «vaping»

di Marco Valsania


default onloading pic

2' di lettura

NEW YORK - L’amministrazione Trump corre ai ripari contro l'epidemia di malattie e il crescente numero di decessi legati alle sigarette elettroniche. Il governo americano ha annunciato l'intenzione di mettere al bando al più presto le e-cigarette profumate in quella che è stata battezzata la grande crisi del «vaping».

Ad oggi negli Stati Uniti le autorità sanitarie statali e federali hanno contato oltre 450 malati a causa della pratica del vaping in 33 stati. Sei decessi sono stati ad oggi attribuiti alla vasta diffusione delle e-cigarette, soprattutto tra giovani e giovanissimi, spesso attirati dai “gusti” del nuovo “fumo elettronico”. I malesseri diagnosticati appaiono ancora misteriosi ma hanno dato gravissimi sintomi di infiammazioni e ustioni all'apparato respiratorio, polmoni compresi.

Una risposta alla crisi ha cominciato a scattare. Il Michigan è diventato, per decisione del suo governatore, il primo stato dalla scorsa settimana a proibire la vendita della maggior parte delle sigarette elettroniche profumate, un'azione che entrerà presto in vigore. E fin da giugno San Francisco era stata pioniere nel vietare le sigarette elettroniche. Misure restrittive sono oggi allo studio anche in altri stati, quali New York, e a livello nazionale in Congresso.

Adesso tocca alla Casa Bianca. «L'amministrazione intende rendere chiaro che vuole ripulire il mercato dalle e-cigarette profumate per invertire il corso di una preoccupante epidemia tra i giovani che sta avendo un impatto su bambini, famiglie, scuole e comunità», ha detto il Segretario alla Sanità Alez Azar.

LEGGI ANCHE / E-cig dannose per il Dna, ma sulla pericolosità gli scienziati sono divisi

Il Presidente Trump, che ha incontrato Azar e Ned Sharpless, il direttore a interim dell'autorità sui farmaci e salute Fda, ha sottolineato come il vaping abbia dato vita in poco tempo e una enorme e redditizia industria che adesso andrà sottoposta a controlli. «Molti pensano che il vaping sia un'ottima idea, non lo è. Dobbiamo scoprire l'ampiezza del problema, e lo faremo», ha detto Trump. Il Presidente ha promesso «regole severe» entro le prossime due settimane per fare i conti con il fenomeno. La Fda, in particolare, sta già finalizzando norme per una rimozione dal mercato entro trenta giorni di tutti i sapori non al tabacco delle e-cigarette, compresi i popolari menta e mentolo.

La First Lady Melania Trump è a sua volta intervenuta sul tema, invocando la necessità di «prevenire che le e-cigarette diventino una rampa di lancio per la dipendenza dalla nicotina di una generazione di giovani».

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Marco ValsaniaGiornalista

    Luogo: New York, Usa

    Lingue parlate: Italiano, Inglese

    Argomenti: Economia, politica americana e internazionale, finanza, lavoro, tecnologia

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...