Economia e beni culturali

Turismo, cultura e investimenti a lungo termine: come valorizzare il patrimonio?

di redazione

Pompei

2' di lettura

Turismo, patrimonio culturale e investimenti a lungo termine, sono i tre argomenti di cui si discuterà domani alla Fondazione Riccardo Catella a Milano alle 14,30 in Via G. De Castillia 28, organizzato da Fondazione Riccardo Catella e SIL - Sovereign Investment Lab Bocconi, con il supporto di COIMA SGR. Esperti internazionali e investitori istituzionali approfondiranno le tematiche legate all'impatto economico del patrimonio artistico-culturale sul territorio, anche grazie ai flussi del turismo culturale e i conseguenti effetti in termini di ricavi e sostenibilità.

Turismo, cultura e investimenti a lungo termine: come valorizzare il patrimonio?

Turismo, cultura e investimenti a lungo termine: come valorizzare il patrimonio?

Photogallery28 foto

Visualizza

Il patrimonio artistico-culturale rappresenta un bene fondamentale di una nazione: da un punto di vista economico tale patrimonio è formato da beni (heritage assets) che incorporano, preservano e forniscono valore culturale in aggiunta al valore economico intrinseco, contribuendo a generare attività economiche che ruotano attorno alla sua tutela, conservazione e fruizione da parte del pubblico. L'Italia è uno dei Paesi più ricchi dal punto di vista delle risorse artistico culturali: 4.588 beni culturali classificati, fra cui 3847 musei, dei quali il 30% chiusi con la metà delle collezioni nei depositi, 501 complessi monumentali e dimore storiche, 240 siti archeologici, oltre 1000 borghi storici abbandonati.
Come raggiungere l'obiettivo di proteggere questi beni preziosi per la nostra identità e, contemporaneamente, promuovere gli investimenti dell'ambito degli heritage assets? Come può il patrimonio culturale, congiuntamente alle risorse turistiche, trasformarsi in un asset class interessante a sé stante? L'attivazione di una partnership pubblico-privata è in grado di conciliare la redditività economica con il valore culturale? Quali le forme più innovative di finanziamento e gestione del patrimonio culturale?
Gli esperti si interrogheranno sull’attuale e futura sostenibilità del nostro patrimonio, alla luce della riduzione delle risorse pubbliche e disposizione, e sulla sua capacità di trasformarsi in leva economica capace di attrarre capitali. Sul tema si confronteranno Manfredi Catella (Presidente Fondazione Riccardo Catella); Bernardo Bortolotti (Direttore SIL, Università Bocconi), Peter Debrine (World Heritage and Sustainable Tourism Programme, UNESCO), Giovanna Segre (Università di Torino), Angeles Alarco Canosa (Presidente Paradores de Turismo, Spagna), Mauro Felicori (Direttore Reggia Caserta), Marco Magnifico (Vice Presidente Esecutivo, FAI), Berend van der Lans (African Architecture Matters, Paesi Bassi), Cristina Garcia-Peri (CEO Hispania Activos Immobiliarios), Andrea Grassi (Delegato al Turismo, ANCI),Stefano Mantella (Direttore strategie immobiliari e innovazione, Agenzia del Demanio), Guido Rivolta (CEO Cdp Equity), Carolina Botti (Diretore Ales Spa, MiBACT).

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti