commentola denuncia del sindaco

Turismo, a Gabicce niente stagionali: tutta colpa del reddito di cittadinanza

di Francesco Prisco

Da reddito di cittadinanza e «quota 100» risparmi per 1,3 miliardi nel 2019

2' di lettura

Allarme rosso a Gabicce Mare. No, non è il titolo di un improbabile b-movie italiano degli anni Settanta, ma il senso dell’appello lanciato da Domenico Pascuzzi, sindaco del comune in provincia di Pesaro - Urbino che vive di turismo estivo: «Siamo in emergenza vera», ha detto. Pure qui la fuga dal mare paventata dagli operatori? Macché. Il tema è un altro, più sofisticato. O, se vogliamo, fin troppo semplice: in alberghi e ristoranti mancano i lavoratori stagionali del turismo, da queste parti quasi sempre ragazzi del Mezzogiorno. Che adesso prendono il reddito di cittadinanza.

GUARDA IL VIDEO / Reddito di cittadinanza, cerca lavoro solo un quarto

«Molti giovani del Sud che l’anno scorso avevano fatto la stagione nei nostri alberghi - ha sottolineato il sindaco Pascuzzi intervistato dal Resto del Carlino - quest’anno non sono voluti tornare a Gabicce perché stavano percependo il reddito di cittadinanza. E se accettassero di tornare perderebbero l’assegno da oltre 700 euro che a loro basta per vivere». Un bel problema per questa cittadina marchigiana al confine con la Romagna che conta 5.700 abitanti cui d’estate si sommano 89mila arrivi turistici per 578mila presenze complessive, tra comparto alberghiero ed extra-alberghiero.

GUARDA IL VIDEO - Da reddito di cittadinanza e «quota 100» risparmi per 1,3 miliardi nel 2019

Qui gli alberghi sono 85, più altre 2mila strutture tra case in affitto e b&b. La domanda è rappresentata in larga parte da famiglie com bambini e anziani. Il paradiso di nonni e nipotini, si sarebbe detto una volta. E la domanda, a quanto pare, non manca ma sarà dura soddisfarla, con un’altra domanda (quella di manodopera) che resta inevasa. «Faccio un appello a chi cerca un lavoro - ha detto il primo cittadino - e soprattutto a coloro che hanno voglia di lavorare. A tutti loro dico di venire a Gabicce Mare all’associazione albergatori e ai vari hotel e rendersi disponibili a lavorare per l’imminente stagione».

Salvate Gabicce dal reddito di cittadinanza o - meglio ancora - dagli effetti di quest’ultimo sulla gente. Perché l’homo italicus non ha certo bisogno di navigator per orientarsi nel mare dell’assistenzialismo: lui si mette bello fermo sulla riva e aspetta che il pesce gli caschi in mano. Vagli a spiegare l’antico proverbio cinese secondo il quale se dai un pesce a un uomo lo nutrirai per un giorno, se gli insegni a pescare lo nutrirai per tutta la vita. Forse toccherebbe spiegarlo prima ancora a Gigino Di Maio e a chi, con lui, nel Movimento 5 Stelle teorizzava la fine del lavoro. Ma forse a loro va bene così perché alle ultime elezioni Europee, in uno scenario di débacle generale per i pentastellati, in molte piazze del Sud hanno continuato a pescare.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...