IL RAPPORTO ANNUALE

Turismo, l’Istat: nel 2018 record storico: oltre 428 milioni di arrivi

di Andrea Carli


Italiani vecchi più tardi: più sport, cinema e teatro

2' di lettura

Nel 2018, l’Italia ha raggiunto il record storico di oltre 428 milioni di turisti (+1,8% rispetto al 2017). Le attivita economiche connesse a questo comparto, sottolinea il Rapporto annuale Istat pubblicato oggi, generano il 6% del valore aggiunto dell’economia: una quota simile al comparto delle costruzioni.

Istat: turismo leva di sviluppo locale
Il turismo, rileva l’ente statistico, è una preziosa opportunità di sviluppo locale. Lo è soprattutto per le aree in cui sono presenti svantaggi strutturali legati a fattori di localizzazione che ostacolano la specializzazione in altre attività produttive. Delle presenze turistiche registrate lo scorso anno più del 20% si registra proprio nei comuni geograficamente e/o logisticamente più isolati. Infatti, di questi, il 70% è classificato come “area interna periferica” o “ultra-periferica” e, nonostante i limiti di accessibilità, in quelli a maggiore attrattività il turismo è un’opportunità di crescita anche sul piano demografico e sociale: tra il 2011 e il 2017 la loro popolazione è cresciuta del 2,1% e nel periodo 2012-2016 il reddito per contribuente è aumentato del 6,5%, due punti percentuali in più della media nazionale. Dei comuni più turistici e più isolati (521), circa il 70% è in un’«area interna periferica o ultra-periferica, ma non subiscono spopolamento e il reddito è aumentato più della media (+6,5% dal 2012 al 2016)». La produttività del lavoro delle unita locali dei settori culturale e turistico è inferiore alla media dell'industria e servizi: rispettivamente 40mila e 42mila euro di valore aggiunto per addetto a fronte dei 46.500 di media. Infine, una curiosità: il turismo produce il 16,4% dell’ozono, il 15,5% delle sostanze che generano piogge acide e il 5,9% di gas serra dell’intera economia.

GUARDA IL VIDEO - Italiani vecchi più tardi: più sport, cinema e teatro

Il report di Bankitalia: nel 2018 spesa stranieri in crescita del 6,5%
Ma quanto spendono i turisti che vengono in Italia? Secondo un’indagine sul turismo internazionale pubblicata da Bankitalia questa settimana, nel 2018 la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia è aumentata a un tasso sostenuto (6,5%) - raggiungendo quasi 42 miliardi di euro - sospinta dai turisti provenienti dall’Europa e dal Nord America. La spesa dei viaggiatori italiani all’estero è cresciuta in modo meno marcato (3,8%). Il numero di visitatori che pernottano in Italia, il quinto paese più visitato del mondo, è cresciuto di circa 4 milioni rispetto al 2017.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti