TURISMO

Spagna toglie il divieto per voli e traghetti dall’Italia, anche la Grecia riapre

Resta lo stop alle navi da crociera e rimane per tutti gli stranieri l’obbligo di quarantena

default onloading pic
(Afp)

Resta lo stop alle navi da crociera e rimane per tutti gli stranieri l’obbligo di quarantena


2' di lettura

Il governo spagnolo ha abrogato il divieto d'ingresso nel Paese, imposto oltre due mesi fa, per i voli e le navi passeggeri - ad eccezione di quelle da crociera - provenienti dall'Italia. La decisione è stata presa dal ministero dei Trasporti ed è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. La Grecia riaprirà, invece, riaprirà le sue frontiere al turismo il 15 giugno prossimo. Lo ha annunciato il premier greco Kiryakos Mitsotakis.

La Spagna apre a voli e traghetti
Il quotidiano spagnolo El Pais ricorda che quando l’epidemia di coronavirus esplose in Italia, il governo spagnolo tra le prime misure di protezione istituì il blocco di voli e traghetti dalla penisola. Oggi, a oltre due mesi di distanza, il Ministero dei trasporti ha abrogato il divieto di ingresso su tutti i voli e le navi passeggeri dall'Italia, ad eccezione delle navi da crociera, il cui attracco nei porti spagnoli è ancora vietato indipendentemente dal paese da cui provengano.

La revoca dei blocchi dei voli e dei traghetti, comunque, non costituisce una completa apertura, perché in Spagna è in vigore l'obbligo di quarantena di 14 giorni per tutti i viaggiatori stranieri in arrivo. Ed il governo ha chiarito che manterrà la quarantena di 14 giorni fino a quando durerà lo stato di emergenza, verosimilmente a metà giugno (oggi Sanchez ha accettato di prorogarlo di sole due altre settimane, e non di un mese, su pressioni dei centristi di Ciudadanos).

La Grecia riapre le frontiere al turismo il 15 giugno
La Grecia invece riaprirà le sue frontiere al turismo il 15 giugno prossimo. Lo ha annunciato il premier greco Kiryakos Mitsotakis intervenendo a un vertice quadrilaterale con altri Paesi dei Balcani per fare il punto sulle prospettive di ripresa della regione dopo la pandemia di coronavirus. Il premier greco si è detto d'accordo per la riapertura dei confini il primo giugno per i viaggi d'affari, i lavoratori stagionali e i componenti familiari residenti in altri Paesi. I viaggi turistici possono riprendere dal 15 giugno.

PER SAPERNE DI PIÙ

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti