turismo

Il puzzle delle frontiere Ue tra permessi e divieti. Chi apre a chi e da quando

Tour del ministro degli Esteri Luigi Di Maio nelle capitali europee: il 5 giugno a Berlino, il 6 a Lubiana e il 9 ad Atene

di Gerardo Pelosi

L'Italia riapre le sue frontiere ai cittadini Schengen e Gb

Tour del ministro degli Esteri Luigi Di Maio nelle capitali europee: il 5 giugno a Berlino, il 6 a Lubiana e il 9 ad Atene


4' di lettura

È un’Europa a macchia di leopardo quella che emerge dalle riaperture dei confini dopo l’emergenza coronavirus. Anche grazie al fatto che la salute pubblica è un tema sottratto alle regole europee previste dai Trattati, ogni Paese ha disposto misure nazionali non sempre sulla base dei soli dati epidemiologici. E questo non è sempre in sintonia con le riprese dei voli.

Paesi scandinavi più chiusi

Francia e Olanda oltre all’Italia sono i Paesi che più di altri hanno tenuto le frontiere aperte, sia pure con alcuni controlli sanitari. Un discorso a parte riguarda i Paesi scandinavi con la Norvegia più chiusa di tutti e la Danimarca che si aprirà a tutti gli europei solo a fine agosto mentre la Svezia che ha solo sconsigliato i viaggi turistici si è ritrovata senza lockdowon con un tasso di infezioni superiore a quello della Francia ed è stata per questo messa all'indice dagli altri Paesi scandinavi.

Lo stop dell’Austria all’Italia

Un discorso a parte riguarda l'Austria che ha escluso l’Italia dai Paesi confinanti con i quali c'è libera circolazione. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è fiducioso che si arriverà presto a un accordo con Vienna. «L'Austria – sostiene il responsabile della Farnesina - non ha perplessità sull’Italia ma su alcune regioni e le confuteremo con i dati, ma c'è anche bisogno di omogeneità di tutte le regioni: se qualcuna pretende la patente di immunità per me è difficilissimo negoziare in Europa».

Il tour di Di Maio nelle capitali europee

Di Maio si attende reciprocità dagli altri Paesi Ue perché «come Italia abbiamo aperto in sicurezza a tutti i Paesi europei per dar tempo ai nostri albergatori di prepararsi alle prenotazioni. Francia, Germania e Grecia hanno dato rassicurazioni». Venerdì 5 giugno a Berlino Di Maio ha incontrato il suo collega tedesco Maas per parlare dei flussi turistici oltre che di temi europei e di Libia. Sabato 6 giugno il ministro è in Slovenia per discutere di riaperture e poi si recherà martedì 9 in Grecia.

Ed ecco la mappa delle aperture Paese per Paese.

GERMANIA - Fino al 15 giugno gli ingressi in Germania sono consentiti solo a chi vi transita per altre destinazioni, a chi vi risiede e per comprovati motivi di lavoro o sanitari.

AUSTRIA - Fino al 14 giugno sono sospesi i collegamenti aerei. Vienna ha riaperto le frontiere ad alcuni Paesi confinanti ma non all'Italia.

SPAGNA - La Spagna rimuoverà le restrizioni con Francia e Portogallo dal 22 giugno. Lo ha annunciato la ministra dell'Industria, Commercio e Turismo Reyes Maroto. Il 19 maggio è stato revocato il blocco dei voli e dei collegamenti marittimi con l'Italia ma fino al 6 giugno possono entrare in Spagna solo i residenti, i lavoratori transfrontalieri e il personale sanitario.

PORTOGALLO - Al momento non sono previsti voli diretti con l'Italia anche se non sono state decise particolari limitazioni per i cittadini europei.

GRECIA - L’Italia è ancora in parte esclusa dai 29 Paesi i cui cittadini possono entrare in Grecia senza sottoporsi a quarantena. Le autorità greche hanno previsto limitazioni per i cittadini italiani provenienti da alcune regioni come Lombardia, Piemonte e Veneto. Martedì 9 giugno il ministro Di Maio sarà ad Atene per cercare di sbloccare la situazione.

OLANDA - Dal 4 maggio sono ripresi i voli Klm con Milano e Roma. Dal 3 giugno non ci sono restrizioni particolari per i cittadini europei e non è più obbligatorio l'autoisolamento.

REGNO UNITO - I voli con l'Italia non sono mai stati sospesi del tutto ma chi intende entrare nel paese è soggetto a una quarantena.

SVEZIA - I viaggi per motivi di turismo sono solo sconsigliati anche se non ci sono particolari misure di limitazione per i cittadini dello spazio Schengen. Il boom di recenti contagi nel Paese ha però fatto scattare una cintura di sicurezza da parte degli altri Paesi vicini (Norvegia, Finlandia, Danimarca).

NORVEGIA - Ancora chiuse le frontiere per tutti i cittadini non norvegesi. La Sas ha sospeso i collegamenti con l'Italia.

FINLANDIA - Niente turismo per i cittadini Schengen in Finlandia anche se i collegamenti marittimi sono ripresi dal 14 maggio.

DANIMARCA - Fino al 1 giugno c'era il divieto all'ingresso di cittadini non danesi. Dopo il 15 giugno l'apertura riguarderà solo Germania, Norvegia e Islanda e dal 31 agosto tutti gli altri Paesi Ue compresa l'Italia.

SLOVENIA - Dal 5 giugno consentito l'ingresso in Slovenia senza restrizioni ai cittadini austriaci, dopo la decisione del governo di inserire Vienna nell'elenco dei Paesi considerati sicuri. Dopo Croazia, Ungheria e Austria il governo sta esaminando la possibilità di includere altri Paesi del sud-est Europa, non appartenenti all'area Schengen, sulla base dei dati epidemiologici. La Slovenia aprirà le frontiere ai cittadini italiani il 15 giugno, come annunciato dopo l'incontro a Lubiana fra i ministri degli Esteri dei due Paesi. Prosegue intanto l' abolizione delle limitazioni per i cittadini sloveni in altri paesi dell'Unione europea, con Grecia, Belgio, Repubblica ceca e Paesi Bassi che hanno aperto le frontiere senza restrizioni.

REPUBBLICA CECA - La Repubblica ceca richiede ancora il certificato di non positività per gli ingressi. Riaperte da venerdì 5 giugno le frontiere con l'Austria, la Germania e l'Ungheria. Il ritorno alla normalità nel Paese segue la riapertura dei confini con la Slovacchia mercoledì 3 giugno ed è parte di un piano che prevede la totale apertura per il 15 giugno.

UNGHERIA - Dal 18 maggio chi intende entrare in Ungheria deve fare una richiesta alla polizia ungherese che processa la domanda e concede un lasciapassare ma solo per motivi di lavoro o sanitari.

POLONIA - La chiusura totale durerà fino al 13 giugno e fino al 6 giugno restano sospesi i voli con l'Italia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti