La serie audio

Tutti i fili che portano all’Expo. E diventano storie di bellezza e genialità

Il nuovo podcast del Sole 24 Ore “Expo, storie di bellezze e genialità”, firmato dal professor Paolo Colombo. È la quarta serie dei suoi “history telling”

di Luca D'Alessandro

2' di lettura

Cosa si racconta quando si parla di Storia, se non delle singole storie di tanti uomini diversi. Intrecciate tra di loro, più o meno casualmente, fino ad arrivare a un punto in cui c'è un groviglio tale che si fa fatica a stargli dietro. I grandi avvenimenti storici hanno proprio questa particolarità: sono formati da intrecci di tantissimi fili diversi. Gli Expo sono un tipo particolare di questi eventi fondamentali per l'umanità, dove milioni di persone si incrociano in un unico posto, celebrando la diversità invece di combatterla.

Dopo i podcast su JFK e Olivetti tocca agli Expo

Proprio le vicende delle esposizioni universali sono protagoniste del nuovo podcast del Sole 24 Ore “Expo, storie di bellezze e genialità”, firmato ancora una volta dal professor Paolo Colombo, ordinario di Storia delle Istituzioni Politiche all’Università Cattolica di Milano. È la quarta serie dei suoi “history telling”, racconti in formato audio dedicati prima a personaggi come John Fitzgerald Kennedy e Adriano Olivetti, poi alla triste sorte dell’insurrezione di Varsavia durante la Seconda guerra mondiale.

Loading...

In questa nuova serie di nove puntate ascoltabili su Spotify, Apple Podcasts e tutte le piattaforme audio gratuite, oltre che sul sito del Sole 24 Ore, il professor Colombo ci accompagna attraverso più di un secolo di Expo, partendo dal suo debutto in Inghilterra a metà dell'Ottocento per arrivare ai giorni nostri.

Expo, storie di bellezze e genialità

Gemme nascoste nelle trame della Storia

L'obiettivo di Colombo non è quello di volerne fare un'antologia dettagliata: prendendo in prestito le parole del professore, lo scopo è quello di «seguire il flusso di piccole, grandi storie speciali che segnano la lunga vicenda dell'Expo».

Quante se ne trovano negli annali delle esposizioni: c'è il giardiniere inglese che risolve il problema di rovinare Hyde Park disegnando il Crystal Palace, oppure la ballerina cresciuta per strada che fa impazzire il re di Spagna; c'è Hayao Miyazaki, il più famoso tra gli animatori giapponesi chiamato a creare una delle sale espositive dell'Expo 2005, così come fanno capolino i butteri dell'Agro Pontino impegnati in una gara di abilità equestre con Buffalo Bill e il suo circo.

Ecco cosa riesce a fare questo podcast: dipana la grande matassa di fili diversi e tutti intrecciati, scegliendone i più particolari, per scoprire che, alla fine, le esposizioni universali non sono altro che «testimonianze di piccole, grandi gemme di genialità e storie di bellezza».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti