logistica

Tutti pazzi per la logistica «urbana»

Gli investitori puntano a piccoli spazi in città per offrire magazzini necessari alla consegna all’utente finale. Si punta su ex cinema, teatri e parcheggi dismessi

di Paola Dezza

default onloading pic
(GettyImages)

Gli investitori puntano a piccoli spazi in città per offrire magazzini necessari alla consegna all’utente finale. Si punta su ex cinema, teatri e parcheggi dismessi


5' di lettura

L’ultima frontiera della logistica, che scalda gli animi degli investitori, è rappresentata dai piccoli spazi centrali, che possano fungere da ultimo magazzino vicino ai luoghi di consegna. Un settore tutto da inventare, con portafogli ancora da costruire acquisendo di volta in volta edifici e spazi di dimensioni contenute.
La Urban logistic, così si chiama questa nicchia, è una declinazione ancora più spinta del last mile.

Si tratta di magazzini in città, all’interno delle tangenziali, solitamente...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati