musica dal vivo

Tutti a Roma per gli U2 che rifanno «The Joshua Tree»

di Francesco Prisco


default onloading pic
(Ansa)

3' di lettura

L'attesa è finita. Arrivano finalmente i giorni di quello che in tutta probabilità è l'evento live per eccellenza dell'estate: il ritorno degli U2 allo Stadio Olimpico di Roma con le due date di «The Joshua Tree Tour 2017».
Sabato 15 e domenica 16 Bono e soci porteranno nella capitale il concerto che celebra i 30 anni dell'uscita di «The Joshua Tree», l'album che da quattro ragazzi irlandesi pieni di spunti li trasformò in superstar del firmamento rock a colpi di indimenticabili hit come «With or without you», «Where the streets have no name» e «I still haven't found what I'm looking for». L'Italia è legata agli U2 sin dagli esordi da un rapporto speciale, confermato dal doppio sold out di Roma. Ma la settimana della musica dal vivo offre anche altri appuntamenti di primissimo piano, per gli appassionati di pop e rock in particolare.

Tutti a Roma per gli U2 che rifanno «The Joshua Tree»

Tutti a Roma per gli U2 che rifanno «The Joshua Tree»

Photogallery5 foto

Visualizza

L'«Heavy Entertainment Show» di Robbie Williams si alternerà per esempio tra lo Stadio Bentegodi di Verona (14 luglio), il Lucca Summer Festival (15 luglio) e il festival «Collisioni» di Barolo (16 luglio). I Red Hot Chili Peppers, band californiana che a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta ha riformulato le coordinate di rock e funky, terranno due date all'Ippodromo delle Capannelle per il «Postepay Rock in Roma» (20 luglio) e a quello di San Siro per «Milano Summer Festival» (21 luglio). Poi ci sono i mostri sacri che hanno contribuito a fare grandi le stagioni musicali degli anni Sessanta e Settanta. Elton John, per esempio, il «piano da un milione di dollari» che delizierà il pubblico di piazza Sordello a Mantova (14 luglio), o Steve Winwood, già front leader di Spencer Davis Group e Traffic che si vedrà al Vittoriale di Gardone Riviera (16 luglio) e al Teatro Comunale di Pordenone (17 luglio) o ancora Brian Wilson, genio compositivo dei Beach Boys che eseguirà il capolavoro «Pet Sounds» a 51 anni dall'uscita nell'unica data italiana dell'«Umbria Jazz», il 15 luglio all'Arena Santa Giuliana di Perugia. Anni Settanta grande stagione anche per i Supertramp, band di enorme successo grazie a dischi fondamentali come «Breakfast in America»: il loro leader Roger Hodgson il 16 luglio si esibirà allo Scalo Milano City Style. Se negli anni Settanta preferivate il progressive, occhio al ritorno degli Yes con Jon Anderson, Trevor Rabin e Rick Wakeman. Il 17 luglio suoneranno all'Auditorium di Roma, il 19 all'Arena Campagnola di Schio e il 22 al «Rocce Rosse Blues» di Arbatax . In territorio jazz si segnalano le esibizioni del grande Wayne Shorter, virtuoso del sax a lungo al servizio di Miles Davis prima di fondare i Weather Report (14 luglio a «Umbria Jazz»), l'icona della chitarra George Benson (17 luglio a Marostica in piazza Castello) e i virtuosismi vocali dei Manhattan Transfer (il 14 luglio a «Pescara Jazz», il 15 al Festival «Tra Ville e Giardini di Rovigo» e il 17 al «Peperoncino Jazz» di Cosenza). Appuntamento d'eccezione con la storia del rock, il 14 luglio al Fabrica di Catena di Villobra, per l'unica esibizione sulla Penisola di John Cale, membro fondatore dei Velvet Underground. Altro infaticabile sperimentatore, stavolta di habitat classico, è Philip Glass che si dividerà tra il «Ravello Festival» (14 luglio) e l'Auditorium di Roma (16 luglio). Un maestro dell'ambient al pari del premio Oscar Michael Nyman che farà invece tappa al Festival di Spoleto (16 luglio), all'Emilia Romagna Festival di Castel San Pietro (17 luglio), alla Rocca Malatestiana di Fano (22 luglio) e a piazza Duomo di San Gimignano (23 luglio). Il rock, in ogni caso, resta il grande protagonista della settimana dei concerti. Il 16 luglio al festival «Collisioni» fa rotta il tour che celebra il 20ennale di carriera dei Placebo, i canadesi Arcade Fire, in procinto di pubblicare l'album «Everything Now», saliranno sul palco dell'Ippodromo di San Siro per il «Milano Summer Festival» (17 luglio) e dell'Ippodromo del Visarno di Firenze (18 luglio), i Biffy Clyro tornano a queste latitudini per il «Flowers Festival» di Collegno (17 luglio) e il «Rimini Park Rock» (18 luglio), i Kasabian fanno scalo al Teatro Antico di Taormina (19 luglio), alle Capannelle di Roma (21 luglio), all'Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta (22 luglio) e al «Lucca Summer Festival» (23 luglio), mentre i Primal Scream, iconica band degli anni Novanta britannici, si divideranno tra il «Mojotic Festival» di Sestri Levante (14 luglio), il festival «A Cielo Aperto» di Cesena (15 luglio) e il «Vitecultura Festival» di Roma (16 luglio).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...