ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBuckingam Palace

Tutto quello che c'è da sapere sul funerale del Principe Filippo (in 5 punti)

L'ultima volta che il Regno Unito ha pianto la scomparsa di un membro di peso di Buckingham Palace è stato nel 2002, per la morte della ultra-centenaria Regina Madre

di Simone Filippetti

Aggiornato sabato 10 Aprile 2021 alle 18.30

(AdobeStock)

5' di lettura

Il lutto di un reale è già un evento storico di per sé: se poi il reale è il Principe Consorte della corona d'Inghilterra, la più potente e famosa al mondo, lo è ancora più. L'ultima volta che il Regno Unito ha pianto la scomparsa di un membro di peso di Buckingham Palace è stato nel 2002, per la morte della ultra-centenaria Regina Madre. Nel caso del Principe Filippo, però, la morte durante una pandemia e una quarantena (che solo lunedì 12 aprile 2021 comincerà a ad allentarsi nel paese) è semplicemente un fatto senza precedenti.

Ci sarà un funerale di Stato? I cittadini britannici potranno assistere alla cerimonia funebre e dare l'ultimo saluto al loro principe che ha affiancato la Regina per oltre 70 anni? Le persone in tutto il mondo, dagli ex sudditi del Commonwealth e gli appassionati di vicende reali, avranno la possibilità di vedere l'evento come per i Royal Wedding?Ecco 5 risposte a tutto quello che c'è da sapere.

Loading...

1 - Operazione Forth Bridge

Il piano per il funerale del Duca di Edimburgo è stato meticolosamente studiato da molto tempo. Vista l'età avanzata e le precarie condizioni di salute da anni la macchina di Bukcing Palace si era mossa in moto con un programma chiamato in codice “Operation Forth Bridge”, nome che ha una storia e va spiegata. Letteralmente sarebbe “Operazione Ponte sul Forth” perché per la morte di ogni componente della famiglia reale è stato dato il nome di un ponte inglese: Elisabetta ha il nome in codice, abbastanza intuibile, di “London Bridge”. Filippo ha il nome del ponte sul fiume Forth in Scozia, in ossequio al suo titolo di Duca di Edimburgo. Come marito della Sovrana, Filippo ha diritto a un funerale di Stato, con il feretro trainato dai cavalli e le salve di cannone (che però potrebbero essere lo stesso sparate). Su espressa richiesta del Principe medesimo, che preferiva qualcosa di “meno sfarzoso”, non ci sarà un funerale di Stato e nemmeno una esposizione del feretro, ma solo un evento in tono minore noto ufficialmente come “Royal Ceremonial Funeral” (Cerimonia del Funerale Reale): le esequie si terranno sabato 17 aprile alle ore 15. Il paese osserverà un minuto di silenzio.

Sarà una cerimonia in stile militare nella Cappella di San Giorgio, la chiesetta privata dentro al castello di Windsor, dove tre anni fa si sono sposati Harry e Meghan. La salma sarà sepolta nei giardini del Frogmore Cottage, la residenza che fu della Regina Vittoria (e per due anni, fino alla fuga in America, il nido degli sposini Harry e Meghan), accanto alla sovrana dell'800 e al marito, il Principe Alberto. Il principe Harry sarà presente, ma non Meghan.

(Photo by BEN CURTIS / PA/WPA POOL / AFP)

2 - Discorso alla Nazione

Subito dopo l'anuncio della morte, avvenuta il 9 Aprile 2021, la Regina in persona dovrà dare al Lord Chamberlain, ruolo ricoperto dal barone Parker di Minsmere (ex direttore di MI5, i servizi segreti, entrato in servizio come Ciambellano appena un mese fa), la sua formale approvazione per i dettagli del funerale. Spetta alla casa reale diramare eventuali inviti ai governi del mondo per la partecipazione di monarchi, primi ministri e capi religiosi alle esequie. E' probabile che la Regina faccia un discorso alla nazione, ma la data dell'apparizione in tv non è ancora nota.

3 - Lutto Nazionale

E' stato annunciato un periodo di lutto nazionale, che si estenderà fino al funerale: la durata è stimata in 8 giorni, il che lascia presumere che le esequie si terranno il 17 Aprile, come confermato in serata da Buckingham Palace. Come segno pubblico di “mourning” (“lutto”), tutte le bandiere saranno issate a metà asta per tutti gli otto giorni; la Mazza Cerimoniale, custodita nella House of Commons, la camera dei deputati in Parlamento, sarà coperta con un drappo nero e tutti i deputati indosseranno una fascia nera al braccio sinistro, con l'obbligo di una cravatta nera per gli uomini. Tutti i componenti della famiglia reale sono chiamati a indossare abiti da lutto (non necessariamente neri) fasce nere al braccio. Curiosità del cerimoniale: il completo da lutto viene sempre messo in una valigia quando ogni reale parte per un viaggio, nel caso dovesse servire. Nel periodo di lutto, la Regina non svolge alcun impegno pubblico. Il che implica anche che nessuna legge può essere approvata. Era previsto una visita di Stato del premier Boris Johnson in India: al momento il viaggio non è stato confermato. Altra conseguenza è la sospensione immediata della campagna elettorale in corso per le elezioni amministrative locali e quelle del Parlamento scozzese. Il governo autonomo della Scozia ha annunciato la “purdah”: il governo non fa annunci e nessun politico può andare in tv, rilasciare interviste o fare comizi

4 - Linea di Successione

Come un qualsiasi commoner (cittadino comune britannico), il Principe Filippo ha redatto un testamento personale, che verrà aperto dopo il funerale e dove si conosceranno le sue ultime volontà. Tuttavia la morte non ha alcun impatto sulla linea di successione al trono di Gran Bretagna: come Principe Consorte (titolo peraltro ottenuto dopo il matrimonio con Elisabetta), Filippo non era in alcun modo legato all'ereditarietà della corona che rimane intatta. Il futuro re d'Inghilterra sarà il Principe Carlo: quando il figlio di Elisabetta e Filippo sarà incoronato “libererà” un posto tra i principi: il piccolo Archie Arrison Mountbatten, ultimogenito di casa Windsor, riceverà il titolo di “Prince”.

5 - Covid e Lutto

Il lutto cade mentre il paese è ancora sotto lockdown. La prevista riaperta di negozi, ristoranti e pub lunedì, 12 aprile, è confermata, ma tutte le altre restrizioni rimangono in piedi. Il che significa nessuna copertura mediatica per la cerimonia e anche pochi selezionati membri della famiglia reale al funerale. Molti si domandano se il “riottoso” Principe Harry tornerà dalla California. Se lo facesse, sarebbe un gesto di riconciliazione, ma Harry come qualsiasi persona che torna dall'estero, dovrà rispettare i 5 giorni di quarantena (a meno di una esenzione straordinaria). Se decidesse di non partecipare, sarebbe una frattura insanabile e una grande mancanza di rispetto verso la Regina.Come misura per ridurre i contagi, la famiglia ha invitato i sudditi a non radunarsi a Buckingham Palace e a non depositare fiori. Il consiglio per ora non è stato preso alla lettera perché c'è una continua processione di persone davanti al palazzo. Non è la folla oceanica di Lady Diana, ma è comunque abbastanza per destare preoccupazione per i contagi. Al posto dei fiori tradizionali, è stato aperto un canale internet ufficiale di Buckingham Palace dove le persone possono lasciare delle “condoglianze digitali”.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti