tributi

Tv, il canone in bolletta costa 18 euro a bimestre

di Enrico Bronzo

default onloading pic


1' di lettura

Il canone per i possessori di tv, o di dispositivi in grado di ricevere canali televisivi, ammonta a 90 euro l’anno, da pagare in dieci rate mensili di 9 euro l’una. Poiché le bollette sono bimestrali, in quelle relative ai mesi da gennaio a ottobre i cittadini ricevono quindi in ciascuna 18 euro di addebito (9 x 2 mesi).

La voce in bolletta è «Canone per abbonamento alla televisione per uso privato».

Info Rai al numero 800 938362.

E se cambio residenza nel corso dell’anno e non detengo alcun apparecchio televisivo?
I soggetti che attivano un'utenza elettrica per la prima volta nel corso dell'anno, e che non siano già titolari di altra utenza residenziale nell'anno di attivazione, sono esonerati dall'obbligo di pagare il canone, a decorrere dalla data di attivazione della fornitura, qualora presentino la dichiarazione entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura stessa.

Se la tv invece segue il proprietario nella nuova abitazione, per esempio con cambio casa a luglio, lo stesso pagherà 9 euro con il vecchio contratto e 9 euro con il nuovo.

Ho attivato una nuova utenza elettrica: da quando è addebitato il canone?
Il canone è addebitato dal mese di attivazione della fornitura.

Riproduzione riservata ©
    Per saperne di più

    loading...

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti