ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSocial media

Twitter, Macron incontra Musk: «Rispetti regole Ue ed elimini contenuti estremisti»

L’agenzia di rating Standard Poor’s ha deciso di ritirare il rating del credito per la piattaforma a causa della «mancanza di informazioni sufficienti per mantenere il rating»

Twitter, Musk riammette Trump ma il tycoon resta su Truth

2' di lettura

Il presidente francese Emmanuel Macron ha incontrato, nel corso della sua visita di Stato negli Stati Uniti, anche il nuovo proprietario di Twitter, Elon Musk con cui ha avuto un colloquio «chiaro e onesto» al termine del quale ha assicurato l’impegno della piattaforma per eliminare i contenuti estremisti e associati al terrorismo, vale a dire al rispetto della Christchurch Call Initiative lanciata dopo l'attacco terrorista in Nuova Zelanda.

«Non c’è posto da nessuna parte per contenuti associati al terrorismo e al violento estremismo», ha precisato Macron. Con Musk il presidente francese ha reso noto di aver discusso anche di «politiche trasparenti sugli utenti, sul rafforzamento significativo della moderazione dei contenuti e della protezione della libertà di parola». «Sforzi devono essere fatti da Twitter per rispettare le regolamentazioni europee», ha quindi concluso Macron, su Twitter.

Loading...

S&P ritira rating per mancanza informazioni

Fa discutere, sul fronte trasparenza, anche il fatto che l’agenzia di rating Standard Poor’s abbia deciso di ritirare il rating del credito per Twitter a causa della «mancanza di informazioni sufficienti per mantenere il rating». Musk ha acquistato Twitter alla fine di ottobre per circa 44 miliardi di dollari. L’imprenditore ha tolto il servizio di messaggistica breve dalla Borsa in modo che non debba più presentare rapporti commerciali pubblici. Nel corso dell’acquisizione, Musk ha caricato Twitter di miliardi di dollari di debiti. Il 1° novembre, S&P ha abbassato il rating del credito a “B-” a causa di questi oneri. Inoltre, le autorità di vigilanza sul credito avevano sottoposto il rating a un esame più attento. Ora, a causa della mancanza di informazioni sulla situazione finanziaria, S&P non vede più alcuna possibilità di rating.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti