ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPrimo trimestre

Twitter: ricavi +16% a 1,2 miliardi, sotto le attese. La società: utenti sovrastimati per tre anni

Utile netto a 513 milioni di euro. Utenti in crescita a 229 milioni, ma la società ammette errori nel loro calcolo fra 2019 e 2021

Elon Musk acquista Twitter per 44 miliardi di dollari

2' di lettura

Twitter chiude l’ultimo trimestre prima dell’acquisizione di Elon Musk con risultati in crescita, anche i ricavi deludono e la società ammette di aver sovra-stimato la sua base di utenti per circa tre anni.

Nei primi tre mesi del 2022 l’utile per azione si è attestato a 61 centesimi, a fronte di profitti netti per 513 milioni di dollari. I ricavi vanno in rialzo del 16% rispetto a un anno prima, a 1,20 miliardi di dollari, fermandosi sotto all’attesa degli analisti di un fatturato di 1,23 miliardi di dollari.

Loading...

Nello stesso periodo del 2021, la piattaforma di microblogging aveva registrato un utile netto di 68 milioni e un utile per azione di 8 centesimi. I ricavi dalla pubblicità sono stati pari a 1,11 miliardi di dollari, in rialzo del 23%.

Utenti attivi a 229 milioni. Errore nei calcoli fra 2019 e 2021

Il numero di utenti attivi giornalieri monetizzabili (mDAUs) si è attestato a 229 milioni, in rialzo del 15,9% rispetto a un anno prima, contro attese per 226,9 milioni. I costi e le spese sono aumentate del 35% a 1,33 miliardi di dollari, con una perdita operativa di 128 milioni e un margine operativo pari a -11%, contro un utile operativo di 52 milioni e un margine operativo del 5% registrato nello stesso trimestre del 2021.

La buona performance sugli utenti è appannata, comunque, da un errore sul calcolo ammesso dalla stessa società nei suoi risultati trimestrali. Twitter ha sovra-stimato di circa 2 milioni di utenti la sua base di iscritti fra il primo trimestre 2019 e il quarto trimestre del 2021, dopo aver commesso un errore simile nel 2017. La società ha attribuito l’errore a una funzione, introdotta nel marzo 2019, per consentire agli utenti di legare più account e passare «comodamente fra più utenze».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti