«influenze illecite e ostacolo alla vigilanza»

Ubi Banca: Bazoli, Moltrasio e Massiah a processo a Bergamo

di Flavia Carletti


default onloading pic
Fotogramma

2' di lettura

Sono stati tutti rinviati a giudizio gli indagati dalla procura di Bergamo nell’ambito dell’inchiesta su Ubi Banca. Lo ha deciso il Gup del tribunale di Bergamo Ilaria Sanesi, secondo quanto appreso da fonti legali. Tra le persone rinviate a giudizio ci sono Giovanni Bazoli, presidente emerito di Intesa Sanpaolo, Victor Massiah, consigliere delegato di Ubi Banca, e Andrea Moltrasio, presidente del consiglio di sorveglianza dello stesso istituto. Il processo inizierà il 25 luglio prossimo al tribunale di Bergamo. Imputata in virtù della legge 231/2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti anche Ubi Banca.

Il procedimento avviato a Bergamo riguarda le accuse di ostacolo alle autorità di vigilanza e influenza illecita sulle decisioni dell'assemblea. Secondo l'ipotesi accusatoria, all'interno dell'istituto sarebbe stata creata una «cabina di regia» che decideva le nomine di Ubi Banca e delle sue partecipate e che riusciva a influenzare le decisioni dell'assemblea «con atti simulati e fraudolenti». Tale regia era frutto di una intesa tenuta nascosta a Banca d'Italia e Consob tra le due anime della banca, ovvero quella bresciana, legata a Banca Lombarda, e quella bergamasca, che faceva riferimento a Bpu, le due banche che fondendosi hanno dato vita a Ubi Banca.

A regolare l'intesa tra Bergamo e Brescia ci sarebbero stati Emilio Zanetti e Giovanni Bazoli, entrambi tra le persone rinviate a giudizio questo pomeriggio dal Gup di Bergamo. Oltre a loro, sono stati rinviati a giudizio gli uomini dei due presunti “fronti” all'intero di Ubi Banca, ovvero i bergamaschi Andrea Moltrasio, l'avvocato Giuseppe Calvi (ex vice presidente vicario del Cds), il commercialista Italo Lucchini (ex Cdg), il notaio Armando Santus (vice presidente Cds), Mario Cera (vice presidente vicario Cds), Mario Mazzoleni (ex Cds), Carlo Garavaglia (ex Cds), Federico Manzoni (ex Cds) e i bresciani Franco Polotti (ex presidente Cdg), Francesca Bazoli (Cds, figlia di Giovanni), Enrico Minelli (ex Cds), Flavio Pizzini (vice presidente Cdg), Pierpaolo Camadini (Cds).

Per il capo di imputazione relativo alla illecita influenza sull'assemblea, il processo riguarderà ancora Emilio Zanetti, Giovanni Bazoli, Italo Folonari, Victor Massiah, Andrea Moltrasio, Ettore Medda e Marco Mandelli (entrambi direttori responsabili in Ubi) Giuseppe Sciarrotta e Guido Marchesi (referenti a livello nazionale della gestione libro soci dell'Ubi), Gemma Maria Baglioni (responsabile raccolta deleghe), Enrico Invernizzi (referente operazioni assembleari), Antonella Bardoni (ex direttrice Confiab), Angelo Ondei (ex presidente Confiab) i componenti della Cdo bergamasca Rossano Breno, Matteo Brivio, Ettore Ongis, Stefano Lorenzi, Giovanni d'Aloia.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...