ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùpiazza affari

Ubi, la Consob proroga al 30 luglio il termine per Opas promossa da Intesa. Adesione anche dal patto Car

La ragione è di carattere tecnico ma dà il segnale - secondo quanto dicono gli operatori - sul fatto che i giochi sono fatti nella partita dell'offerta pubblica di acquisto e scambio promossa da Intesa Sanpaolo. Consob proroga al 30 luglio il periodo di adesione

default onloading pic
(ANSA)

La ragione è di carattere tecnico ma dà il segnale - secondo quanto dicono gli operatori - sul fatto che i giochi sono fatti nella partita dell'offerta pubblica di acquisto e scambio promossa da Intesa Sanpaolo. Consob proroga al 30 luglio il periodo di adesione


3' di lettura

Il D-Day della vicenda Intesa-Ubi era atteso per il 28, ma Consob ha rimescolato le carte nella più importante operazione bancaria dell’anno. Nella serata del 27 luglio, infatti, la Commissione ha reso noto di aver disposto la proroga d'ufficio del periodo di adesione dell'offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria per ulteriori due giorni di negoziazione; pertanto il periodo di adesione all'Offerta pubblica di scambio si concluderà in data 30 luglio 2020.

Nel frattempo, attraverso una nota, il Car, patto di sindacato che riunisce alcuni grandi azionisti di Ubi Banca, ha comunicato di aver deciso di aderire all'opas lanciata da Intesa Sanpaolo. È un passaggio significativo, perché il patto, che raccoglie il 19% del capitale, si era espresso inizialmente contro la proposta di Intesa per poi registrare via via qualche defezione rispetto alla linea concordata. Ora l’adesione che sposta decisamente gli equilibri. Tanto più che in tarda serata era emerso che il fondo Silchester, con Parvus principale socio di Ubi, avrebbe rotto gli indugi e, secondo fonti finanziarie vicine all'operazione, avrebbe aderito all'offerta pubblica di acquisto e scambio lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. Con la quota dell'8,5% detenuta da Silchester e le adesioni ufficiali al 43,48%, l'operazione supererebbe di gran lunga la quota del 50% più una azione.

La decisione della Consob di prorogare d'ufficio fino al 30 luglio il termine del periodo di adesione all'Opas lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca arriva dopo i chiarimenti forniti dall'ex popolare ai rilievi sulla tabella inerente al “Valore del titolo UBI Banca in base all'offerta di Intesa Sanpaolo”. Dopo il comunicato stampa di Ubi e considerato che la pubblicazione è “avvenuta - è scritto nella delibera Consob - in prossimità della conclusione del periodo di adesione (28 luglio 2020) e che, pertanto, appare necessario consentire agli azionisti di Ubi Banca di disporre di un'informativa completa e corretta per un adeguato periodo di tempo”, la Consob ha deciso d'ufficio ad una proroga del periodo di adesione dell'Offerta

Adesioni superano il tetto del 43%

Il 27 luglio le adesioni all'opas lanciata di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca hanno raggiunto il 43,481% del capitale, poco meno di 11 punti in più rispetto al 32,662% rispetto alla chiusura del 24 luglio. Lo comunica Borsa Italiana. Nel dettaglio, ieri sono stati consegnati 123,8 milioni di titoli, che hanno portato il totale a 497,4 milioni. L'operazione che avrebbe dovuto chiudersi domani 28 luglio è condizionata al raggiungimento del 50% del capitale più un'azione, anche se per Intesa il risultato ottimale sarebbe superare il 66,67% per ottenere il controllo dell'assemblea straordinaria che dovrà deliberare sulla prevista fusione.

Intesa: portavoce, Ubi non ha spiegato con chiarezza offerta

“Sulla base delle adesioni sin qui ottenute - 43,5% - e più in generale tenendo conto degli orientamenti emersi da parte dell'azionariato di Ubi, Intesa Sanpaolo considera l'operazione di acquisto e scambio rivolta agli azionisti Ubi avviata a pieno successo”. Lo afferma un portavoce di Intesa Sanpaolo. Intesa Sanpaolo prende atto della decisione della Consob di prorogare di due giorni il periodo di offerta: ciò è “motivato dai comportamenti tenuti da Ubi nei confronti dei suoi azionisti cui non ha rappresentato con chiarezza tutti gli elementi più rilevanti della nostra offerta”, aggiunge il portavoce.

Come comunicato stamattina, Ubi è stata costretta da Consob a evidenziare sul proprio sito Internet come il “prezzo dell'azione UBI incorpori il premio implicito offerto da Intesa Sanpaolo. Pertanto Consob ha assunto d'ufficio la decisione di prorogare di due giorni la durata dell'offerta per consentire all'azionariato (specialmente retail) di acquisire tutte le informazioni necessarie ad una reale comprensione dei contenuti dell'offerta e valutarne la convenienza”, aggiunge il portavoce di Intesa Sanpaolo. “Poiché la nostra- prosegue - è un'offerta trasparente rivolta a tutti gli azionisti di Ubi, ci auguriamo pertanto che il prolungamento stabilito da Consob possa servire a tutelare la chiarezza delle informazioni a disposizione degli azionisti Ubi, sollecitando tutti gli intermediari interessati al comportamento più responsabile. Ribadendo la convinzione di poter portare a termine l'offerta con pieno successo, sottolineiamo l'aspetto di maggior rilevanza: poter concludere nei tempi e nei modi previsti un'operazione che rafforzerà il sistema finanziario e, nel complesso, l'assetto economico del nostro Paese”.

Da Silchester sì a opas, adesioni oltre 50%

Nella serata del 27 luglio arriva la notizia secondo cui il fondo Silchester, che detiene l'8,5% del capitale di Ubi Banca, avrebbe deciso di aderire all'offerta pubblica di acquisto e scambio lanciata da Intesa Sanpaolo. Lo si apprende da fonti finanziarie vicine all'operazione. Con la quota dell'8% di Silchester le adesioni all'opas arrivano di gran lunga oltre il 50% considerato che ad oggi le adesioni erano al 43,48%.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti