AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùbanche

Ubi vola in Borsa, con l'opas Intesa sopra il 90% scatta l'obbligo di acquisto

L'istituto guidato dall'a.d. Carlo Messina dovrà comprare i titoli residui dai soci che ne faranno richiesta. Il flottante ormai limitato amplifica le oscillazioni

di Paolo Paronetto

default onloading pic
(ANSA)

L'istituto guidato dall'a.d. Carlo Messina dovrà comprare i titoli residui dai soci che ne faranno richiesta. Il flottante ormai limitato amplifica le oscillazioni


2' di lettura

La prospettiva di poter consegnare a Intesa Sanpaolo anche i titoli Ubi Banca non ancora in mano alla banca guidata dall'a.d. Carlo Messina mette le ali alle quotazioni dell'ex Popolare, che a Piazza Affari fa segnare la migliore prestazione del FTSE MIB. Balzo favorito, del resto, anche dallo scarso flottante: dopo la conclusione dell'opas, infatti, Intesa avrà complessivamente il 91,0149% del capitale, con un 8,9851% ancora in mano ad altri soci. Avendo superato il 90% ma non il 95% del capitale, ora Intesa dovrà acquistare le azioni dei soci che ne faranno richiesta, o riconoscendo le stesse condizioni dell'opas (1,7 azioni ogni titolo Ubi più 0,57 euro cash) oppure interamente in contanti, pagando il prezzo medio delle azioni Ubi nelle sedute da venerdì 24 luglio a ieri (pari a 3,5048 euro).

Intesa, in ogni caso, non ricostituirà il flottante e procederà al delisting del titolo Ubi. Se al termine della procedura dell'obbligo di acquisto arriverà oltre il 95%, inoltre, potrà lanciare l'opa residuale accelerando ulteriormente i tempi della prevista incorporazione di Ubi. Conclusa l'offerta, lunedì si riunirà il cda di Ca' de Sass chiamato a verificare l'avveramento di tutte le condizioni di efficacia dell'opas su Ubi Banca e, se necessario, a decidere di rinunciare a qualcuna di esse. Intesa dovrà infatti comunicare sul tema entro le 7.59 di martedì 4 agosto, giorni in cui peraltro è anche in calendario la presentazione dei conti semestrali. Entro lo stesso termine saranno così resi noti anche i risultati definitivi dell'offerta.

Messina: nasce leader europeo, siamo tutti vincitori

Ieri Messina ha salutato il successo dell'offerta parlando di «un'operazione che ci vede tutti vincitori». «Grazie alla decisione, di cui siamo orgogliosi, del 90,2% degli azionisti di Ubi Banca di entrare a far parte di Intesa Sanpaolo - ha aggiunto - daremo vita a una nuova realtà in grado di rafforzare il sistema finanziario italiano e di ricoprire un ruolo di leader nello scenario bancario europeo». «La creazione di una nuova realtà leader nella crescita sostenibile e inclusiva, forte del radicamento nei territori di appartenenza - secondo Messina - genererà benefici per chiunque ne sara' parte: gli azionisti, ora ancora più numerosi, pilastro alla base del posizionamento della nostra banca ai vertici europei del settore, le famiglie, che con i loro risparmi rappresentano la base delle prospettive di crescita della banca, le imprese, di cui sosterremo i progetti di rilancio e espansione, in particolare nei mercati internazionali».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti