ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBanche

Ubs festeggia in Borsa i risultati trimestrali migliori delle attese

Gli analisti di Vontobel sottolineano che la crescita è stata solida soprattutto nelle attività legate ai mercati dei capitali, dove Ubs ha superato le rivali americane nell’emissione di azioni e bond

di Giuliana Licini

(Reuters)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Ubs vivace alla Borsa di Zurigo, sulla scia di risultati del primi trimestre migliori delle attese, nonostante il complesso contesto economico e geopolitico. Nel primo trimestre Ubs ha registrato un utile netto di 2,1 miliardi di dollari (+17%), con un Return sul capitale Cet 1 del 19% (superiore alla guidance che è del 15-18%). L’utile operativo è salito del 19% a 2,7 miliardi, il Cet 1 è del 14,3% (obiettivo attorno al 13%) e il cost/income ratio è migliorato al 70,7%, in calo di 3 punti e nella parte basse della gamma obiettivo (70-73%). I ricavi operativi sono aumentati a 9,4 miliardi da 8,7 miliardi.

«Nel primo trimestre siamo rimasti concentrati nell'attuazione della nostra strategia, dando stabilità ai nostri clienti e gestendo i rischi. I nostri forti risultati mostrano la nostra abilità di raggiungere gli obiettivi, indipendentemente dal contesto», ha dichiarato il ceo Ralph Hamers. Il Global Wealth Management resta la principale fonte di redditività del gruppo, con un utile ante tasse di 1,3 miliardi di dollari (ma in calo -7%) ed asset investiti per 3.100 miliardi. Il Personal and Corporate Banking ha poi segnato un risultato lordo di 428 milioni (da 390 mln nel 2021), l’asset management è sceso a 174 milioni (da 227 mln) e l’Investment Banking ha raggiunto 929 milioni, oltre il doppio rispetto al 412 milioni del primo trimestre dello scorso anno che aveva pesantemente risentito del tracollo di Archegos.

Loading...

Ubs ha inoltre annunciato di avere acquistato azioni proprie per 1,7 miliardi di dollari nel primo trimestre e di avere intenzione di procedere con i riacquisti fino a «circa 5 miliardi» durante il 2022 contro i 5 miliardi indicati in precedenza. Gli analisti di Vontobel sottolineano che si tratta globalmente di dati superiori alle attese, grazie ai ricavi in robusto aumento e rilevano che la crescita è stata solida soprattutto nelle attività legate ai mercati dei capitali, dove Ubs ha superato le rivali americane nell’emissione di azioni e bond. La Banca cantonale di Zurigo (Zkb) evidenzia che la performance della banca elvetica è legata principalmente al balzo messo a segno dalla divisione di banca d’affari. Jefferies conferma il buy sul titolo con un obiettivo di prezzo di 22 franchi, così come resta favorevole la raccomandazione di Rbc, che conferma a 20 franchi le prospettive per il titolo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti