ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrimestrali

Ubs: utile netto +17% ai massimi dal 2007. Per Hsbc profitti -28%

I due istituti sono tra le prime banche europee ad aver fornito i risultati, dopo i dati diffusi dalla concorrenti statunitensi

Reuters

2' di lettura

L’utile netto del primo trimestre di Ubs è salito del 17%, ai massimi dal 2007, ribaltando le aspettative di un calo dovute in particolare alle incertezze sulla guerra in Ucraina.
L’utile netto del trimestre chiuso a marzo si è attestato a 2,136 miliardi, superando le aspettative.
I risultati di Ubs, una delle prime due grandi banche europee a riportare risultati insieme a Hsbc, hanno fornito un quadro in contrasto con il calo degli utili registrato dagli istituti negli Usa questo mese.

Hamers: «Obiettivi indipendentemente dal contesto»

«Nel primo trimestre, siamo rimasti concentrati sull’esecuzione della nostra strategia, fornendo stabilità ai nostri clienti e sulla gestione del rischio», ha affermato l’amministratore delegato Ralph Hamers in una nota. «I nostri ottimi risultati oggi parlano della nostra capacità di raggiungere i nostri obiettivi indipendentemente dal contesto».

Loading...

I risultati mostrano che la più grande banca svizzera è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi delineati da Hamers a febbraio e hanno allargato il divario con la rivale Credit Suisse, che la scorsa settimana ha segnalato una perdita nel primo trimestre.

L’investment banking di Ubs ha registrato un aumento dell’utile ante imposte del 126%, favorito da un aumento del 59% dei ricavi del trading sui mercati globali che ha contribuito a compensare un calo del 30% dei mercati dei capitali e dei ricavi da consulenza.

Per Hsbc utile lordo -28%

Hsbc chiude il primo trimestre 2022 con un utile lordo di 4,2 miliardi di dollari (-28%), confermando l’outlook malgrado le perdite sui crediti più ampie delle attese e l’infazione come potenziale causa di turbolenze. «Mentre i profitti sono diminuiti rispetto al primo trimestre 2021 a causa dell’impatto dei mercati sui ricavi delle attività wealth e le perdite su crediti, i maggiori prestiti alle aziende in tutte le regioni e una buona crescita del business su personal banking, assicurazioni e finanza commerciale fanno ben sperare per i futuri trimestri», ha detto il ceo Noel Quinn. Il titolo Hsbc cede l’1,26% a Hong Kong.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti