ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEuropa

Ucraina ultime notizie. Bombe sporche, Aiea annuncia avvio ispezioni. Usa: uscita della Russia da accordo sul grano è ricatto al mondo

Bombe sporche, Aiea annuncia avvio ispezioni in Ucraina. Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha riferito che a causa dei danni a un impianto energetico vicino a Kiev l’80% dei consumatori della capitale è senza approvvigionamento idrico. La percentuale è poi scesa al 40%. Dodici navi per l’esportazione di grano sono partite oggi dall’Ucraina, nonostante la Russia si sia ritirata dall’accordo sul grano mediato dalla Turchia e dall’Onu

Ucraina, Mosca: "Pronti a negoziati con gli Usa". Bloccato export del grano
  • Putin, Kiev garantisca la sicurezza del traffico marittimo

    Il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto a Kiev di garantire la sicurezza del traffico marittimo dopo che Mosca ha sospeso la sua adesione all’ accordo sulla distribuzione del grano, sostenendo che l’Ucraina ha abusato del corridoio per la spedizione sicura dei cereali. “L’Ucraina deve garantire che non ci saranno minacce alla sicurezza delle navi civili”, ha detto Putin in conferenza stampa, accusando Kiev di aver utilizzato il corridoio del grano per un attacco alla flotta russa della Crimea, azione che ha spinto Mosca a sospendere l’ accordo sulle esportazioni alimentari ucraine.

  • Biden, profitti ’Big Oil’ scandalosi, abbassino i costi

    “I profitti delle industrie del petrolio degli ultimi tempi sono di una grandezza scandalosa”. Lo ha detto il presidente americano Joe Biden parlando alla Casa Bianca bacchettando per l’ennesima volta ’Big Oil’ per non aver ancora abbassato i prezzi al consumo. “Concedete un po’ di respiro ai consumatori”, ha insistito.

  • Bombe sporche, Aiea annuncia avvio ispezioni in Ucraina

    L’organismo di controllo sul nucleare delle Nazioni Unite ha dichiarato di aver avviato le ispezioni in Ucraina nell’ambito di una “verifica indipendente” delle accuse russe secondo le quali Kiev starebbe producendo le cosiddette ’bombe sporche’. Gli ispettori dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) hanno “iniziato - e presto completeranno - le attività di verifica in due località in Ucraina”, ha affermato l’agenzia in una nota.

  • Gas: Putin, Gazprom autorizzata a indagare su esplosioni Nord Stream

    Gazprom ha ottenuto l’autorizzazione per esaminare il luogo dove sono avvenute le esplosioni che hanno colpito il gasdotto Nord Stream. Lo ha annunciato il presidente russo Vladimir Putin in conferenza stampa, citato da Ria Novosti.

  • Putin, «mobilitazione parziale è completata»

    Il presidente russo Vladimir Putin ha definito ’’completata’’ la mobilitazione parziale che aveva deciso per aumentare il personale da inviare a combattere in Ucraina. Citato dall’agenzia di stampa Ria Novosti, Putin ha detto che discuterà con gli avvocati la necessità o meno di emanare un decreto per dichiarata completata la mobilitazione.

  • Putin, «accordo su grano è per noi sospeso e non risolto»

    La Russia non ha deciso di uscire definitivamente dall’accordo sull’esportazione del grano raggiunto il 22 luglio a Istanbul, ma ha solo deciso di sospenderlo. Lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin citato dall’agenzia di stampa Ria Novosti. ’’La Russia ha fatto un accordo sui cereali per aiutare i Paesi più poveri, ma il 35 per cento di quei cereali va ai Paesi dell’Unione europea e solo un 3-5 per cento a chi ne ha davvero bisogno’’, ha aggiunto Putin.

  • Accordo sul Caucaso con Putin: nessuno userà la forza

    Il presidente russo Vladimir Putin, il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e il primo ministro armeno Nikol Pashinyan hanno stretto un accordo a Sochi in cui si impegnano ad astenersi dall’uso o dalla minaccia della forza nel Caucaso meridionale. In una dichiarazione congiunta citata da Interfax, «hanno convenuto di astenersi dall’usare la forza, o dal minacciarla, e a risolvere tutti i contenziosi esclusivamente sulla base del riconoscimento reciproco della sovranità, dell’integrità territoriale e dell’inviolabilità dei confini in conformità con la Carta delle Nazioni Unite e la dichiarazione di Almaty del 1991».

  • Usa: uscita della Russia dall’accordo sul grano è ricatto al mondo

    La sospensione da parte della Russia dell’accordo sul grano è un «ricatto collettivo» a tutto il mondo. Lo ha detto il portavoce del dipartimento di Stato americano in un briefing con la stampa sottolineando che la decisione di Mosca «non punisce solo l’Ucraina ma è una punizione collettiva a tutti quei Paesi che hanno bisogno del grano».

  • Mosca, Kiev deve smilitarizzare corridoio grano

    Kiev deve impegnarsi a smilitarizzare i cosiddetti corridoi del grano. Lo ha affermato il ministero della Difesa russo, come riporta Tass. Mosca ha dichiarato di aver sospeso il movimento delle navi lungo i corridoi di sicurezza che consento l’export del grano dai porti ucraini, in attesa che venga fatta luce sugli attacchi alle imbarcazioni della propria Marina a Sebastopoli. Il ministero della Difesa russo ha spiegato di non ritirarsi dall’accordo di Istanbul sull’esportazione del grano, ma di voler sospendere l’iniziativa fino a quando Kiev non potrà garantire la sicurezza delle navi russe. “Il movimento delle navi lungo il corridoio di sicurezza è inaccettabile, dal momento che la leadership ucraina e il comando delle forze armate ucraine lo usano per condurre operazioni militari contro la Federazione Russa. È impossibile garantire la sicurezza di qualsiasi oggetto nel corridoio del grano fino a quando Kiev non smetterà di usarlo per scopi militari”, ha affermato il ministero della Difesa russo.

  • Usa a Onu, sospensione Russia accordo grano irresponsabile

    La sospensione da parte della Russia dell’Iniziativa sul grano del Mar Nero e’ “irresponsabile”. Lo ha detto l’ambasciatore Jeffrey DeLaurentis, consigliere per gli affari politici speciali Usa, alla riunione del Consiglio di Sicurezza Onu. L’accordo ha consentito di trasportare “abbastanza cibo per sfamare decine di milioni di persone”, ha aggiunto, ribadendo ancora una volta che la Russia deve porre fine alla guerra e ritirare le sue truppe dall’Ucraina.

  • Ministro Difesa turco parla con Shoigu, ’riveda decisione accordo grano

    Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha avuto un colloquio telefonico con il collega russo Sergei Shoigu, al quale ha chiesto che Mosca riveda la decisione di sospendere l’attuazione dell’accordo sull’export di grano. Lo riferiscono i media turchi.

    Il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar (Photo by Arif Hudaverdi Yaman / Anadolu Agency / Anadolu Agency via AFP)

  • Onu, con incertezza accordo grano aumentano prezzi

    L’incertezza sulla continuazione dell’Iniziativa sul grano del Mar Nero sta provocando un nuovo aumento dei prezzi. Proprio oggi, i futures sul grano sono aumentati di oltre il 6%. Inoltre, i prezzi dei fertilizzanti sono ancora due volte e mezzo rispetto al livello del 2019, producendo una crisi in cui gli agricoltori, in particolare i piccoli agricoltori dei paesi in via di sviluppo, hanno un prezzo fuori produzione”. Lo ha detto Rebeca Grynspan, segretario generale di Unctad (l’organismo delle Nazioni Unite per il commercio e lo sviluppo), nel corso di una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu. “Esortiamo tutte le parti a compiere ogni sforzo per riprendere ed estendere l’Iniziativa sui cereali del Mar Nero e attuare al meglio entrambi gli accordi - ha aggiunto - Le Nazioni Unite sono pienamente impegnate e non risparmieranno sforzi per continuare a lavorare con tutte le parti per garantire il raggiungimento di questo obiettivo”.

    Rebeca Grynspan, segretario generale di Unctad (Photo by bernd von Jutrczenka / dpa Pool / dpa Picture-Alliance via AFP)

  • Sindaco Kiev, riattivata parte della rete idrica: 40% senz’acqua

    Il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko, ha reso noto che parte della rete idrica della capitale ucraina è stata ripristinata, in particolare nei quartieri sulla riva sinistra del Dnepr: i residenti senz’acqua sono così passati dall’80 al 40%. I tecnici «stanno lavorando per stabilizzare il funzionamento delle stazioni idriche il prima possibile. Stamattina, a causa dei danni a un impianto energetico vicino a Kiev, l’80% dei consumatori della capitale era senza approvvigionamento idrico e 350.000 appartamenti senza elettricità. Adesso, il 40% dei consumatori è ancora senz’acqua» mentre sono «270.000 gli appartamenti senza elettricità».

    Il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko (Photo by Sergii Kharchenko / NurPhoto / NurPhoto via AFP)

  • Metsola, da Mosca attacchi vigliacchi, Kiev non si arrenderà

    “Sono le donne, gli uomini e i bambini ucraini i più colpiti da attacchi vigliacchi e ripetuti - a Kiev e in altre città. I civili sono rimasti senza i bisogni primari, come l’acqua e l’elettricità. Gli ucraini non perderanno il loro coraggio e la loro forza. E nemmeno noi”. Lo scrive in un tweet la presidente dell’Eurocamera Roberta Metsola.

  • Kiev, morti ieri 620 soldati russi

    Rimane sempre molto alto il numero dei soldati russi che l’esercito ucraino rivendica ogni giorno di aver ucciso. L’ultimo bollettino riporta 620 soldati russi morti nella giornata di ieri, dopo che nella giornata precedente erano arrivati a 950. In totale Kiev afferma che i soldati avversari morti dall’inizio del conflitto sono 71.820. Per quanto riguarda gli armamenti russi distrutti, il bollettino dello Stato maggiore ucraino cita un totale di 2.686 tank (+14 ieri), 5.485 veicoli corazzati (+32), 1.728 sistemi d’artiglieria (+4), 383 lanciamissili multipli (+0), 197 sistemi di difesa aerea(+0), 275 aerei (+1), 253 elicotteri (+1) 1.413 droni (+1), 352 missili da crociera (+0), 16 navi (+0), 4.128 camion e autocisterne (+8), 154 unità di equipaggiamento speciale (+0).

  • Ue, oltre 29 milioni export attraverso «corridoi solidarietà»

    Oltre 29 milioni di tonnellate di prodotti sono stati esportati dall’Ucraina grazie a cosiddetti ’corridoi della solidarietà’ creati a maggio. Lo ha reso noto la Commissione europea, secondo cui sono stati esportati 14 milioni di tonnellate di prodotti agricoli e 15 milioni di prodotti non agricoli, tra cui ferro e acciaio. I corridoi sono stati creati per trovare alternative per i traffici commerciali alle rotte del Mar Nero.

  • Danieli, nessuna violazione regole da parte nostra

    «C’è molta disinformazione. Il nostro gruppo dallo scoppio della guerra in Ucraina ha sempre agito al 100% nel rispetto delle regole definite dalla Comunità Europa e recepite dall’Italia, che non impediscono di avere rapporti con clienti russi, ma solo con alcuni clienti, soggetti a sanzioni, e solo per determinati prodotti». Lo ha detto all’ Ansa Alessandro Brussi, vice presidente del gruppo Danieli, multinazionale dell’acciaio con headquarters a Buttrio (Udine), rispondendo alle ripetute critiche rivolte al gruppo da organizzazioni e associazioni ucraine secondo le quali la società continuerebbe ad avere rapporti d’affari ’non consentiti’ con clienti russi.

  • Premier ceco a Kiev, «qui si combatte per intera Europa»

    «Gli ucraini non stanno combattendo solo per il loro Paese, ma per l’Europa intera. Il nostro sostegno deve continuare». Lo ha scritto su Twitter il primo ministro ceco Petr Fiala condividendo una foto di se stesso mentre cammina per Kiev e un’altra dove stringe la mano al primo ministro ucraino Denys Shmyal.

    Il primo ministro ceco Petr Fiala e il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy, oggi a Kyiv (REUTERS/Viacheslav Ratynskyi)

  • Nbc, Biden irritato da una telefonata con Zelensky

    Il presidente Usa Joe Biden avrebbe «perso la pazienza» nel corso di una telefonata con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, perché quest’ultimo avrebbe chiesto altri aiuti dopo che l’inquilino della Casa Bianca gli aveva annunciato il via libera a un miliardo di dollari all’Ucraina. Lo riporta l’emittente Usa Nbc.

  • Ue condanna attacchi Mosca, seminare paura non funzionerà

    “Condanniamo con la massima fermezza gli attacchi missilistici della Russia contro Kiev e le infrastrutture critiche in altre regioni. La strategia di Mosca di seminare paura non funzionerà. Continueremo a stare al fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario”. Lo scrive in un tweet il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel.

    Ucraina, Zelensky: "Russia ricatta il mondo con la fame"
  • Norvegia alza livello di allerta, ma nessuna minaccia diretta

    La Norvegia, membro della Nato che condivide un confine artico con la Russia, alzerà il suo livello di allerta militare: lo ha annunciato il primo ministro del Paese, sottolineando però che non è stata rilevata alcuna minaccia diretta contro il Regno. “Da domani (martedì) la difesa aumenterà il suo livello di allerta in Norvegia”, ha dichiarato Jonas Gahr St›re durante una conferenza stampa. “Oggi non abbiamo motivo di credere che la Russia voglia trascinare la Norvegia o qualsiasi altro Paese direttamente in guerra, ma la guerra in Ucraina rende necessario che tutti i Paesi della Nato stiano più in guardia”, ha aggiunto.

    Nord Stream, nuvola di gas su Svezia e Norvegia (e verso l’Italia): le immagini
  • Ue, Russia torni a intesa su grano, corridoi importanti

    “La Russia torni all’accordo” sull’export di grano “per permettere che ci siano dei corridoi attraverso i quali mandare alimenti al mondo”. E’ questo l’invito formulato dalla Commissione Ue nel corso del briefing quotidiano. “I corridoi” per l’export di grano e non solo “sono molto importanti da maggio a ottobre, oltre 14 milioni di tonnellate di grano sono stati esportati con i corridoi di solidarietà dall’Ucraina”, ha sottolineato Stefan de Keersmaecker, portavoce dell’esecutivo europeo.

    Ucraina, Putin incontra Shoigu: completata mobilitazione parziale
  • Cremlino, ancora nessuna firma Putin su fine mobilitazione

    Mosca renderà noto della firma da parte del presidente russo Vladimir Putin su un per sancire il completamento della mobilitazione parziale in Russia “più avanti”, come riporta Tass. Lo ha annunciato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. “Vi informeremo più avanti”, ha detto Peskov, rispondendo alla domanda di un giornalista se ci si poteva aspettare un documento sul completamento della mobilitazione parziale. Peskov ha poi invitato i media a fare riferimento alle parole del ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, che ha riferito a Putin del completamento della mobilitazione parziale in Russia.

    Ucraina, Mosca: "Pronti a negoziati con gli Usa". Bloccato export del grano
  • Cremlino, accordo sul grano pericoloso senza la Russia

    Il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha dichiarato che senza la partecipazione della Russia un accordo per esportare il grano dai porti ucraini è “difficilmente fattibile”. Lo riporta l’agenzia Interfax. “Nelle condizioni in cui la Russia parla dell’impossibilità di garantire la sicurezza della navigazione in queste aree, un accordo del genere è difficilmente fattibile, e assume un carattere diverso: molto più rischioso, pericoloso e non garantito”, ha dichiarato il portavoce del Cremlino.

    Russia, Peskov: "Minaccia 'bomba sporca' Kiev è vera"
  • Erdogan: Determinati a mantenere accordo grano anche senza Russia

    La Turchia è determinata a cercare di mantenere in vita l’iniziativa sul grano nel Mar Nero malgrado il ritiro della Russia dall’accordo, ha dichiarato il Presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. “Un terzo del grano nel mondo è prodotto in Russia e in Ucraina. Siete i testimoni più vicini dei nostri sforzi per portare questo grano ai Paesi che sono minacciati dalla carestia”, ha aggiunto parlando all’ottavo congresso di medicina turco a Istanbul. “Abbiamo portato 9,3 milioni di tonnellate di grano ucraino nel mondo e contribuito ad alleggerire la crisi alimentare istituendo il Centro di coordinamento congiunto. Anche se la Russia esista, continueremo i nostri sforzi con determinazione al servizio dell’umanità”, ha precisato.

    Nato, Erdogan minaccia di fermare adesione di Finlandia e Svezia
  • Prezzi elettricità famiglie Ue da 22 a 25,3 euro prima metà 2022

    Nella prima metà del 2022, i prezzi medi dell’elettricità per uso domestico nella Ue sono aumentati notevolmente rispetto allo stesso periodo del 2021, da 22 euro per 100 kWh a 25,3 euro per 100 kWh. Anche i prezzi medi del gas sono aumentati rispetto allo stesso periodo del 2021 da 6,4 euro per 100 kWh a 8,6 euro per 100 kWh nella prima metà del 2022. Lo indica un'analisi pubblicata da Eurostat. Più recentemente, i prezzi all’ingrosso dell’elettricità e del gas sono aumentati notevolmente in tutta la Ue, è indicato nel rapporto: i costi energetici e di approvvigionamento sono stati direttamente influenzati dall’attuale situazione geopolitica, l’aggressione militare russa in Ucraina.

    Meloni avverte alleati, accelerare su manovra energia
  • Sindaco Kiev, 80% della capitale è senza acqua corrente

    Gli specialisti stanno lavorando per ripristinare il funzionamento delle stazioni idriche il prima possibile. Attualmente, a causa dei danni a un impianto energetico vicino a Kiev, l’80% dei consumatori della capitale rimane senza approvvigionamento idrico”. Lo scrive su telegram il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko. “Per ogni evenienza chiediamo di fare scorta di acqua dalle pompe e dai punti vendita più vicini. Gli specialisti stanno facendo tutto il possibile per restituire l’acqua agli appartamenti dei residenti di Kiev”, aggiunge.

    Ucraina, missili su Zaporizhzhia: almeno 17 morti
  • Missile russo abbattuto da ucraini precipita in Moldavia

    Un missile abbattuto dai sistemi di difesa ucraini è caduto stamane sul territorio della Moldavia, provocando danni, ma non si registrano vittime. Il vettore è precipitato vicino al villaggio di Naslavcha, nel nord del Paese, vicino alla frontiera ucraina. Lo riferisce il ministero dell’Interno moldavo citato dall’agenzia russa Ria Novosti.

    Ucraina, missili russi su Mykolaiv: un morto
  • Kiev, i russi hanno lanciato un altro attacco barbarico

    Le forze russe hanno lanciato “un altro attacco barbarico”: il ministro dell’Energia ucraino, Herman Halushchenko, ha commentato così su Facebook l’attacco missilistico sferrato questa mattina da Mosca sul territorio del Paese. Tra gli obiettivi dei russi, ha affermato, c’erano le centrali idroelettriche, precisando che “sottostazioni elettriche, impianti di produzione di energia idroelettrica e termica sono stati colpiti da missili”. Di conseguenza, ha aggiunto, sono stati introdotti blackout parziali programmati e blackout di emergenza nelle regioni di Kiev, Cherkasy, Zaporizhzhia, Kirovohrad, Kharkiv, e Poltava.

    Zelensky: "Serve una risposta internazionale contro la Russia"
  • Isw: Putin deciderà prossimi passi dopo l’inizio dell’inverno

    Vladimir Putin sta aspettando l’inverno e l’inizio del freddo per capire se l’Europa cambierà la propria posizione nel sostenere l’Ucraina. Lo afferma un rapporto dello statunitense Istituto per gli studi sulla guerra, secondo cui la Russia continuerà a condurre operazioni militari convenzionali fino al 2023, piuttosto che passare all’uso di armi nucleari tattiche o ridurre i suoi obiettivi nel tentativo di ottenere risultati specifici.

    Putin cercherà probabilmente di continuare le operazioni militari convenzionali in Ucraina - sostiene l’Isw - al fine di mantenere i territori attualmente occupati acquisire nuove posizioni e creare le condizioni per il crollo del sostegno occidentale all’Ucraina che prevede si verificherà questo inverno. Secondo gli analisti militari, è improbabile che Putin passi all’uso di armi nucleari tattiche, a meno che un improvviso crollo dell’esercito russo non porti a un’avanzata incontrollata delle truppe ucraine. Un’eventualità possibile, ma improbabile, a giudizio dell’Isw, secondo cui è altrettanto improbabile che Putin cerchi un conflitto militare diretto con la Nato.

    Putin contro l'Occidente: "Alimenta instabilità e guerre"
  • Erdogan, esportati 9,3 milioni di tonnellate di grano di Kiev

    “Grazie al meccanismo che abbiamo creato a Istanbul, abbiamo offerto 9,3 milioni di tonnellate di grano ucraino al mondo”. Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, come riporta Anadolu, parlando dell’accordo tra Turchia, Russia, Ucraina e Onu che ha permesso l’esportazione di grano dai porti ucraini e da cui ieri Mosca si è sfilata. “La Turchia ha assicurato che la crisi alimentare sia stata relativamente ridotta” grazie all’intesa, ha aggiunto il presidente turco.

    Putin-Erdogan, asse sul gas. "Un hub in Turchia"
  • Kiev: abbattuti 44 missili russi su oltre 50

    Le forze ucraine hanno abbattuto alle prime ore di oggi 44 degli oltre 50 missili lanciati dai russi sulle infrastrutture critiche del Paese: lo ha reso noto su Telegram il comando delle forze aeree ucraine, come riporta Ukrinform. “Alle 07:00 del 31 ottobre (le 6:00 in Italia, ndr), gli occupanti russi hanno lanciato diverse ondate di attacchi missilistici sulle infrastrutture critiche dell’Ucraina”, ha affermato il comando precisando che più di 50 missili da crociera Kh-101 e Kh-555 sono stati lanciati da aerei strategici Tu-95 e Tu-160 dal nord del Mar Caspio e dalla zona di Volgodonsk (nella regione di Rostov). Il Comando Aereo del Centro ha abbattuto 18 missili, il Comando Aereo del Sud 12, il Comando Aereo dell’Est nove e il Comando Aereo dell’Ovest cinque, hanno precisato i vertici delle forze aeree di Kiev.

    Zelensky: 8 mesi di guerra, pian piano tutta Ucraina sarà libera
  • Confagricoltura, con stop russo si rischia crisi alimentare globale

    Sulla piazza di Chicago i futures del grano hanno già fatto registrare un aumento di oltre il 5%, a seguito della decisione della Federazione Russa di sospendere, a tempo indeterminato, la partecipazione all'accordo sulle esportazioni via mare dell'Ucraina.
    “L'aumento era scontato – commenta il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti -. L'intesa siglata a luglio con la mediazione dell'Onu e della Turchia ha dato ottimi risultati, con la partenza dai porti dell'Ucraina di 9 milioni di tonnellate di prodotti agricoli, soprattutto grano e mais. Sono già stati attivati i contatti al massimo livello per trovare una soluzione. Intanto, è tornato a salire il rischio di una crisi alimentare globale”.

    A livello europeo, secondo i dati diffusi a luglio dalla Commissione, la produzione di cereali si è attestata a circa 270 milioni di tonnellate, in riduzione di 7 punti percentuali sulla campagna 2021/2022, essenzialmente a causa della siccità.Per il grano tenero, i raccolti (127 milioni di tonnellate) consentono di coprire il fabbisogno interno degli Stati membri e di destinare all'esportazione nei Paesi terzi un quantitativo nell'ordine di 36 milioni di tonnellate.

    Ucraina, Zelensky a Sunak: "Partnership tra i nostri Paesi continuerà"
  • Intelligence Gb, riservisti mobilitati scarsamente equipaggiati

    “Da metà ottobre la Russia ha trasferito diverse migliaia di riservisti appena mobilitati in prima linea in Ucraina. In molti casi sono scarsamente equipaggiati”. Lo ha scritto l’intelligence britannica su Twitter, aggiungendo che “a settembre, gli ufficiali russi erano preoccupati per l’arrivo in Ucraina di alcuni riservisti mobilitati di recente senza armi”.

    “Le immagini open source indicano che i fucili in dotazione ai riservisti mobilitati sono in genere fucili d’assalto Akm, un’arma introdotta per la prima volta nel 1959 - si legge nel comunicato del ministero della Difesa britannico - Molti di essi sono probabilmente quasi inutilizzabili a causa della scarsa manutenzione. L’Akm spara cartucce da 7,62 mm, mentre le normali unità da combattimento russe sono armate principalmente con fucili d’assalto AK-74M o AK-12 da 5,45 mm”.

    Ucraina, Zelensky celebra anniversario Liberazione: "Ricordiamo cacciata nazisti, cacceremo anche rashisti"
  • Kiev, russi hanno lanciato oggi oltre 50 missili crociera

    “Più di 50 missili da crociera” sono stati lanciati oggi sull’Ucraina dalle forze russe: lo rende noto l’esercito ucraino.

    Crimea, Ucraina diffonde video dei droni che hanno attaccato le navi russe
  • Kiev, 12 navi con il grano partite grazie a Onu e Turchia

    Dodici navi per l’esportazione di grano sono partite oggi dall’Ucraina, nonostante la Russia si sia ritirata dall’accordo sul grano mediato dalla Turchia e dall’Onu. Lo annuncia il ministro ucraino delle infrastrutture Oleksandr Kubrakov su Twitter. “Oggi 12 navi hanno lasciato i porti ucraini. Le delegazioni dell’Onu e della Turchia hanno messo a disposizione dieci squadre di ispezione per controllare 40 navi al fine di soddisfare l’iniziativa sul grano del Mar Nero. Il piano di ispezione è stato accettato dalla delegazione ucraina. La delegazione russa è stata informata”, ha affermato il ministro.

    Ucraina, Mosca: "Pronti a negoziati con gli Usa". Bloccato export del grano
  • Mattarella, pace va costruita e garantita ogni giorno

    “Un clima di incertezza caratterizza, quest'anno, la Giornata Mondiale del Risparmio. A fronte delle sfide molto impegnative che si presentano davanti a noi - prima fra tutte la condizione di guerra intrapresa dalla Federazione Russa contro l'Ucraina con le sue conseguenze - la tutela e la valorizzazione del risparmio assumono un significato particolare. Il conflitto è una condizione che l'Europa era convinta di avere superato. La fragilità della pace ci è, invece, testimoniata dai drammatici avvenimenti di questi mesi. La pace va pazientemente costruita e garantita ogni giorno in ogni società civile e appare evidente, in questo senso, il ruolo del risparmio e dei suoi impieghi come motore di stabilità, sviluppo e strumento di coesione sociale”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al presidente dell’Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio S.p.A. , Francesco Profumo.

    Mattarella: responsabilità e precauzione, Covid non è sconfitto
  • In corso “attacco massiccio” russo a infrastrutture energia in varie regioni

    Un “imponente attacco” russo è in corso contro impianti energetici in diverse regioni dell’Ucraina. Lo ha annunciato la presidenza ucraina, due giorni dopo un attacco alla flotta russa in Crimea, che Mosca ha attribuito a Kiev con l’aiuto di Londra.

    “I terroristi russi hanno lanciato ancora una volta un massiccio attacco contro le infrastrutture del sistema energetico in diverse regioni”, ha affermato un consigliere della presidenza ucraina, Kyrylo Tymoshenko. “Alcuni dei missili sono stati abbattuti dalla difesa antiaerea, mentre altri hanno colpito il loro obiettivo”, ha aggiunto.

    Ucraina, la comunita' iraniana di Kiev protesta contro l'attacco russo
  • Kiev: Truppe russe via dal Paese prima di qualsiasi negoziato

    Il ministero degli Esteri ucraino a Kiev ha dichiarato che la Russia deve ritirare tutte le sue truppe dal suolo russo prima che l’Ucraina si sieda per i negoziati con il Cremlino. “L’unica proposta realistica sarebbe la fine immediata della guerra russa contro l’Ucraina e il ritiro delle forze armate russe dal territorio ucraino”, ha affermato il portavoce del ministero Oleh Nikolenko su Facebook, in risposta ai commenti del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov che ha confermato un’offerta di dialogo del presidente Vladimir Putin.

    “Chi cerca davvero i negoziati non distrugge il sistema energetico del Paese per congelare la sua popolazione in inverno, non partecipa all’uccisione di massa di civili, non bombarda i quartieri residenziali, non annuncia la mobilitazione di migliaia di soldati, non blocca il grano e i rifornimenti, non emette ultimatum”, ha detto Nikolenko. “La dichiarazione di Lavrov di preparazione ai negoziati non è altro che un’altra cortina di fumo per guadagnare tempo mentre l’esercito russo subisce sconfitte. Finché la Russia continuerà a commettere crimini in Ucraina, la risposta deve essere una, sul campo di battaglia”, ha concluso Nikolenko.

    Zelensky: "Serve una risposta internazionale contro la Russia"
  • Wang a Blinken, intensificare sforzi diplomatici

    Sulla crisi in Ucraina “tutte le parti dovrebbero esercitare moderazione, prendere una decisione con cautela e intensificare gli sforzi diplomatici per evitare che la situazione si aggravi ulteriormente o addirittura sfugga al controllo”. È quanto ha detto il ministro degli Esteri cinese Wang Yi al suo omologo americano Antony Blinken, nel corso dell’odierno colloquio telefonico. “Finché c’è un barlume di speranza, la porta ai negoziati non può essere chiusa; finché c’è una possibilità dell’uno per cento, devono essere compiuti sforzi al cento per cento per la pace”, ha aggiunto Wang, nel resoconto della diplomazia di Pechino.

    Biden invia nuove armi a Kiev, ma non anti-cruise
  • Colpita infrastruttura critica nella città di Zaporizhzhia

    Le forze russe hanno nuovamente attaccato questa mattina una “infrastruttura critica” nella città di Zaporizhzhia, nell’Ucraina meridionale: lo ha reso noto su Telegram il sindaco ad interim, Anatolii Kurtiev, come riporta Ukrinform. Secondo Kurtiev, in città si sono verificate interruzioni della fornitura di energia elettrica. Non ci sono per il momento informazioni su eventuali feriti o vittime, né sui danni provocati dall’attacco.

    Ucraina, nuovi attacchi a Zaporizhzhia
  • Distretti di Kiev senza luce e acqua dopo attacchi russi

    Alcuni distretti di Kiev sono privati ​​di elettricità e acqua da questa mattina, “a seguito degli attacchi russi” nella capitale ucraina, ha affermato il sindaco della città Vitaly Klitschko. “Parte di Kiev è senza elettricità e in alcune aree senza acqua, a seguito degli attacchi russi” ha detto nei messaggi di Telegram.

    Ucraina: truppe di Kiev controllano con attenzione il confine con la Bielorussia
  • Vola il prezzo del grano con alt di Mosca all’accordo

    Vola il prezzo del grano sui mercati internazionali dopo che la Russia ha sospeso l’accordo con l’Ucraina per il passaggio del grano di Kiev attraverso il Mar Nero in seguito agli attacchi subiti dalla sua flotta a Sebastopoli. I future sul grano tenero balzano del 5,6% a 8.762,5 dollari al bushel, dopo aver toccato un massimo del 7,7%, mentre quelli sul grano duro salgono del 4,8% a 9.645 dollari il bushel, dopo un picco del +6,2%, sui timori di un nuovo blocco all’export di grano ucraino, tra i principali produttori internazionali di frumento. Tra i beni alimentari si surriscaldano anche il mais (+2,3% a 696,7 dollari) e l’olio di palma (+2,8%).

    Ucraina, Zelensky: "Russia sta ritardando export grano"
  • Respinti attacchi russi vicino a 11 insediamenti

    Le forze ucraine hanno respinto attacchi russi vicino a 11 insediamenti nella giornata di ieri: lo ha reso noto su Facebook lo Stato Maggiore delle Forze Armate del Paese, come riporta Ukrinform. Durante la giornata sono stati respinti attacchi nei pressi degli insediamenti di Zelene nella regione di Kharkiv; Bilohorivka, Mykolaivka e Novoselivske nella regione di Lugansk; Avdiivka, Bakhmutske, Vesele, Vodiane, Maiorsk, Marinka e Novobakhmutivka nella regione di Donetsk.

    Le truppe russe, aggiunge lo Stato Maggiore, stanno cercando di tenere le aree temporaneamente occupate, concentrando gli sforzi per limitare le azioni delle forze ucraine. Allo stesso tempo, continuano i tentativi di condurre operazioni offensive nelle direzioni di Bakhmut e Avdiivka.

    Russia, Belgorod si prepara ad attacchi ucraini
  • Esplosioni questa mattina a Kiev

    Alcune esplosioni hanno scosso questa mattina la capitale ucraina Kiev: lo riportano giornalisti dell’agenzia di stampa Afp sul posto. Inoltre, il consigliere presidenziale Anton Gerashchenko ha affermato che “almeno tre” esplosioni sono state udite in tutta la città mentre “40 missili da crociera russi” sono stati lanciati sull’Ucraina. Il Kyiv Independent ha twittato: “Circa 7-8 esplosioni sono state udite a Kiev e nella regione di Kiev questa mattina. La causa delle esplosioni è attualmente sconosciuta”.

    Ucraina, ispezioni Aiea per la accuse di Mosca sulla bomba sporca
  • Intesa Onu, Turchia, Ucraina per movimento oggi 16 navi

    Le Nazioni Unite, la Turchia e l’Ucraina hanno concordato un piano di movimento per oggi per 16 navi che si trovano in acque turche. Lo rende noto la missione Onu a Istanbul, come riporta Tass. Il Centro di coordinamento congiunto con sede a Istanbul ha dichiarato in un comunicato che le tre delegazioni hanno anche concordato le ispezioni di 40 imbarcazioni in uscita da effettuare domani, dopo il ritiro della Russia dall’intesa. Nel particolare, il movimento di 16 navi (12 in partenza e 4 in arrivo) previsto per oggi avviene dopo che ieri nessuna nave è passata attraverso il corridoio umanitario marittimo.

    Ucraina, Mosca: "Pronti a negoziati con gli Usa". Bloccato export del grano
  • Colloquio telefonico tra Blinken-Wang

    Il segretario di Stato americano Antony Blinken e l’omologo cinese Wang Yi hanno avuto un colloquio telefonico incentrato su questioni bilaterali e sulla crisi in Ucraina. Lo riferisce una nota del portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price, secondo cui Blinken ha rilevato “la necessità di mantenere aperte le linee di comunicazione e di gestire responsabilmente” le relazioni Usa-Cina. “Il segretario ha sollevato la questione della guerra della Russia contro l’Ucraina e le minacce che pone alla sicurezza globale e alla stabilità economica”, parlando anche del deterioramento della situazione umanitaria e della sicurezza ad Haiti.

    Russia, soldati tornano a casa dopo scambio di prigionieri con ucraini
  • Le notizie di ieri

    Cosa è successo il 30 ottobre 2022

    Ucraina, colpite 4 navi russe nel Mar Nero

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti