ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEuropa

Ucraina ultime notizie. WP: pressing Usa su Kiev, sia aperta a colloqui con la Russia

L'amministrazione Biden sta incoraggiando privatamente i leader ucraini a non escludere pubblicamente un’apertura a negoziare con la Russia e a non dichiarare più che si rifiutano di partecipare ai colloqui di pace con il presidente Vladimir Putin al potere. Lo rivelano fonti informate al Washington Post. A Kiev è allarme per i danni alle infrastrutture causati dalle bombe russe. Il sindaco Klitschko non esclude la possibilità di un blackout totale per mancanza di elettricità, riscaldamento, acqua, comunicazioni e invita i residenti a fare scorte di cibo o trasferirsi temporaneamente fuori città. Von der Leyen promette aiuti per 1,5 miliardi di euro al mese

Un residente vicino alla sua casa distrutta dai bombardamenti russi a Siversk, regione di Donetsk, Ucraina (foto Reuters/Ratushniak)
  • Filorussi, a Kherson tornerà la luce a breve

    L’energia elettrica a Kherson, interrotta a seguito di un attacco terroristico a una linea elettrica, dovrebbe essere ripristinata entro oggi. Lo ha affermato il governatore russo ad interim della regione, Volodymyr Saldo, citato da Ria Novosti. Alcune ore fa, l’amministrazione regionale ha denunciato che nella città di Kherson e in alcuni distretti della regione la fornitura di acqua ed elettricità è stata interrotta a causa di un attacco delle forze ucraine alle linee elettriche. “Le squadre sono già partite per eseguire lavori di riparazione e l’alimentazione elettrica dovrebbe essere ripristinata oggi”, ha detto Saldo in onda del canale televisivo Rossiya 24.

  • Kiev, russi invitano ucraini a Kherson a evacuare in fretta

    L’esercito ucraino ha dichiarato che i residenti della città ucraina di Kherson, occupata dalla Russia, hanno ricevuto messaggi di avvertimento sui loro telefoni che li esortavano a evacuare il prima possibile. Lo riporta il Guardian. I soldati russi hanno avvertito i civili che l’esercito ucraino si starebbe preparando per un massiccio attacco e hanno detto alle persone di partire immediatamente per raggiungere la riva destra della città. Nataliya Humenyuk, portavoce delle forze meridionali dell’Ucraina, ha detto alla televisione di Stato che la Russia sta “occupando ed evacuando” Kherson contemporaneamente, cercando di convincere gli ucraini che se ne stanno andando quando in realtà stanno tenendo le loro posizioni.

  • In tv e metro messaggi per il morale dei cittadini ucraini

    Tenere alto il morale della popolazione ucraina è fondamentale, di fronte all’invasione russa. Per questo motivo, si moltiplicano i messaggi positivi, consigli sulla salute mentale ed esempi su come “fare la propria parte” nell’ecosistema informativo del Paese, per sostenere lo spirito degli ucraini durante la guerra. “Insieme alla vittoria”, “Il coraggio è andare avanti” o “Solo un po’ di più e diventerà più facile”, sono alcuni dei messaggi motivazionali che passano nelle pubblicità sul sistema della metropolitana, riferisce il Guardian. E quasi ogni giorno, gli psicologi sono invitati a programmi televisivi per offrire consigli su come gestire l’ansia, mentre le interruzioni pubblicitarie sono piene di video a sostegno dell’esercito.

    Gli esperti affermano che questo approccio svolgerà un ruolo significativo nel sostenere gli ucraini durante quello che probabilmente sarà un inverno duro. I canali tv ucraini stanno pubblicando una serie di annunci su come le persone possono risparmiare energia, tra le richieste del governo ai consumatori di ridurre i consumi. Sotto lo slogan “Le regole di un Paese caldo”, un video consiglia alle persone di utilizzare metodi alternativi per riscaldarsi, incluso l’uso di borse dell’acqua calda o l’abbraccio dei gatti, oltre a riunirsi con i propri vicini.

    Sui social media, gli ucraini stanno condividendo infografiche su quali elettrodomestici utilizzano più elettricità, e video del trend recente sulla realizzazione di candele-fornelli per i soldati in trincea. Per questo inverno, l’Ucraina si trova ad affrontare la prospettiva di temperature sotto lo zero con periodi di mancanza di elettricità, acqua e persino riscaldamento. Nell’ultimo mese, la Russia ha preso di mira infrastrutture del settore energetico ucraino con missili, razzi e droni.

  • Kiev: russi puntano ad un ’genocidio energetico’, ma resistiamo

    “Siamo onesti: la Federazione russa sta cercando di commettere un genocidio energetico, ma Kiev e l’Ucraina resisteranno”. Lo scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, aggiungendo che “il piano di protezione è semplice” e prevede “difesa aerea, protezione degli impianti infrastrutturali, ottimizzazione dei consumi”. Podolyak ha poi spiegato che lo “Stato” ucraino “affronta efficacemente queste sfide” e che si “lavora ad una soluzione insieme ai partner”.

  • Filorussi, ucraini concentrano corazzati alle porte di Kherson

    Le forze armate ucraine stanno concentrando un gran numero di carri armati e veicoli blindati negli accessi alla regione di Kherson. Lo sostiene il vice capo russo della regione, Kirill Stremousov, citato dalla Tass. “Molte unità di equipaggiamento vengono concentrate, con sempre più veicoli blindati, carri armati”, ha detto in un video pubblicato sul suo canale Telegram, aggiungendo che l’evacuazione dei residenti sulla riva sinistra del fiume Dnepr e in altre regioni continua. “Le persone in città possono ancora lasciare la riva destra liberamente”, ha dichiarato.

  • Von der Leyen sente Zelensky, fino a 18 mld aiuti per 2023

    Il presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ha avuto oggi un colloquio telefonico con il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky e al centro del colloquio c’è la garanzia di un sostegno finanziario all’Ucraina per i prossimi mesi. Lo riferisce la Commissione Ue, spiegando che von der Leyen ha informato il Zelensky che questa settimana proporrà un pacchetto finanziario sostanziale da parte dell’Ue fino a 1,5 miliardi di euro al mese, per un totale di 18 miliardi di euro, che contribuirà in modo significativo a coprire il fabbisogno finanziario dell’Ucraina per il 2023.

    “Entrambi i leader hanno riconosciuto l’importanza di garantire un finanziamento prevedibile e regolare delle funzioni statali essenziali. Il sostegno sotto forma di prestiti a lungo termine altamente agevolati, con copertura dei costi di interesse, contribuirà inoltre a sostenere le riforme dell’Ucraina e il suo percorso verso l’adesione all’Ue”, si legge nella nota dell’esecutivo comunitario, che aggiunge che “il pacchetto finanziario dell’Ue dovrebbe essere accompagnato da un sostegno analogo da parte di altri importanti donatori”. La presidente von der Leyen “ha confermato il lavoro in corso da parte dell’Ue per continuare a fornire un sostegno umanitario immediato all’Ucraina, in particolare durante l’inverno” e “ha ribadito che l’Ue è impegnata a lungo termine nel sostegno all’Ucraina”.

  • Kiev: per ora esclusa evacuazione di massa

    La situazione a Kiev è sotto controllo, e al momento non c’è motivo di considerare un’evacuazione di emergenza della popolazione della capitale ucraina. Lo ha dichiarato il capo del dipartimento di sicurezza municipale presso l’amministrazione statale della città di Kiev, Roman Tkachuk, citato da Ukrinform. “Al momento non c’è motivo di parlare di evacuazione”, ha detto Tkachuk. “Il sistema di protezione civile deve essere preparato per varie opzioni, ma questo non significa che ora ci stiamo preparando a lanciare un’evacuazione. Per reagire nel modo giusto, dobbiamo avere un piano per tutti gli scenari possibili”, ha aggiunto.

  • Filorussi, Kherson senza luce e acqua dopo attacco Kiev

    Kherson è attualmente senza elettricità e acqua a seguito di un attacco delle forze ucraine alle linee elettriche. Lo denunciano le autorità dell’occupazione russa. Riportando la notizia la Ria Novosti sottolinea che nella più grande città dell’Ucraina meridionale ’’non c’è elettricità’’ e che si stanno cercando di capire le ragioni di questa interruzione. Il blackout arriva dopo che, secondo l’agenzia di stampa russa Tass, la centrale idroelettrica di Kakhovka sul fiume Dnipro è stata “danneggiata” dai bombardamenti delle forze ucraine.

  • Mosca, respinti attacchi in Lugansk, Donetsk, Kharkiv e Kherson

    Nelle ultime 24 ore, le truppe ucraine hanno tentato offensive nelle autoproclamate Repubbliche popolari di Lugansk e Donetsk e nelle regioni di Kharkiv e Kherson, che sono state respinte. Lo sostiene il ministero della Difesa russo, citato da Interfax. Nel settore di Krasny Liman, fino a 100 soldati delle forze ucraine, tra cui circa 40 “mercenari stranieri”, sono stati eliminati, ha riferito Mosca. “Il nemico ha attaccato senza successo utilizzando tre gruppi tattici dello squadrone in direzione degli insediamenti di Ploshchanka, Artemovka e Stelmakhovka”, ha detto il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov in un briefing.

    I soldati ucraini e combattenti stranieri sono stati uccisi “in un attacco di precisione” delle forze russe, e “dieci veicoli corazzati” sono stati distrutti. Konashenkov ha poi riferito che fino a 250 militari ucraini, due carri armati, quattro veicoli corazzati, 12 veicoli e altre attrezzature militari sono state distrutte dagli attacchi dei militari russi. Inoltre, le truppe ucraine hanno tentato di attaccare le posizioni russe vicino agli insediamenti di Kotlyarovka, nella regione di Kharkiv. Nel settore di Mykolaiv e Kryvyi Rih, “il nemico ha attaccato le posizioni delle truppe russe vicino agli insediamenti di Sablukovka e Pyatikhatki nella regione di Kherson”, ha detto il portavoce russo.

  • Kiev: 490 soldati russi uccisi in 24 ore, quasi 76mila da inizio guerra

    Sono 490 i soldati russi che, secondo lo Stato Maggiore dell’esercito di Kiev, hanno perso la vita nelle ultime 24 ore nella guerra in Ucraina. E’ quanto si legge nel bollettino quotidiano, che aggiorna a 75.930 il totale dei militari russi che hanno perso la vita in Ucraina dal’aggressione lanciata da Mosca lo scorso 24 febbraio. Sono invece 2.765 i soldati russi distretti, sette in più rispetto a ieri, e 1465 i droni abbattuti, tre nell’ultima giornata.

  • Media russi, diga Kakhovka colpita da razzo ucraino

    I russi accusano gli ucraini di avere «danneggiato» con un razzo la diga della centrale idroelettrica di Kakhovka, nella regione di Kherson. «Sei razzi Himars sono stati usati in un attacco alle 10 di oggi. Le unità di difesa aerea hanno abbattuto cinque razzi e uno ha colpito la diga di Kakhovka, danneggiandola», ha detto ai giornalisti un rappresentante dei servizi di emergenza, riporta Interfax.

  • Mosca nomina Linkov al posto di Lapin silurato a ottobre

    Il colonnello generale russo Alexander Lapin, rimosso il mese scorso, sarebbe stato sostituito con il maggiore generale Alexander Linkov nell’ultima di una «serie di licenziamenti» di alti comandanti militari dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca: lo scrive il ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento quotidiano dell’intelligence sulla situazione nel Paese. Secondo il rapporto, Linkov sarebbe stato nominato giovedì comandante ad interim del Distretto militare centrale russo, in sostituzione di Lapin, che era stato silurato a fine ottobre.

    «Lapin è stato ampiamente criticato per le scarse prestazioni sul campo di battaglia in Ucraina sia dal leader ceceno Ramzan Kadyrov sia dal capo del (gruppo) Wagner Yevgeny Prigozhin - scrive il ministero -. Questi licenziamenti rappresentano un modello di biasimo nei confronti degli alti comandanti militari russi per il mancato raggiungimento degli obiettivi russi sul campo di battaglia. In parte si tratta probabilmente di un tentativo di isolare e deviare la colpa dai vertici russi in patria».

  • Nyt, Kiev prepara evacuazione della capitale in caso blackout totale

    Le autorità di Kiev hanno iniziato a pianificare l'ipotesi di un'evacuazione dei circa tre milioni di residenti rimasti nella capitale ucraina, per l'eventualità in cui dovesse verificarsi un blackout elettrico completo a seguito dei bombardamenti russi sulle infrastrutture elettriche. Lo riferisce il New York Times (Nyt), citando funzionari della città. Il quotidiano newyorkese sottolinea che la situazione è già così disastrosa, con il 40% delle infrastrutture energetiche ucraine danneggiate o distrutte, che i dipendenti comunali di Kiev stanno allestendo più di 1.000 rifugi che possono fungere da bunker con scorte e generatori, mentre gli ingegneri si affrettano a cercare di riparare le centrali elettriche bombardate. Per cercare di evitare che la rete elettrica salti del tutto, l’ente nazionale ucraino per l’energia ha riferito sabato che imporrà blackout a rotazione in sette regioni.

  • Il sindaco di Kiev non esclude un blackout totale

    Il sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko, non esclude la possibilità di un blackout totale nella capitale ucraina a causa della mancanza di elettricità, riscaldamento, acqua, comunicazioni e invita i residenti a fare scorte di cibo o trasferirsi temporaneamente fuori città. Lo riporta la Ukrainska Pravda. «Stiamo facendo di tutto per evitare che ciò accada», ha detto Klitschko durante una conferenza stampa a chi gli chiedeva del rischio di un blackout totale.

    «Ma siamo sinceri: i nostri nemici stanno facendo di tutto perché la città sia senza riscaldamento, senza elettricità, senza approvvigionamento idrico. In generale (vogliono che) moriamo tutti. E quanto saremo preparati alle diverse situazioni, dipende dal futuro del Paese e dal futuro di ognuno di noi... Non lo escludiamo. Ipotizziamo i diversi scenari per resistere, per prepararci», ha aggiunto. Il sindaco ha poi chiesto ai residenti di tenere scorte di acqua potabile e cibo in case, oltre a batterie cariche, ed ha ricordato che è prevista l’installazione di un migliaio di siti con impianti di riscaldamento nella capitale, ma ha osservato che potrebbero non essere sufficienti per una città di tre milioni di abitanti.

    «Questo non è abbastanza - ha detto -. Ecco perché mi rivolgo anche alle persone: in caso di uno scenario negativo, se non abbiamo elettricità e fornitura di acqua, se avete parenti o conoscenti alla periferia di Kiev, dove c’è una rete idrica separata e riscaldamento, siete pregati di prendere accordi per rimanere lì temporaneamente».

  • Kiev, respinte 14 offensive russe nelle 4 regioni annesse

    Le Forze ucraine hanno respinto nelle ultime 24 ore le offensive dei soldati di Mosca vicino a 14 insediamenti nelle quattro regioni annesse alla Russia: lo ha reso noto questa mattina su Facebook lo Stato maggiore delle Forze armate, come riporta Ukrinform. «Gli invasori stanno cercando di tenere i territori temporaneamente catturati, concentrando i loro sforzi per limitare le azioni delle Forze di difesa in alcune direzioni. Stanno conducendo operazioni offensive nelle direzioni di Bakhmut, Avdiivka e Novopavlivka», si legge nel rapporto.

    Ieri «le unità delle Forze di Difesa ucraine hanno respinto gli attacchi nemici nei pressi di Zybyne nella regione di Kharkiv; Bilohorivka nella regione di Lugansk; Andriivka, Bakhmutske, Berestove, Maiorsk, Makiivka, Marinka, Ozarianivka, Opytne, Pavlivka, Yakovlivka e Yampolivka nella regione di Donetsk, e Shcherbaky nella regione di Zaporizhzhia - prosegue lo Stato Maggiore -. Gli occupanti russi hanno lanciato quattro attacchi missilistici e 19 attacchi aerei, utilizzando più di 75 volte sistemi missilistici a lancio multiplo. Le aree di oltre 35 insediamenti nelle regioni di Chernihiv, Sumy, Kharkiv, Donetsk, Zaporizhzhia, Kherson e Mykolaiv sono finite sotto il fuoco nemico».

  • Kiev, bombe russe su Zaporizhzhia, colpito edificio

    L’esercito russo ha bombardato nella notte Zaporizhzhia colpendo un edificio residenziale in cui è poi scoppiato un incendio. Lo ha detto Anatolii Kurtiev, segretario del consiglio comunale di Zaporizhzhia, in un post su Telegram, secondo quanto riferisce Ukrinform. Sono ancora in corso verifiche su eventuali vittime o danni.

  • Usa a Zelensky, non escluda pubblicamente negoziati con Putin

    L’amministrazione Biden sta incoraggiando privatamente i leader ucraini a segnalare pubblicamente un’apertura a negoziare con la Russia e a non dichiarare più che si rifiutano di partecipare ai colloqui di pace con il presidente Vladimir Putin al potere. Lo rivelano fonti informate al Washington Post. La richiesta dei funzionari americani non mira a spingere l’Ucraina al tavolo dei negoziati, hanno precisato le fonti che, invece, hanno definito l’operazione un tentativo per garantire che il governo di Kiev mantenga il sostegno di Paesi che non vogliono che la guerra continui ancora a lungo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti