Guardia di finanza

Ucraina: yacht da 530milioni congelato, era a Trieste per lavori

Il Sailing yacht A è riconducibile all’oligarca russo Andrey Igorevich Melnichenko

(Reuters)

1' di lettura

Si trovava da gennaio nel bacino di Trieste per lavori di manutenzione il ’Sailing yacht A’, imbarcazione del valore di 530 milioni di euro, riconducibile all’oligarca russo Andrey Igorevich Melnichenko e ’congelata’ dalla Guardia di finanza.

Il provvedimento è stato consegnato al comandante della nave, che è un europeo. Con il congelamento amministrativo il bene non può lasciare il cantiere.

Loading...

La misura nei confronti dell’imbarcazione è stata adottata dopo che Melnichenko è entrato nella lista di oligarchi russi, considerati vicini a Vladimir Putin, per cui l’Ue prevede il congelamento di beni presenti sul proprio territorio.

NyT: forse di Putin il superyacht a Marina di Carrara

NyT: forse di Putin il superyacht a Marina di Carrara

Photogallery7 foto

Visualizza

A occuparsi dei lavori di manutenzione dello yacht nell’arsenale triestino era Fincantieri. Progettato dall’archistar Philippe Starck e realizzato in Germania, ’A’ è considerato lo yacht a vela più grande al mondo. E’ un veliero di 143 metri con tre alberi e otto ponti e ha una parte in vetro da cui è possibile osservare il mondo subacqueo. La nave batte bandiera delle Bermuda.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti