ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEuropa

Ultime notizie. Usa: «Putin e Kim hanno concluso un accordo sulle armi». Fukushima: premier del Giappone mangia pesce locale, «Sicuro e squisito»

Ancora una notte di attacchi aerei a tappeto fra la Russia e l’Ucraina. Le autorità russe informano di attacchi, abbattimenti e chiusure di spazi aerei in almeno sette regioni del Paese, compresa quella della capitale, dove sono stati chiusi e poi riaperti tre aeroporti. Pioggia di droni e missili a Kiev, che parla del peggior attacco «dalla scorsa primavera», con un bilancio di almeno due morti. Più di 20 tra missili e droni sono stati «distrutti dalle forze di difesa aerea», secondo le autorità della capitale ucraina.

Missili russi su Kiev fanno 2 morti, le immagini dal quartiere colpito
  • Media: «Ucraina sta usando “Vampire”», i sistemi anti-droni Usa

    Le truppe ucraine stanno usando «Vampire», il sistema anti-droni americano prodotto da L3Harris Technologies. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg citando il Pentagono, i sistemi Vampire sono stati consegnati e sono in uso.

  • Casa Bianca, Nordcorea fermi negoziati su armi con Russia

    La Corea del Nord fermi i negoziati con la Russia per un accordo sulla fornitura di armi da usare in Ucraina, che violerebbe molteplici risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che vietano qualsiasi trasferimento di armi verso o dal Nord. Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre, dopo che il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale John Kirby aveva lanciato l’allarme su negoziati per un accordo sulle armi che stanno “avanzando attivamente” tra Mosca e Pyongyang. “Un accordo sulle armi violerebbe direttamente una serie di risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Esortiamo la Repubblica Democratica Popolare di Corea a cessare i negoziati sulle armi con la Russia e stiamo agendo direttamente per smascherare e sanzionare gli individui e le entità che lavorano per facilitare gli accordi sulle armi tra la Russia e la Corea del Nord”, ha dichiarato.

  • Kiev: «avanziamo e guadagniamo terreno in direzione Melitopol»

    L’esercito ucraino sta avanzando e guadagnando terreno in direzione di Melitopol, città occupata dai russi nel sud dell’Ucraina: lo sostiene su Facebook lo Stato maggiore delle forze armate di Kiev. «Le forze di difesa dell’Ucraina continuano a portare avanti l’operazione offensiva in direzione di Melitopol, a guadagnare un punto d’appoggio sui confini raggiunti e a condurre una lotta di contro-batteria» si legge nel messaggio. I militari, nel loro report quotidiano, sottolineano come durante la giornata si siano «svolti più di 35 scontri al fronte», mentre i russi hanno lanciato «30 attacchi missilistici, 52 attacchi aerei e 35 attacchi Mlrs contro le posizioni delle nostre truppe e gli insediamenti popolati». Come risultato degli attacchi russi, «civili sono stati uccisi e feriti» e «gli edifici residenziali e altre infrastrutture civili sono stati distrutti», afferma lo Stato maggiore ucraino.

  • Eurogruppo, Cipollone unico candidato per board Bce

    «L’Italia è l’unico Paese ad aver proposto un candidato» al board della Bce al posto di Fabio Panetta: si tratta del vice governatore di Bankitalia Piero Cipollone. Ad annunciarlo è il presidente dell’Eurogruppo Paschal Donohoe. Oggi scadevano i termini per la presentazione dei candidati per il Comitato esecutivo di Eurotower. La candidatura di Cipollone, ha aggiunto Donohoe, sarà discussa all’Eurogruppo del 15 settembre, che si terrà a Santiago di Compostela.

  • Ex avvocato di Trump Giuliani perde causa per diffamazione sul voto in Georgia

    Rudy Giuliani, l’ex avvocato personale di Donald Trump, è responsabile di aver diffamato due funzionari elettorali della Georgia, che aveva accusato di mala gestione dello spoglio nelle elezioni del 2020. Lo ha stabilito il giudice federale Beryl Howell, ordinando ai legali di Giuliani di proporre tre date per il processo in cui si dovrà stabilire il danno e sanzionarlo per non aver prodotto alcuni documenti. Giuliani è imputato insieme a Donald Trump per la tentata sovversione del voto in Georgia.

  • Usa: «Putin e Kim hanno concluso un accordo sulle armi»

    «Abbiamo informazioni fondate sul fatto che Vladimir Putin e Kim Jong-un stanno comunicando da mesi sulla fornitura di armi della Corea del Nord a Mosca e queste comunicazioni porteranno nelle prossime settimane all’invio da parte di Pyongyang di migliaia di munizioni e altri equipaggiamenti militari». Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, John Kirby, in un briefing virtuale con un gruppo ristretto di giornalisti.

  • Seul, missile balistico nordcoreano verso mar del Giappone

    La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico verso il mar del Giappone. Lo riferisce l’agenzia sudcoreana Yonhap, in base a quanto comunicato dai militari di Seul.

  • Podolyak: «Guerra si sposta in Russia, non si può fermare»

    “La guerra si sta spostando sempre più verso il territorio della Russia, e non può essere fermata”. Lo ha scritto sulla piattaforma X Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, commentando gli attacchi dei droni contro l’aeroporto russo di Pskov. “Gli inviti a evitare qualsiasi attacco sul territorio legale della Russia appaiono strani e continuano a incoraggiare Mosca a continuare la sua aggressione” dice il consigliere di Zelensky che, però, chiarisce anche che “l’Ucraina si attiene rigorosamente all’obbligo di non utilizzare le armi dei suoi partner per colpire il territorio russo”.

  • Ministro Esteri cinese: indipendenza di Taiwan incompatibile con la stabilità

    «L’indipendenza di Taiwan è incompatibile con la stabilità nello Stretto di Taiwan». E’ la posizione espressa dal ministro degli Esteri cinese Wang Yi all’omologo britannico James Cleverly, incontrato a Pechino. Il Regno Unito «dovrebbe rispettare seriamente gli interessi fondamentali della Cina e attenersi alla politica della ’Unica Cina’», ha aggiunto Wang, secondo la diplomazia cinese. «Finché ci atteniamo al rispetto reciproco, ci trattiamo da pari a pari, consideriamo lo sviluppo reciproco in modo obiettivo e rafforziamo la comprensione e la fiducia reciproca, le nostre relazioni mostreranno vitalità e ampie prospettive».

  • La Svizzera annuncia nuove misure contro il riciclaggio di denaro

    Il governo di Berna ha annunciato oggi piani per un registro nazionale dei beneficiari effettivi finali di trust e strutture societarie nel paese. Si tratta di una novità assoluta per il paese e la misura è corredata da nuovi obblighi per gli avvocati di condurre verifiche approfondite sui loro clienti e segnalare eventuali elementi di sospetto alle autorità. Sebbene le leggi svizzere sul segreto bancario abbiano cominciato a essere smantellate dieci anni fa, il paese rimane uno dei principali centri mondiali per la ricchezza offshore. Quest’anno gli ambasciatori del G7 hanno criticato direttamente la Svizzera per il fatto di tollerare “scappatoie” nel suo sistema finanziario e legale che facilitano il riciclaggio di denaro sporco.

  • Borrell, Wagner continuerà a operare in Africa per Putin

    «Sono sicuro che un sostituto (di Prigozhin) sostituirà rapidamente il leader di Wagner morto in uno sfortunato incidente. D’altronde Wagner continuerà ad essere operativa in Africa perché è il braccio armato della Russia, non possono inviare l’esercito regolare, quindi mandano mercenari ma sono assolutamente allineati con il potere politico. I russi continueranno in Africa al servizio di Putin e continueranno a fare quello che fanno, che ovviamente non è contribuire alla pace nel Sahel o alla difesa delle libertà e dei diritti». Lo ha detto l’Alto rappresentate Ue per la politica estera, Josep Borrell, nella conferenza stampa al termine del Consiglio informale Ue Difesa a Toledo.

  • Cina: «Putin in visita a ottobre? No comment»

    «Il terzo Forum Belt and Road per la cooperazione internazionale si terrà entro fine anno. La Cina e i partner Bri (la Nuova Via della Seta) sono in contatto su questo. Daremo le informazioni a tempo debito». Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Wang Wenbin, rispondendo - secondo la trascrizione diffusa dal ministero - a una domanda sulle indiscrezioni di stampa secondo cui il presidente russo Vladimir Putin avrebbe accettato l’invito del leader cinese Xi Jinping e si recherà in visita in Cina a ottobre per il forum sulla Via della Seta. Sempre oggi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha parlato di contatti per un programma serrato di scambi di visite con la Cina a tutti i livelli, sostenendo sia prematuro indicare una data per un viaggio di Putin nel gigante asiatico.

  • Fukushima: premier del Giappone mangia pesce locale: «Sicuro e squisito»

    «Un pesce sicuro e squisito»: sono i termini che il premier del Giappone Fumio Kishida ha utilizzato, dopo aver mangiato le specialità ittiche pescate al largo della prefettura di Fukushima, dal branzino, alla sogliola e il polpo in stile sashimi, accompagnati dal riso raccolto nella regione - ma anche carne di maiale, verdure e frutta di stagione. In un video confezionato per l’occasione e messo a disposizione dei media, il leader conservatore assieme ad altri ministri dell’esecutivo ha creato un’ulteriore occasione per dimostrare l’impegno a dirimere ogni controversia legata al riversamento dell’acqua contaminata.

    Negli ultimi giorni Tokyo ha chiesto ripetutamente alla Cina - il maggior mercato estero a livello commerciale - di revocare il divieto sulle importazioni di prodotti ittici, deciso all’indomani della decisione di riversare l’acqua contaminata dalla centrale, minacciando di presentare un reclamo presso l’Organizzazione Mondiale del Commercio (Omc). Kishida ha anche dichiarato che entro la fine di questa settimana presenterà un piano di sostegno per le associazioni di pescatori penalizzati dal bando, dopo aver già approvato due fondi separati, uno di 30 miliardi di yen (188 milioni di euro), e l’altro di 50 miliardi di yen, per sopperire al danno di immagine dell’industria ittica locale, e assistere i pescatori a nord est dell’arcipelago nel mantenimento delle loro attività.

    Fukushima, Kishida mangia pesce crudo: "E' sicuro e delizioso"
  • Kuleba: «Presa di Robotyne apre la strada verso la Crimea»

    Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha dichiarato che la conquista di Robotyne, nella regione di Zaporizhzhia, apre la strada all’esercito ucraino verso Sud, anche in direzione della Crimea. Il discorso è stato pronunciato alla conferenza degli ambasciatori francesi e pubblicato sul sito del ministero degli Esteri. Il lavoro di un gruppo delle forze armate ucraine «ha permesso a un’intera brigata di attaccare Robotyne e di liberarla dopo settimane di assalti» ha detto Kuleba, aggiungendo che «dopo averne messo in sicurezza i fianchi, ci siamo aperti la strada verso Tokmak e, infine, Melitopol e il confine con la Crimea».

    Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. (AP Photo/Sophie Garcia)

  • L’economia Usa cresce meno delle attese, Pil +2,1%

    L’economia americana è cresciuta nel secondo trimestre del 2,1%, meno delle attese e della prima stima che indicava una crescita del 2,4%.

  • Usa: +177.000 posti lavoro settore privato ad agosto, dato più basso da marzo 2022

    L’occupazione nel settore privato statunitense è aumentata ad agosto meno delle attese. Secondo il rapporto mensile redatto da Automatic Data Processing (Adp), l’agenzia che si occupa di preparare le buste paga, sono stati creati 177.000 posti di lavoro rispetto al mese precedente, mentre le previsioni erano per la creazione di 200.000 posti di lavoro. Si tratta del numero più basso dal marzo 2022. Il dato di luglio è stato rivisto da 324.000 a 371.000. I salari sono cresciuti del 5,9% su base annuale, in calo dal 6,2% annuale del mese precedente e il dato più basso dall’ottobre 2021. Nel complesso, i servizi hanno aggiunto 154.000 posti, i produttori di beni 23.000. Tra i settori, quello dell’ospitalità e intrattenimento ha aggiunto 30.000 posti di lavoro, il manifatturiero 12.000, le costruzioni 6.000. Le società con meno di 50 dipendenti hanno aggiunto 18.000 posizioni, quelle con oltre 500 lavoratori hanno aggiunto 83.000 posti di lavoro, quelle di medie dimensioni hanno aggiunto 79.000 posti.

  • Morte Prigozhin, Mosca non esclude “crimine pianificato”

    Il Cremlino ha affermato oggi che l’incidente aereo in cui ha perso la vita il capo del Gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, e altre nove persone potrebbe essere stato causato deliberatamente. Lo ripota la Tass. “Dal momento che l’indagine non ha ancora prodotto alcun risultato, non posso darvi una formulazione precisa ma, ovviamente, sono state prese in considerazione diverse ragioni tra cui, diciamo, un crimine pianificato”, ha detto ai media il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

  • Spagna, Feijóo chiede appoggio a Sanchez per governo di 2 anni

    Il leader del Partito Popolare spagnolo Alberto Núñez Feijóo, ha proposto al premier ad interim socialista, Pedro Sanchez, di astenersi per facilitare la sua investitura come premier per guidare un governo ’breve’ di due anni che implichi l’approvazione di sei Patti di Stato, in modo da evitare nuove elezioni in breve tempo e di lasciare troppo potere decisionale in mano agli indipendentisti catalani. Ne danno notizia i media spagnoli. Al termine di due anni, secondo la proposta di Feijóo si terrebbero nuove elezioni nazionali. Oggi Feijóo ha incontrato Sanchez al Congresso dei deputati nell’ambito dei contatti che il PP sta tenendo con tutte le forze politiche in vista della sessione d’investitura del popolare in programma il 26 e 27 settembre. L’incontro è durato appena un’ora. Sembra difficile che Sanchez possa accettare questa proposta visto che aspira a rimanere alla Moncloa e anche lui è in trattative con le varie forze politiche per arrivare alla maggioranza assoluta al Congresso dei deputati.

    Spagna, re Filippo VI ha chiesto a Feijòo formare nuovo governo
  • Cremlino, “al lavoro per individuare punto partenza droni e prevenire attacchi”

    Il Cremlino ammette che non è ancora stato individuato il punto da cui partono i droni ucraini coinvolti negli attacchi contro obiettivi in Russia, come quello di questa notte. Stiamo lavorando per arrivarci e prevenire altri attacchi, ha affermato il portavoce, Dmitry Peskov, sottolineando che il Presidente Vladimir Putin viene aggiornato in modo costante sugli attacchi ucraini.

  • Ucraina: Mosca, ”colpita nave militare di Kiev al largo Isola dei Serpenti”

    “Un aereo da caccia russo Su-30 dell’aviazione navale ha distrutto un’imbarcazione militare ad alta velocità delle forze armate ucraine a est dell’isola dei Serpenti nel Mar Nero”. Lo ha reso noto il ministero della Difesa della Federazione Russa.

  • Raid droni ucraini su Bryansk, Belgorod, Mosca, Oryol, Kaluga, Ryazan e Pskov

    Le forze ucraine hanno bombardato diverse regioni del centro e dell’est della Russia in quello che viene descritto come l’attacco con droni più intenso dall’inizio della guerra nel febbraio del 2022: Belgorod, Bryansk. Oryol, Kaluga, Ryazan, Mosca e Pskov, come ha denunciato il ministero della Difesa. Nella notte sono state distrutte nel Mar Nero, secondo Mosca, quattro motoscafi con 50 unità delle forze speciali ucraine. Il governatore di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, ha elencato le località colpite, precisando che non ci sono state vittime: “il paesino di Sereda, nel distretto di Shebekinsky, è stato colpito da proiettili di artiglieria 17 volte. Novaya Tavolzhanka, dieci, e 13 da colpi di mortaio. Belyanka 15 volte, Krasnoye sei e Pankov quattro. Un drone ha poi colpito il villaggio di Bezyumeno, nel distretto di Graivoronsky. Un altro ha fatto cadere munizioni a grappolo su Gorkovsky. Colpi di mortaio sono caduti su Novostroyevka-Vtoraya, Dronovka, Smorodino e Bezyumeno. Sulla città di Bryansk, nella regione omonima, è precipitato un drone, abbattuto dalla difesa aerea russa, che ha causato danni ma non vittime, ha aggiunto il governatore, Aleksandr Bogomaz, denunciando che l’obiettivo dell’attacco era la torre per le telecomunicazioni. Ma sono almeno sei le regioni della Russia centrale e orientale colpite agli attacchi di Kiev nella notte.

  • Intelligence Regno Unito: russi si rifiutano di combattere, morale esercito a terra

    “L’elevato tasso di condanne ai soldati russi che si rifiutano di combattere dimostra il cattivo stato del morale dell’esercito russo”: lo scrive il ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento quotidiano di intelligence. Il 25 agosto scorso due soldati russi sono stati condannati da un tribunale militare a scontare almeno due anni in una colonia penale per essersi rifiutati di obbedire all’ordine di tornare al fronte in Ucraina, si legge nel rapporto pubblicato su X.

    Il 18 luglio scorso, ricordano gli esperti di Londra, Mediazona aveva riferito che la Russia stava condannando quasi 100 soldati a settimana che si rifiutavano di combattere. “Se questa tendenza continua - prosegue il documento -, ci saranno circa 5.200 condanne all’anno per rifiuto di combattere”. Questa situazione “riflette probabilmente la mancanza di addestramento, di motivazione e le situazioni di forte stress che le forze russe devono affrontare lungo l’intero fronte ucraino - conclude il rapporto -. Sebbene alcuni soldati si siano rifiutati di combattere e i tassi di logoramento rimangano elevati, la Russia probabilmente attenua le proprie perdite impegnando in prima linea una massa di soldati scarsamente addestrati”.

  • Tajani, Italia per soluzione diplomatica in Niger e Gabon

    “L’Italia continua a essere impegnata per una soluzione diplomatica della crisi in Niger e anche della più recente in Gabon, lavorando in stretto coordinamento con i partner”: lo ha affermato il ministro degli Esteri e vicepremier Antonio Tajani, citato in una nota della Farnesina, aggiungendo che “è fondamentale che i Paesi europei mantengano una piena unità d’intenti nella ricerca di una via d’uscita pacifica che assicuri pace e stabilità all’intera regione del Sahel, lavorando d’intesa coi partner regionali”.

  • Gabon: Pechino, sia garantita sicurezza presidente Bongo

    La Cina “presta molta attenzione allo sviluppo della situazione in Gabon e invita le parti interessate in Gabon a tenere conto degli interessi fondamentali del Paese e del popolo, superando le differenze in modo pacifico, attraverso il dialogo e ripristinando il normale ordine il prima possibile, nonché garantendo la sicurezza personale del presidente” Ali Bongo. Lo ha detto il portavoce del ministero cinese degli Ester Wang Wenbin commentando la situazione in Gabon, dove un gruppo di militari ha annunciato di aver preso il potere, di aver annullato il risultato delle ultime elezioni e di aver sciolto le istituzioni repubblicane. Lo riportano i media cinesi.

  • Mosca, “attacchi droni a Russia mostrano agonia di Kiev”

    Il massiccio attacco di droni ucraini contro varie parti del territorio russo la scorsa notte è un segno della “agonia” e dello “stallo” in cui si trova “il regime di Kiev”. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, citata dall’agenzia Tass. “Ovviamente - ha affermato la portavoce - questa agonia del regime di Kiev, l’odio, la rabbia e la mancanza di ogni prospettiva nello sviluppo del Paese hanno portato a queste azioni terroristiche, non ci sono più opzioni, uno stallo assoluto”.

  • Gabon: Bongo aveva vinto elezioni con 64,2% dei voti

    Questa mattina, del colpo di mano da parte dei militari, il presidente del Gabon Ali Bongo Ondimba, era stato proclamato vincitore delle ultime elezioni presidenziali con il 64,2% di voti ottenuti. Nel giro di pochi minuti si sono sentiti colpi di arma da fuoco nel centro della capitale, Libreville. In seguito alcuni militari in uniforme sono apparsi alla tv di stato annunciando di aver preso il potere, di aver annullato il risultato delle elezioni e di aver sciolto le istituzioni repubblicane.

    Alle presidenziali Bongo era a caccia del terzo mandato, dopo essere succeduto nel 2009 al defunto padre Omar Bongo che aveva governato il Paese per 41 anni. Alle elezioni Ali Bongo aveva dovuto affrontare una coalizione di opposizione guidata dal professore di economica ed ex ministro dell’Istruzione Albert Ondo Ossa. Non è la prima volta, negli ultimi anni, che in Gabon va in scena un tentativo di colpo di stato. Nel 2019, mentre Bongo si trovava in Marocco per riprendersi da un ictus, un gruppo di soldati ribelli ha cercato di prendere il potere venendo, però, rapidamente sopraffatto.

  • Argentina: 16 ergastoli a militari e agenti di ultima dittatura

    Sedici ex militari e agenti di polizia accusati in Argentina di crimini contro l’umanità durante l’ultima dittatura militare sono stati condannati all’ergastolo da un tribunale penale di Rosario. Nell’ambito della causa denominata ’Guerrieri IV’, riferisce l’agenzia di stampa Telam, la corte ha emesso le sentenze per reati lesivi dei diritti umani, fra cui omicidio aggravato, tortura, vessazioni, sparizioni forzata, sottrazione di minori e privazione illegittima della libertà.

    I 16 condannati, secondo quanto esposto nel corso del dibattimento dal pm Adolfo Villate, hanno agito in modo repressivo e illegale nei confronti di 116 persone, di cui 54 avevano già fatto parte dei precedenti capitoli della cosiddetta ’Mega causa Guerrieri”. Il verdetto del tribunale, si precisa, risponde in pieno alle pene richieste dal pubblico ministero, basate sulle denunce delle associazioni di difesa dei diritti umani come H.I.J.O.S. Rosario e l’Assemblea permanente per i diritti umani (Apdh).

    Secondo l’accusa, i reati sono stati commessi dagli imputati nella rete di centri clandestini conosciuti a Rosario e Gran Rosario come ’Quinta de Funes’, ’Escuela Magnasco’, ’La Intermedia’, ’La Calamita’, e in quello che operava nella ex fabbrica di armi ’Domingo Matheu’.

  • Gabon: Farnesina invita gli italiani alla prudenza

    Il ministero degli Esteri segue la situzioni in Gabon e invita alla “prudenza” gli italiani che si trovano nel Paese. “Gabon. La Farnesina monitora l’evoluzione della situazione nel Paese. Ambasciata a Libreville operativa. Invitiamo i connazionali alla prudenza. Per qualsiasi emergenza o segnalazione è possibile contattare la nostra Unità di Crisi al numero +39 06 36225”, scrive il ministero su X.

  • Borrell, “se confermato golpe in Gabon aumenta instabilità”

    “La situazione in Gabon è confusa. Se il golpe militare sarà confermato, ciò accrescerà l’instabilità nell’intera regione. Ne discuteremo”. Lo ha detto l’Alto Rappresentante Ue per la politica estera Josep Borrell prima del Consiglio Ue informale dei ministri della difesa a Toledo. “Tutta la regione è in una situazione veramente difficili. E oggi i ministri della Difesa e quelli degli Esteri domani discuteranno di come mettere in campo la nostra strategia. E’ un dossier importante per l’Europa”, ha aggiunto.

  • Kiev, ”distrutti 43 obiettivi aerei russi su 44”

    Kiev ha distrutto nella notte tutti i missili da crociera (28) e 15 dei 16 droni lanciati da Mosca: lo ha reso noto su Telegram il capo delle forze armate ucraine, Valerii Zaluzhnyi. “In totale sono stati registrati 44 obiettivi aerei nemici: 28 missili X-101/X-555/X-55 sono stati lanciati da 11 aerei strategici Tu-95Ms dal Mar Caspio e dalla zona di Engels, 16 droni d’attacco Shahed-136/131 dalle direzioni sud e nord... Le forze e i mezzi di difesa aerea della ’Aeronautica militare... hanno distrutto tutti i 28 missili da crociera e 15 droni d’attacco Shahed nelle regioni di Kyiv, Cherkasy, Odessa e Mykolaiv”, ha scritto Zaluzhnyi.

  • Ucraina, autorità: è peggior attacco su Kiev dalla primavera

    Kiev ha vissuto questa notte il suo più peggior attacco “dalla scorsa primavera”, hanno detto stamattina le autorità militari locali dopo che due persone sono state uccise e altre tre ferite in un raid di missili e droni russi sulla capitale ucraina.

    Più di 20 tra missili e droni sono stati “distrutti dalle forze di difesa aerea” durante le prime ore di oggi, ha scritto su Telegram l’amministrazione militare di Kiev. Le forze russe hanno scagliato gruppi di velivoli senza pilota d’attacco Shahed di fabbricazione iraniana contro la capitale da diverse direzioni e hanno lanciato missili da aerei, hanno aggiunto le autorità della capitale ucraina.

    I soccorritori lavorano in un sito di edifici danneggiati nella notte dall’attacco di droni e missili russi, nel contesto dell’attacco della Russia all’Ucraina, nella regione di Kyiv, Ucraina, 30 agosto 2023 (foto Reuters/Servizio stampa del Servizio di emergenza ucraino)

  • Media, ”almeno 10 droni contro l’aeroporto russo di Pskov”

    Almeno 10 droni hanno attaccato nella notte l’aeroporto russo di Pskov: lo scrive questa mattina Rbc-Ucraina, che cita canali Telegram locali. Dopo l’attacco, che ha danneggiato almeno quattro aerei da trasporto strategico Ilyushin Il-76, le truppe russe hanno spostato i rimanenti aerei da trasporto: almeno cinque velivoli hanno lasciato lo scalo durante la notte, riferiscono le stesse fonti.

  • Gabon, militari: “Elezioni annullate e istituzione sciolte”

    Un gruppo di una decina di soldati gabonesi ha annunciato oggi con un comunicato stampa letto sul canale televisivo statale Gabon 24 l’annullamento delle elezioni e lo scioglimento di “tutte le istituzioni della Repubblica” del paese dell’Africa centrale.

    Dopo aver constatato “un governo irresponsabile e imprevedibile che provoca un continuo deterioramento della coesione sociale che rischia di portare il Paese nel caos, abbiamo deciso di difendere la pace ponendo fine all’attuale regime”, ha detto uno dei soldati intervenendo a nome del “Comitato per la transizione e il ripristino delle istituzioni”.

  • Usa, turbolenza su un volo Delta Milano/Atlanta, 11 persone in ospedale

    Undici Passeggeri imbarcati a bordo di un volo Delta Air Line sono state portate in ospedale dopo che l’aereo è incappato in una turbolenza in fase di atterraggio ad Atlanta. La Federal Aviation Administration spiega che il volo 175, partito da Milano, in Italia, ha registrato i problemi causati dalla turbolenza mentre su trovava a circa 40 miglia a nord-est dell’aeroporto internazionale di Hartsfield-Jackson Atlanta. Delta afferma che sono rimasti feriti sia alcuni membri dell’equipaggio che alcuni passeggeri e sono stati portati in ospedale. L’Airbus A350 è comunque atterrato in sicurezza all’aeroporto poco prima delle 19. L’aereo trasportava 151 passeggeri e 14 membri dell’equipaggio. Ai passeggeri non feriti sono stati offerti cibo, alloggio e una nuova prenotazione. La FAA ha dichiarato che indagherà sull’incidente.

  • Mosca, chiuso spazio aereo sopra oblast di Tula

    Nella notte è stato chiuso lo spazio aereo sopra l’oblast russo di Tula, secondo i media locali. La notizia arriva mentre sono in corso diversi attacchi e abbattimenti di droni sul territorio russo. La regione di Tula confina con quella di Mosca, dove ugualmente lo spazio aereo ha subito chiusure nelle prime ore di oggi.

  • Mosca, chiusi tre aeroporti della capitale

    Gli aeroporti moscoviti di Domodedovo, Vnukovo e Sheremetyevo sono stati temporaneamente chiusi. Lo rendono noto i servizi del trasporto aereo russo citati dall’agenzia Tass, dopo che il ministero della Difesa di Mosca ha annunciato l’abbattimento di un drone militare sulla regione della capitale russa.

  • Mosca, quattro Il-76 danneggiati in attacco di droni su aeroporto Pskov

    Quattro aerei Il-76 sono stati danneggiati nell’attacco con droni che ha preso di mira l’aeroporto Pskov, in Russia. Lo riferiscono i servizi di emergenza russi. Lo riporta la Tass. In precedenza il governatore della regione di Pskov, Mikhail Vedernikov, su Telegram aveva comunicato che era stato respinto un attacco con droni sullo scalo aereo e che non si erano registrate vittime. Il raid ha provocato un incendio nell’aeroporto.

  • Kiev, due morti in attacco russo su capitale

    A seguito di un attacco missilistico su Kiev almeno due persone sono morte e altre sono rimaste ferite. Lo riporta Ukrainska Pravda che cita un post su Telegram dell’amministrazione militare della capitale. Rottami sono caduti nel distretto Shevchenkovsky di Kiev. “I servizi antincendio e di soccorso continuano a lavorare nei luoghi in cui sono caduti i detriti”, ha detto il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko.

  • Gabon, militari: frontiere chiuse fino a nuovo ordine

    I militari che in Gabon hanno annunciato oggi l’annullamento delle elezioni e lo scioglimento di “tutte le istituzioni della Repubblica” del paese dell’Africa centrale hanno deciso anche la “chiusura delle frontiere fino a nuovo ordine”.

  • Podolyak, su Crimea negoziati ora fuori questione

    “Mosca continua a illudersi di avere le risorse per tenersi una parte dei territori occupati, occorre che subisca sconfitte tattiche significative sulla linea del fronte. Solo questo, oltre all'intensificazione dei conflitti nell'entourage di Putin, costringerà i russi ad una valutazione più realistica della situazione. Ne consegue che in questo momento ogni negoziato è fuori questione”. Così il consigliere presidenziale ucraino, Mykhailo Podolyak, nel corso di un’intervista al Corriere della Sera, chiarisce le parole di Volodymyr Zelensky che sembravano aprire a una possibile soluzione politica sulla Crimea.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti