ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

I venti di ripresa spingono le Borse: Milano brilla con il risiko bancario

Prevale l'ottimismo per una ripresa economica più forte. Avanza Wall Street, ormai a ridosso di nuovi record. Vola anche il comparto auto

di Chiara Di Cristofaro e Cheo Condina

La giornata dei mercati

Prevale l'ottimismo per una ripresa economica più forte. Avanza Wall Street, ormai a ridosso di nuovi record. Vola anche il comparto auto


3' di lettura

I venti di ripresa, con il balzo della fiducia tedesca (Zew) e delle vendite di auto in Cina, uniti all'attesa del nuovo maxi pacchetto di aiuti Usa all'economia con l'ipotesi detassazione del capital gain, spingono le Borse europee con Milano maglia rosa (+2,84%) grazie alla fiammata del comparto bancario. Ad alimentare gli acquisti contribuiscono anche il
balzo di Wall Street, che sfiora il record ma poi chiude negativa (Dj -0,37%, Nasdaq -1,69%), e le rinnovate speranze per un vaccino anti Covid (la Russia oggi ha annunciato il proprio, seppur tra lo scetticismo generale) mentre l'oro registra la flessione piu' significativa degli ultimi cinque mesi con il prezzo spot che cala del 3,5% a 1957 dollari l'oncia.
A Piazza Affari tiene banco il risiko bancario. A partire da Banco Bpm (+7%) dopo che il Ceo Castagna ha aperto a possibili aggregazione e da Mediobanca (+5,9%) con Delfin ormai pronta a salire nel capitale non appena ricevuto l'imminente ok della Bce. Acquisti anche sul settore auto e
dunque su Fca (+5,3%) e di riflesso su Pirelli (+6,2%) mentre chiudono deboli Amplifon e Inwit. Fuori dal listino principale brilla Iniziative Bresciane (+15,6%) dopo l'offerta a premio di Dolomiti Energia per entrare nel capitale e rimbalza la Roma (+11%) nonostante Friedkin abbia
confermato l'Opa a forte sconto.
Sul mercato valutario l'euro vale 1,177 dollari (da 1,1763 di ieri) e 125,4 (da 124,44 yen). Dollaro/yen a 106,47 (da 105,8). Sale ancora il greggio con il Wti a 42,4 dollari (+1,2%).

Segnali positivi da Germania e Cina

Positivo anche il dato sulle vendite di auto in Cina, che a luglio sono salite del 7,9% e stanno alimentando gli acquisti sul comparto auto. Un altro elemento di fiducia arriva dall'indice Zew tedesco balzato in agosto a 71,5 punti dai 59,3 di luglio. Restano sullo sfondo le tensioni tra Stati Uniti e Cina, con i botta e risposta a colpi di sanzioni mirate e dichiarazioni poco accomodanti. Attenzione anche ai numeri del contagio da coronavirus, con i casi nel mondo arrivati a 20 milioni, mentre il numero dei ricoveri negli stati americani più colpiti dal virus (New York, California e Texas) ha registrato un rallentamento e dalla Russia arriva la notizia della registrazione del primo vaccino anti-Covid.

Positiva Wall Street, Trump valuta taglio tasse su capital gain

In rialzo gli indici americani (escluso il Nasdaq), con i listini che beneficiano delle notizie di un riavvicinamento delle parti sulla prossima parte del piano fiscale Usa, dopo le dichiarazioni del Segretario al Tesoro Mnuchin (“ascolterò ogni proposta dei democratici”) e della speaker della Camera, Pelosi, che spera in una ripresa delle negoziazioni al più presto. Inoltre, sottolineano gli analisti di Mps Capital Services, Trump ha dichiarato di stare considerando “molto seriamente” la possibilità di un taglio delle tasse sui capital gain (si era opposto a tale proposta lo scorso settembre). Il presidente starebbe valutando anche l’ipotesi di un taglio sulle tasse dei redditi della classe media. Intanto, sul fronte macro, i prezzi alla produzione a luglio sono saliti dello 0,6% meglio delle stime.

Rally di Mediobanca, Bce pronta a dare ok a salita Del Vecchio

Mediobanca chiudevin corsa a Piazza Affari, in attesa del via libera della Bce alla Delfin di Del Vecchio per salire al 20%. Il titolo è in testa al listino milanese e avanza di oltre 5 punti percentuali. Oggi un articolo del Sole 24 ore scrive che l'ok della Bce alla Delfin di Del Vecchio a salire fino al 20% di Mediobanca è atteso dopo Ferragosto, comunque entro il 24 agosto quando scade il termine dei 60 giorni dalla richiesta inoltrata dalla finanziaria di Del Vecchio. "La notizia aumenta l`appeal speculativo su Mediobanca e Generali, creando un forte supporto specialmente su Mediobanca", commentano gli analisti d iEquita che sul titolo hanno un giudizio buy con target price a 9 euro. Forti acquisti anche su Generali.

Acquisti sulle auto, banche in fermento

Gli acquisti sull'azionario premiano soprattutto il comparto auto, dopo il buon dato sulle vendite in Cina a luglio, salite del 7,9%. A Piazza Affari in evidenza anche Fca. In fermento tutto il comparto bancario, con Bpm in evidenza dopo le dichiarazioni del ceo Castagna al Sole 24 ore che aprono la porta a possibili aggregazioni, dopo il successo dell'offerta di Intesa -Ubi. In coda al listino principale le utility, ma fuori dal Ftse Mib balza Investimenti Bresciani (Inbre) dopo l'offerta per l'acquisto del 16% da parte di Dolomiti Energia.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti