ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Piazza Affari svetta in Europa con occhi sulla Fed. Gas, nuovi massimi a 241 euro

Tornano gli acquisti anche sul petrolio. A Milano Opa dei fondi Alpha e Peninsula su Prima Industrie

di Paolo Paronetto

La Borsa, gli indici del 18 agosto 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Seduta in cauto rialzo per le Borse europee, strette nella morsa tra crescita economica e inflazione. Se infatti l'ultima sequenza di dati macroeconomici americani (sussidi di disoccupazione, superindice e vendite di case esistenti), migliore delle previsioni, ha allontanato da una parte, almeno momentaneamente, i timori di recessione, dall'altra può fornire nuovi argomenti alla Fed per non rallentare la stretta di politica monetaria. Il tutto all'indomani della pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione del Fomc, in cui i governatori hanno riconosciuto il rischio per l'economia rappresentato da un rialzo troppo rapido dei tassi, ma hanno anche ribadito la necessità di contrastare un'inflazione ancora non sotto controllo. Piazza Affari si è comunque distinta tra i listini del Vecchio Continente mettendo a segno un rialzo dell'1% sul FTSE MIB, mentre torna a mordere il caro energia, con petrolio in rialzo e gas a nuovi massimi di chiusura a 241 euro per megawattora. Tra i principali titoli milanesi, Stmicroelectronics ha approfittato delle indicazioni incoraggianti arrivate dal colosso americano Cisco. Acquisti anche su Interpump Group, mentre il rialzo del prezzo del petrolio ha sostenuto Tenaris ed Eni. Deboli invece Leonardo - Finmeccanica e Telecom Italia. Nel resto del listino Prima Industrie è balzata verso i 25 euro, prezzo pagato dai fondi Alpha Private Equity e Peninsula per il 50,1% e a cui sarà lanciata l'opa sul restante capitale.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Sul fronte prezzi sono arrivati anche i numeri dell'inflazione europea a luglio, balzata dell'8,9% a livelli record, dall'8,6% di giugno. Confermata quindi la stima preliminare di Eurostat. Un anno prima, il tasso era del 2,2%. L'inflazione annuale dell'Unione Europea si è attestata al 9,8% a luglio 2022, rispetto al 9,6% di giugno. Il rialzo è legato prevalentemente all'aumento dei prezzi energetici.

Loading...

Intanto, la banca centrale norvegese ha alzato i tassi di interesse di 0,5 punti percentuali all'1,75% dall'1,25%. E annuncia ulteriori possibili rialzi.

Bene i dati Usa

Sul fronte macroeconomico, negli Stati Uniti il numero dei lavoratori che per la prima volta hanno richiesto i sussidi di disoccupazione, nella settimana terminata il 13 agosto, è diminuito di 2.000 unità a 250.000, secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro; le attese erano per un dato a 260.000. Meglio delle attese anche l'indice del settore manifatturiero nell'area di Philadelphia, tornate positive dopo due mesi sotto la parità, precedute da 24 letture positive consecutive. L’indice calcolato dalla Federal Reserve di Philadelphia è aumentato da -12,3 a 6,2 punti, contro attese per un -5.

Il superindice dell'economia statunitense, redatto dal gruppo di ricerca privato Conference Board, è diminuito a luglio per il quinto mese consecutivo. Lo scorso mese, è sceso dello 0,4% a 116,6 punti, comunque meno delle attese (-0,5%), dopo il -0,7% di giugno (rivisto dall'iniziale -0,8%). A luglio, infine, in deciso calo ma leggermente meglio delle attese, le vendite di case esistenti negli. L'indicatore, stilato dall'associazione di settore National Association of Realtors (Nar), è sceso del 5,9% rispetto al mese precedente a un tasso annualizzato di 4,81 milioni di unità, la peggior lettura dal novembre 2015, contro stime per un dato in calo del 6,1%.

Wall Street chiude sostanzialmente stabile, con il Dow Jones che sale dello 0,06 per cento.

A Piazza Affari l'Opa su Prima Industrie

Tiene Piazza Affari con il FTSE MIB che resta comunque sotto i 23mila punti. In luce gli industriali, gli acquisti premiano soprattutto Tenaris, Prysmian, Iveco Group e Stellantis, si muove bene anche Moncler. Poste Italiane è ben intonata con il giudizio positivo degli analisti di Berenberg che hanno avviato la copertura con un buy e target price a 12 euro. Resta indietro invece Telecom Italia dopo che Jefferies ha ridotto il prezzo obiettivo a 0,34 euro da 0,44, confermando il buy. Fuori dal listino principale svetta Prima Industrie che viaggia verso il prezzo dell'offerta dei fondi Alpha e Peninsula. Dopo aver acquistato il 50,1% del capitale lanceranno un'opa a 25 euro per azione.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Spread stabile a 222 punti

Sull'obbligazionario, chiusura stabile per lo spread tra BTp e Bund, sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato europei, all'indomani di una seduta dominata da un movimento generalizzato di rialzi dei rendimenti di tutto il comparto europeo dei titoli sovrani. Alla chiusura degli scambi il differenziale di rendimento tra il Btp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco si è fermato a 222 punti base, sullo stesso livello del finale di ieri. Il rendimento dei titoli italiani sale al 3,32% dal 3,30% registrato al closing ieri e dal 3,14% del riferimento precedente. Continua a salire anche il rendimento del Bund, indicato in chiusura all'1,09% dall'1,08% dell'ultimo riferimento di ieri e dallo 0,99% del closing di martedì.

Il greggio torna a salire, gas a nuovi massimi

Sul mercato valutario, il dollaro riprende a salire e spinge l'euro a 1,0128 per un dollaro (da 1,016 ieri in chiusura), mentre l'euro/yen è a 136,89 (da 137,63) e il dollaro/yen a 135,14 (da 135,36). Sul fronte dell'energia, aggiorna i massimi in chiusura il prezzo del gas in Europa, a 241 euro al megawattora (+6,7%). In rialzo anche il prezzo del petrolio dopo la nuova riduzione delle scorte americane: il Brent tratta a 96,03 dollari (+2,54%) mentre il Wti è scambiato a 90,23 dollari (+2,41%).

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti