ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

Si ferma la caduta del Nasdaq. Per Wall Street giornata positiva. Milano chiude a +2%

Wall Street rimbalza con decisione e trascina i mercati europei che si lasciano così alle spalle i timori per lo stop al vaccino ancti-Covid di AstraZeneca. Attesa per la Bce

di Cheo Condina

La giornata dei mercati

Wall Street rimbalza con decisione e trascina i mercati europei che si lasciano così alle spalle i timori per lo stop al vaccino ancti-Covid di AstraZeneca. Attesa per la Bce


3' di lettura

Si arresta la caduta del Nasdaq e dei tecnologici e sui listini europei torna, almeno per oggi, il sereno nonostante lo stop alla sperimentazione del vaccino anti Covid di AstraZeneca e Oxford. Le Borse del Vecchio Continente hanno così chiuso sui massimi di giornata con Milano a +2%: il rally ha preso consistenza soprattutto nel pomeriggio con l'apertura di Wall Street, dove gli indici rimbalzano ora con decisione (Nasdaq +2,3% dopo il -10% delle ultime tre giornate). Agli acquisti ha contribuito, ma in misura inferiore, anche l'attesa per la riunione della Bce di domani che non dovrebbe tuttavia apportare modifiche rilevanti all'attuale politica monetaria ma, al massimo, preparare il terreno per interventi futuri.

Alla fine Wall Street chiude in territorio positivo. Il Dow Jones sale dell'1,60% a 27.940,67 punti, il Nasdaq avanza del 2,71% a 11.141,57 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 2,02% a 3.399,06 punti.

A Piazza Affari brillano Stmicroelectron (+7%) e Diasorin (+5,5%) oltre a Inwit (+5,7%) che beneficia delle nuove scommesse del mercato su una possibile aggregazione tra Ei Towers e Rai Way. Acquisti anche su Snam Rete Gas (+3,4%) e in generale sulle utility con la prospettiva che al settore possano essere dirottati 4,5 miliardi derivanti dal Recovery Fund. Deboli invece il settore auto e Leonardo - Finmeccanica (-1,4%).

Fuori dal listino principale in altalena Mediaset che alla fine chiude in rialzo del 2% (aveva aperto in forte ribasso) dopo la perdita di quasi 19 milioni nel primo semestre e lo stallo con Vivendi. Brillano infine Astm (+7,7%) dopo l'acquisto a premio dell'1,6% da parte di Ardian e Cattolica Ass (+5,6%) grazie all'ok di Ivass alla trasformazione in spa.

Infine sul mercato dei cambi l'euro vale 1,181 dollari (dagli 1,1790 della chiusura di ieri). Il biglietto verde vale anche 106,2 yen (105,97) mentre il rapporto euro/yen è a 125,51 (125,20). Recupera il greggio dopo il crollo di ieri con il Wti a 37,6 dollari (+2,2%).

Tesla in recupero, acquisti sui tech

Rimbalzo dei titoli tech Wall Street, dopo il crollo delle precedenti tre sessioni, conclusesi con una perdita per il Nasdaq Composite superiore al 10%. A guidare i rialzi sono due dei titoli che hanno maggiormente sofferto negli ultimi giorni: Tesla, che ieri ha registrato il peggior calo giornaliero con un -21% e Apple, che ieri ha ceduto oltre il 6% tornando sotto una capitalizzazione di 2.000 miliardi di dollari,. Tra i titoli da seguire in giornata c'e' quello di Tiffany (in forte calo): la catena di gioiellerie ha intentato causa contro Lvmh Moet Hennessy-Louis Vuitton, in risposta all'annuncio del gruppo francese del lusso, che si e' detto "impossibilitato a realizzare l'operazione di acquisizione" da 16,2 miliardi di dollari della società statunitense.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Occhi puntati sulla correzione dei tech e sulla Bce

Gli investitori sperano che la correzione del settore tech Usa possa essere terminata e si concentrano sulla riunione del consiglio direttivo Bce in calendario domani. "La ripresa dei mercati da marzo ha avuto la forma della lettera K- spiega Luigi Nardella di Ceresio Investors - i grandi beneficiari del lockdown (Microsoft, Amazon, Alphabet, Apple ) hanno raggiunto valutazioni piuttosto elevate, seppur sostenute da una forte crescita o resilienza dei profitti, mentre i settori più colpiti –(trasporti, energia, alberghiero) sono rimasti molto indietro. Quindi, aggiunge, "assistiamo sui mercati a nervosismo da sovravalutazione e ipercomprato da un lato ed elevata incertezza sulla normalizzazione legata all’andamento dei contagi e alla rapidità di arrivare al vaccino dall’altra".

BoT, assegnati annuali per 7 mld, rendimento scende a -0,225%

Rendimento in calo per i BoT annuali assegnati dal Tesoro. Sono stati emessi 7 miliardi di Buoni a 12 mesi scadenza 14/09/2021 spuntando un rendimento pari a -0,225%, in flessione di 3 centesimi rispetto all'asta del mese precedente. Buona la domanda che si è attestata a 12,9 miliardi di euro, con un rapporto tra domanda e offerta pari a 1,84. Il regolamento dell'asta cade sul prossimo 14 settembre.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti