ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEuropa

Ultime notizie mondo. Bucarest, drone russo caduto non è un atto di aggressione. Blinken: aiuti Usa per potenziare controffensiva di Kiev

Il presidente ucraino Zelensky denuncia un raid russo su un mercato nel Donesk in cui sono morte 17 persone. 'Disumanità assoluta. Persone che non hanno fatto nulla di male'. Bucarest denuncia: 'Frammenti di un drone russo caduti sul territorio romeno'. Il presidente Iohannis parla di 'grave violazione della sovranità di un Paese Nato' se fosse confermata la provenienza. Blinken a sorpresa a Kiev, dove annuncia un pacchetto di aiuti da un miliardo di dollari.

Ucraina, il momento dell'esplosione in un mercato nel Donetsk
  • Processo Juve si terrà a Roma

    Il processo sui conti della Juventus sarà celebrato dal tribunale di Roma. Lo ha deciso la Corte di Cassazione che si è pronunciata su una questione di competenza territoriale. Il procedimento era stato avviato per iniziativa della procura di Torino. (ANSA).

  • Biden cancella le trivellazioni in Alaska concesse da Trump

    Joe Biden cancella tutte le restanti licenze di trivellazione per gas e petrolio nell’Arctic National Wildlife Refuge in Alaska, concesse dalla precedente amministrazione Trump, per proteggere oltre 52 mila km quadrati nell’Artico occidentale, dove c’e’ una delle regioni con la maggiore biodiversita’ del pianeta. Lo ha annunciato il presidente, rivendicando il suo impegno a tutela dell’ambiente e contro il climate change, che riscalda l’Artico “più del doppio della velocità rispetto al resto del mondo”.

  • Pm vuole incriminare Biden Jr. entro settembre

    Tegola sulla campagna elettorale di Joe Biden: il procuratore speciale David Weiss intende chiedere a un gran giurì di incriminare Hunter Biden, il figlio del presidente, prima del 29 settembre. Secondo alcuni media Usa non è chiaro per quali delle accuse pendenti, che andavano dall’evasione fiscale al possesso illegale di arma da fuoco. (ANSA).

  • Blinken, aiuti Usa per potenziare controffensiva di Kiev

    Gli aiuti statunitensi consentiranno alla controffensiva ucraina di “acquisire slancio”. Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, in visita a Kiev dove ha annunciato nuovi aiuti da Washington all'Ucraina “per un totale di oltre un miliardo di dollari” per far fronte all'invasione russa. “Gli Stati Uniti sono impegnati a dare all'Ucraina i mezzi per scrivere il suo futuro. Oggi annunciamo nuovi aiuti per un totale di oltre 1 miliardo di dollari”, ha detto.

    Ucraina, Zelensky ha incontrato a Kiev il segretario di Stato Usa Antony Blinken
  • Bucarest, drone russo caduto non è un atto di aggressione

    Il ministro della Difesa romeno, Angel Tilvar, ritiene che i pezzi di drone russo caduti sul territorio del suo Paese non rappresentino «una minaccia diretta» e che è possibile che il drone non sia esploso nell'impatto ma che sia semplicemente caduto (oppure pezzi siano caduti) sul territorio rumeno. Lo riferisce l'agenzia romena Agerpres. «Questo non ci rende certo felici, ma non credo che si possa parlare di attacco. E come ho detto prima, ritengo che dobbiamo saper distinguere tra un atto di aggressione e un incidente», ha dichiarato Tilvar.

  • Zelensky, “nostri porti bruciano, basta limiti Ue a grano”

    “Al Summit dei Tre Mari mi sono rivolto a Romania, Bulgaria, Slovacchia, Polonia, Ungheria, Moldavia e alla Commissione europea. L'Europa si è dimostrata capace di atti storici di solidarietà. Ringrazio tutti i nostri partner per questo. Ma perché, quando i porti ucraini bruciano quasi ogni notte dopo gli attacchi russi, dobbiamo anche preoccuparci che la nostra logistica terrestre si fermi? L'Ucraina è fermamente contraria a qualsiasi ulteriore restrizione all'esportazione del nostro grano. Tutti perdono quando la politica in Europa va contro i nostri impegni e valori comuni. L'unità deve prevalere”. Così Volodymyr Zelensky su X.

  • Usa, munizioni all'uranio impoverito non sono pericolose

    “Le munizioni all'uranio impoverito sono molto efficaci e diversi studi dimostrano che non c'è il rischio di radiazioni”. Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, John Kirby, in un briefing con la stampa estera, dopo che il Pentagono ne ha annunciato l'invio all'Ucraina. “Molti eserciti le usano, inclusa la Russia. Non c'è nulla di controverso, è Mosca che ne vuole fare un caso”, ha sottolineato.

  • Casa Bianca condanna brutale attacco a mercato in Ucraina

    La Casa Bianca condanna gli ultimi “brutali attacchi” della Russia in Ucraina.

  • Pentagono conferma, proiettili all'uranio impoverito a Kiev

    Gli Usa manderanno proiettili all'uranio impoverito all'Ucraina: lo ha confermato il Pentagono, dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi.

  • Ucraina: Camera, ok all'accordo di cooperazione di polizia

    Via libera dell'Aula della Camera alla ratifica dell'Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Gabinetto dei Ministri dell'Ucraina sulla cooperazione di polizia. Il testo, approvato con 255 voti a favore ed un voto contrario, passa al Senato.

  • Nato, solidarietà alla Romania per i detriti del drone

    “Le autorità rumene hanno confermato il ritrovamento di detriti, forse di un drone, sul territorio rumeno, vicino al confine con l'Ucraina. Le autorità rumene stanno indagando sull'incidente. La Romania ha informato gli alleati della Nato di questo incidente durante la riunione odierna del Consiglio Nord Atlantico e gli alleati hanno espresso forte solidarietà alla Romania”. Lo dichiara il portavoce della Nato Dylan White.

    Ucraina, frammenti di drone russo in Romania
  • Usa, la Russia fabbricherà i risultati del voto in Ucraina

    “Sappiamo che la Russia fabbricherà il risultato delle imminenti elezioni nelle zone occupate”. Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, John Kirby, in un briefing con la stampa estera, sottolineando che il voto della prossima settimana “è una farsa, un esercizio di propaganda”

  • Ue, Mosca continua il terrorismo verso l’Ucraina

    “Mosca continua a terrorizzare la popolazione civile ucraina. L’odioso e barbaro attacco missilistico di oggi contro un’area di mercato a Kostyantynivka, nella regione di Donetsk, ha ucciso almeno 16 persone, tra cui un bambino, e ne ha ferite altre decine. Questo attacco segue un’escalation negli ultimi mesi di attacchi missilistici e con droni in tutta l’Ucraina, soprattutto contro oggetti civili, uccidendo e ferendo più di 410 civili solo nelle ultime due settimane. Ciò si aggiunge ai bombardamenti indiscriminati e quotidiani della Russia in prossimità dei fronti, che causano centinaia di vittime civili”. Così l’Ue in una nota.

  • Zelensky a Blinken, «sarà un inverno difficile in Ucraina»

    Incontrando il Segretario di Stato Usa Antony Blinken a Kiev, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito che sarà un “inverno difficile” nel suo Paese.

    Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy accoglie il segretario di stato Usa Antony Blinken before a Kiev (Brendan Smialowski/Pool via AP)

  • Kiev, «salgono a 17 i morti per il raid sul mercato nel Donetsk»

    “L’operazione di ricerca e salvataggio a Kostyantynivka è stata completata. Alle 18.00, 17 persone sono state uccise e 32 ferite dai bombardamenti russi”. Lo riporta su Telegram il ministero dell’Interno ucraino, Igor Klymenko

  • Gb: via libera dai Comuni alla legge su immunità per i Troubles

    La Camera dei Comuni ha approvato la controversa proposta di legge voluta dal governo conservatore di Rishi Sunak per garantire un’immunità condizionale ai reduci delle forze armate di Sua Maestà e a quelli dei gruppi paramilitari ancora accusati di aver commesso violenze e uccisioni durante il sanguinoso conflitto dell’Ulster conclusosi nel 1998 con l’accordo di pace del Venerdì Santo. Il provvedimento, ispirandosi a quanto fatto in Sudafrica per iniziativa di Nelson Mandela, punta a creare una commissione per la riconciliazione che offra l’amnistia in cambio della collaborazione alle indagini per ricostruire quanto accaduto durante la stagione dei Troubles in Irlanda del Nord, considerando l’elevato numero di uccisioni ancora irrisolte. Nell’iter parlamentare è previsto il passaggio finale alla Camera dei Lord, che appare scontato, ma secondo i media britannici la legge incontrerà molti ostacoli una volta entrata in vigore. Già il governo irlandese, come annunciato nei giorni scorsi, sta valutando un’azione legale contro Londra sul provvedimento, in particolare per una sua possibile incompatibilità con la Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Inoltre il Northern Ireland Troubles (Legacy and Reconciliation) Bill è già stato aspramente criticato dalle famiglie delle vittime, che chiedono invece piena giustizia per la morte dei loro parenti in particolare per i casi riguardanti il coinvolgimento di reduci britannici, e da tutti i partiti politici locali dell’Irlanda del Nord. La legge quindi rischia non solo di incrinare i rapporti tra Londra e Dublino ma anche di scatenare nuove tensioni nella provincia del Regno Unito, già alle prese con la persistente instabilità politica.

  • Nuova causa contro Trump, scrittrice Carroll chiede 10 mln danni

    Il giudice che presiede il procedimento per la seconda causa di diffamazione avviata dalla giornalista e scrittrice E. Jean Carroll contro Donald Trump ha affermato che il processo, previsto a gennaio, servira’ solo a stabilire l’entita’ dei danni che il tycoon dovra’ pagare poiche’ non ci sono dubbi sulla sua colpevolezza. Lo riportano i media americani. Carroll accusa l’ex presidente di averla diffamata negando, nel 2019, la violenza sessuale nel camerino di un grande magazzino negli anni 90. Per il giudice Lewis Kaplan le dichiarazioni sono state fatte in “malafede” dal tycoon. In questa seconda causa, la scrittrice ha chiesto 10 milioni di danni oltre i 5 milioni che l’ex presidente e’ gia’ stato condannato a sborsare lo scorso maggio per abusi sessuali.

  • Presidente romeno, «violata la sovranità di un Paese Nato»

    La caduta dei frammenti di drone russo sul territorio della Romania “è una situazione completamente inaccettabile, che costituisce una grave violazione della sovranità e dell’integrità territoriale di uno Stato alleato della Nato”. Ad affermarlo il presidente romeno Klaus Iohannis, dopo che il ministero della Difesa di Bucarest ha ammesso che pezzi di un drone di Mosca sono stati ritrovati sul suolo del Paese. Ieri il presidente aveva inizialmente dichiarato che “non è esistito né un drone né alcun pezzo di questo dispositivo che sia giunto sul territorio della Romania”, smentendo le notizie di Kiev al riguardo.

    Il Presidente rumeno Klaus Iohannis (a destra ) dà il benvenuto a John Kerry, Inviato speciale per il clima Usa (Photo by Daniel MIHAILESCU / AFP)

  • Gli Usa hanno testato con successo un missile intercontinentale

    Gli Stati Uniti hanno annunciato di aver testato con successo un missile balistico intercontinentale non armato (Icbm), sullo sfondo delle tensioni con la Corea del nord. L’operazione era stata annunciata in anticipo a Mosca per evitare qualsiasi escalation delle tensioni con la Russia nel mezzo del conflitto in Ucraina. “Questo lancio di prova fa parte di test di routine e di operazioni periodiche intese a dimostrare che i deterrenti nucleari degli Stati Uniti sono sicuri, affidabili ed efficaci”, ha affermato il comando dell’aeronautica militare in un comunicato. Il missile Minuteman III è stato lanciato nella mattina del 6 settembre dalla base aeronautica di Vandenberg, in California. “Questo tipo di test è stato effettuato più di 300 volte e non ha nulla a che fare con gli eventi mondiali attuali”, aggiunge l’aeronautica americana, che indica di aver informato la Russia di questa esercitazione. Il Minuteman III, in servizio da 50 anni, è attualmente l’unico missile terrestre dell’arsenale nucleare statunitense, che comprende anche i missili Trident lanciati dal mare e schierati a bordo dei sottomarini statunitensi, nonché le bombe nucleari trasportabili da bombardieri strategici

  • Pentagono valuta rete di tecnologie IA contro la minaccia cinese

    Il Pentagono sta valutando lo sviluppo di una vasta rete di tecnologie basate sull’intelligenza artificiale, come droni e altri sistemi autonomi, da mettere in campo entro i prossimi due anni per contrastare le minacce provenienti dalla Cina e da altri avversari. Lo riporta il Wall Street Journal precisando che la vice segretaria alla Difesa Usa Kathleen Hicks fornira’ a breve nuovi dettagli sui piani del dipartimento di spendere centinaia di milioni di dollari per sviluppare migliaia di sistemi di intelligenza artificiale aerei, terrestri e marittimi pensati per essere “piccoli, intelligenti ed economici”. Gli Stati Uniti stanno cercando di tenere il passo con la rapida espansione militare del Dragone, temendo che la burocrazia del Pentagono impieghi troppo tempo per sviluppare e attuare sistemi all’avanguardia. “Non siamo in guerra, ma dobbiamo essere in grado di convincere questo dipartimento a muoversi con lo stesso tipo di urgenza perché la Cina non sta aspettando”, ha spiegato Hicks. Un approccio potrebbe essere quello di sfruttare le capacità dimostrate dalla Task Force 59, la rete di droni e sensori della Marina americana progettata per monitorare le attività militari dell’Iran in Medio Oriente. Altre capacità che vengono prese in considerazione sono i sistemi autonomi basati a terra per fornire logistica, quelli basati sullo spazio, e quelli che potrebbero difendersi dai missili in arrivo. I sistemi autonomi utilizzano l’intelligenza artificiale per rilevare obiettivi nemici e possono includere droni aerei e marittimi autopilotati. Il Dipartimento della Difesa investe da tempo in tali sistemi, comprese le navi a pilotaggio automatico e gli aerei senza equipaggio.

  • Bucarest, «adottate altre misure per proteggere lo spazio aereo»

    - La Romania ha adottato misure aggiuntive per proteggere lo spazio aereo. Lo riferisce Constantin Spinu, portavoce del ministero della Difesa citato dal canale all news romeno Digi24. A proposito dei detriti di drone trovati sul territorio del Paese, Spinu ha fatto sapere che “l’indagine condotta dagli specialisti del ministero chiarirà la situazione e renderemo pubbliche le conclusioni. Tutti i passi procedurali richiesti dalla situazione sono stati e saranno intrapresi”. “Sono state stabilite misure concrete per rafforzare la capacità tecnica, per monitorare la situazione nelle vicinanze delle infrastrutture portuali ucraine, abbiamo adottato misure aggiuntive per proteggere lo spazio aereo”, ha concluso il portavoce del ministero della Difesa romeno.

  • Kiev, «anche un bambino tra i morti del raid russo sul Donetsk»

    C’è anche un bambino tra le almeno 16 vittime del raid russo al mercato della città di Kostiantynivka, nel Donetsk. Lo riferisce il primo ministro ucraino Denys Shmyhal sul suo canale Telegram. Oltre ai morti, sono stati già contati 20 feriti, probabilmente destinati a salire di numero. “Terribile attacco terroristico della Russia a Kostyantynivka, nella regione di Donetsk. A seguito del bombardamento del mercato, 16 persone sono state uccise, tra cui un bambino. Almeno 20 persone sono rimaste ferite” ha scritto Shmyal.

    Una macchina distrutta dal raid russo a Kostyantynivka, nel Donetsk (Photo by STRINGER / AFP)

  • Zelensky, 16 morti in un raid russo su mercato nel Donetsk

    - “Quando qualcuno nel mondo prova ancora ad avere a che fare con qualcosa di russo, significa chiudere gli occhi sulla realtà. L’audacia del male. La sfacciataggine della malvagità. Disumanità assoluta. In questo momento, l’artiglieria dei terroristi russi ha ucciso 16 persone nella città di Kostiantynivka, nel Donetsk. Un mercato ordinario. Negozi. Una farmacia. Persone che non hanno fatto nulla di male. Molti feriti. Purtroppo il numero delle vittime e dei feriti potrebbe aumentare”. Lo scrive su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, aggiungendo che “questo male russo deve essere sconfitto il prima possibile”.

    Ucraina, il momento dell'esplosione in un mercato nel Donetsk
  • Umerov, «ci riprenderemo ogni centimetro di Ucraina»

    Il nuovo ministro della Difesa ucraino, Rustem Umerov, ha promesso che Kiev si riprenderà “ogni centimetro dell’Ucraina”.

  • Bucarest ammette, «pezzi di drone russo caduti in Romania»

    Il ministro della Difesa romeno Angel Tilvar ha detto oggi che frammenti di un drone russo sono caduti sul territorio della Romania, Paese della Nato, nel corso di un recente attacco delle truppe di Mosca ad un porto ucraino sul Danubio. Lo ha fatto in dichiarazioni all’emittente romena Antena 3. Nei giorni scorsi lo stesso ministero della Difesa di Bucarest aveva smentito seccamente le notizie rilanciate da Kiev sulla caduta di pezzi del drone russo sul territorio romeno. E una smentita era giunta ieri anche dal presidente romeno Klaus Iohannis.

  • Clima: salgono a 11 i morti per piogge in Grecia, Turchia e Bulgaria

    È salito a 11 morti il bilancio delle piogge torrenziali che si sono abbattute su Grecia, Turchia e Bulgaria. Il bilancio si è aggravato a seguito del ritrovamento di alcune persone che risultavano disperse. L’alluvione improvvisa che ha colpito un campeggio in Turchia, vicino al confine con la Bulgaria, ha provocato almeno 4 morti (2 dei corpi sono stati recuperati oggi) e i soccorritori stanno ancora cercando 2 dispersi.

    Nelle piogge di martedì sono state inondate anche centinaia di case e uffici in diversi quartieri di Istanbul: nella città più grande della Turchia il bilancio è di 2 morti. Inoltre altri 2 morti sono stati registrati in Grecia vicino alla città centrale di Volos, dove si cercano 3 dispersi. E in Bulgaria, dove il maltempo ha causato inondazioni sulla costa meridionale del Mar Nero, il bilancio è salito a 3 morti a seguito del ritrovamento oggi di uno dei dispersi, mentre si cercano ancora 2 persone.

  • Grano: Dombrovskis, lavoriamo a soluzione su export Ucraina

    “La posizione che stiamo assumendo” sull’export di grano dall’Ucraina “è chiara: stiamo cercando una soluzione che porti i migliori risultati per tutti i soggetti coinvolti. Abbiamo quindi avviato l'iniziativa delle corsie di solidarietà per fornire all'Ucraina alternative alla rotta di esportazione del Mar Nero e in termini di capacità, avvicinandoci gradualmente ai volumi stabiliti necessari per le esportazioni di prodotti agricoli ucraini. Quindi, secondo le nostre stime, per i prossimi 12 mesi i volumi di esportazione ammonteranno a circa 4,7 milioni di tonnellate al mese”. Lo ha detto il vicepresidente esecutivo della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, rispondendo a una domanda sulla possibile estensione del bando alle importazioni di cereali ai cinque Paesi in prima linea in scadenza il 15 settembre e possibili ricordo al Wto.

  • Usa: Biden indosserà mascherina perché moglie ha il Covid, domani partenza per G20

    Nuovo test negativo al Covid per Joe Biden, dopo che la moglie Jill lunedì scorso è risultata positiva al virus. La Casa Bianca ha reso noto che il presidente “indosserà la mascherina nei luoghi chiusi e quando sarà a contatto con persone”, come prescrivono le linee guida del Cdc, mentre continuerà a sottoporsi regolarmente al test. Domani è prevista la partenza di Biden per l’India dove parteciperà al vertice del G20 a Nuova Delhi. Alla conclusione del vertice, domenica prossima, l presidente si sposterà in Vietnam. La portavoce della Casa Bianca, Karine Jean Pierre, ha assicurato che il presidente si sottoporrà ad un altro test prima della partenza, ma non ha spiegato se sia stato approntato un piano alternativo nel caso che Biden risultasse positivo e non potesse quindi recarsi in India. Il consigliere per la Sicurezza Nazionale, Jake Sullivan, ha comunque ricordato che “abbiamo sviluppato una lunga esperienza nel gestire le situazioni in cui il Covid ha un ruolo nei summit ed abbiamo visto in diverse occasioni diversi leader partecipare in modo virtuale”.

  • La Turchia aumenta le stime sull’inflazione, al 65% a fine 2023

    Il vice presidente turco Cevdet Yilmaz ha annunciato che le stime di Ankara prevedono un’inflazione al 65% alla fine del 2023 mentre nel 2026 si prevede che l’aumento dei prezzi toccherà l’8,5%. Lo riferisce Anadolu. Secondo i dati pubblicati dall’istituto di statistica nazionale Tuik, attualmente l’inflazione su base annua in Turchia ha superato il 59% mentre nelle scorse settimane la Banca centrale di Ankara aveva stimato che a fine anno l’inflazione avrebbe toccato il 58%

  • Cremlino, nuovi aiuti Usa non influenzeranno corso guerra

    Gli Stati Uniti incitano l’Ucraina alla guerra, ma «questo non sarà in grado di influenzare il corso dell’operazione militare speciale». Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, commentando la notizia secondo cui durante la visita del segretario di Stato Usa Antony Blinken a Kiev potrebbero essere annunciati nuovi aiuti finanziari all’Ucraina. Lo riporta l’agenzia di stampa russa Tass. «Abbiamo sentito ripetutamente dichiarazioni secondo cui intendono continuare ad aiutare Kiev per quanto necessario. In altre parole, continueranno a sostenere l’Ucraina in uno stato di guerra de facto e a condurre questa guerra fino all’ultimo ucraino, senza risparmiare denaro. Lo percepiamo. Lo sappiamo. Non sarà in grado di influenzare il corso dell’operazione militare speciale», ha dichiarato il portavoce del Cremlino.

  • L’Ocse alla Bce, avanti con la stretta contro l’inflazione

    Per ridurre l’inflazione «bisognerà continuare a condurre una politica monetaria restrittiva e raddoppiare gli sforzi affinché la politica fiscale sia meglio orientata e più duratura»: è quanto emerge dall’ultimo studio dell’Ocse sull’Ue e l’Eurozona. Visto il carattere «generalizzato e persistente dell’inflazione - si legge - le autorità monetarie e di bilancio devono agire in sinergia per poter attenuare durevolmente le tensioni latenti”. L’Ocse riconoscono poi la “portata delle vulnerabilità finanziarie, soprattutto in quei Paesi con alti livello di debito privato e una forte proporzione di mutui ipotecari a tasso variabile».

  • Kiev: «L’Ue potrebbe raddoppiare la produzione di granate»

    «L’Unione europea potrebbe raddoppiare la produzione di granate per aiutare l’Ucraina»: lo scrive su Telegram il capo dell’ufficio del presidente ucraino, Andriy Yermak, citando il ministro della Difesa estone. «È un segnale importante. Ed è esattamente ciò di cui c’è bisogno in prima linea», commenta l’alto funzionario ucraino.

  • Kuleba: «Blinken ha reso omaggio ai nostri eroi caduti»

    «Ho dato il benvenuto al Segretario Blinken in Ucraina. Il Segretario è stato il primo interlocutore a iniziare la sua giornata a Kiev rendendo omaggio ai nostri eroi caduti nel cimitero di Berkovetske. Questo è un segno di rispetto per tutti i guerrieri ucraini che hanno dato la vita per la nostra libertà e il diritto di vivere»: lo riferisce su X il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba.

    L'incontro odierno fra il segretario di Stato Usa Antony Blinken e il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. (BRENDAN SMIALOWSKI/Pool via REUTERS)

  • Blinken a Kiev: «Rafforziamo impegno Usa a lungo termine»

    «Sono tornato oggi a Kiev per incontrare i nostri partner ucraini per discutere della loro controffensiva in corso, dell’assistenza futura e degli sforzi di ricostruzione». Lo ha scritto in un tweet il Segretario di Stato americano Antony Blinken spiegando che lo scopo della sua visita è «soprattutto» quello di «rafforzare il costante impegno degli Stati Uniti nei confronti dell'Ucraina».

    A fianco del ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, Blinken ha detto che «vogliamo assicurarci che l’Ucraina abbia ciò di cui ha bisogno, non solo per avere successo nella controffensiva, ma abbia ciò di cui ha bisogno a lungo termine, per assicurarsi di avere un forte deterrente». Gli Stati Uniti, ha aggiunto, sono «inoltre determinati a continuare a lavorare con i nostri partner mentre costruiscono e ricostruiscono un'economia forte e una democrazia forte».

  • Nagel (Bundesbank): «La Germania non è il malato d’Europa»

    «La Germania non è il malato d’Europa. Credo che questa sia una diagnosi sbagliata, che viene colta troppo facilmente da molte persone. Dovremmo essere più sicuri di noi stessi». Lo dice il presidente della Bundesbank, Joachim Nagel, in un’intervista ad Handelsblatt. «Rispetto ad altri Paesi, la Germania sta andando bene nel complesso, non solo in termini di occupazione e sostenibilità del debito», ha dichiarato Nagel. «Non dobbiamo lasciare sminuire il “Made in Germany”. Il modello economico tedesco non è in scadenza. Ma ha bisogno di un aggiornamento», dice Nagel.

  • Wsj, la Cina vieta ai funzionari governo l’uso dell’iPhone

    La Cina ha deciso di vietare ai funzionari governativi l’uso dell’iPhone e di altri dispositivi di marca straniera per motivi di lavoro, impedendo anche di portarli in ufficio. La direttiva, scrive il Wall Street Journal in base a fonti vicine al dossier, è l’ultimo passo della campagna di Pechino per ridurre la dipendenza dalla tecnologia straniera e per migliorare la sicurezza informatica interna. La mossa, tuttavia, potrebbe compromettere il successo della casa di Cupertino in Cina dove domina il mercato degli smartphone di fascia alta.

  • Blinken arrivato a Kiev, vedrà Zelensky

    Il Segretario di Stato americano Antony Blinken è arrivato a Kiev, dove oggi incontrerà il presidente Volodymyr Zelensky. Lo riferiscono i media ucraini sui social parlando di ’’incontro urgente’’ tra i due. Il Dipartimento di Stato Usa non aveva annunciato la visita di Blinken.

  • Kiev chiede missili Taurus a Germania il prima possibile

    Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha invitato la Germania a fornire a Kiev i missili da crociera Taurus il prima possibile. “Ogni giorno in più di discussioni e riunioni di coordinamento costa vite umane all’Ucraina”, ha affermato Kuleba in un’intervista a Welt. Kuleba ha ricordato che le discussioni sulla possibie fornitura dei Taurus da parte di Berlino “continuano dallo scorso anno”. Ringraziando Olaf Scholz per gli aiuti militari forniti dalla Germania, Kuleba, ha invitato il cancelliere tedesco a prendere “rapidamente” una decisione sui missili da inviare a Kiev. “Sappiamo che la questione è sul tavolo della Cancelleria. Spero che la decisione venga presa rapidamente ora e non tra qualche mese”, ha affermato il ministro degli Esteri ucraino, aggiungendo che Kiev non utilizzerà i Taurus fuori dai “confini internazionalmente riconosciuti”.

  • Mosca, distrutto drone Kiev in Bryansk

    Un drone lanciato da Kiev contro la regione di Bryansk è stato distrutto dalle forze russe di difesa aerea. Lo scrive su Telegram il governatore regionale, Alexander Bogomaz. “Le forze di difesa aerea del Ministero della Difesa della Federazione Russa hanno fermato l’attacco dei terroristi ucraini - afferma - Un veicolo senza pilota di tipo aereo è stato abbattuto nel distretto di Navlinsky. Non ci sono state vittime o danni. Sul posto sono presenti i servizi operativi e di emergenza”.

  • Kiev, «avanziamo nelle regioni di Zaporizhzhia e Donetsk»

    Le forze ucraine avanzano a sud di Robotyne, nella regione di Zaporizhzhia, e sui fianchi di Bakhmut, nel Donetsk: lo ha reso noto il portavoce dello Stato Maggiore dell’Esercito, Pavlo Kovalchuk, come riportano i media locali. Kovalchuk ha precisato che le truppe di Kiev hanno guadagnato terreno nella zona di Robotyne-Novoprokopivka e stanno facendo pressione sul nemico a sud di Bakhmut. Inoltre, le forze ucraine stanno frenando l’offensiva dei russi nelle direzioni di Avdiivka, Maryinka, Lyman e Bakhmut.

  • Media ucraini, «Blinken è arrivato a Kiev»

    Il segretario di Stato americano Antony Blinken è arrivato questa mattina a Kiev: lo riportano Ukrainska Pravda e Rbc-Ucraina. Ukrainska Pravda cita Pravda europea mentre Rbc-Ucraina cita fonti proprie e pubblica un video di una strada di Kiev chiusa al traffico. Fonti dell’Ufficio della presidenza ucraina hanno confermato all’emittente statale Suspilne che Blinken è arrivato a Kiev.

  • Tunisia: inflazione sale al 9,3% ad agosto

    Dopo cinque mesi consecutivi di calo, l’inflazione in Tunisia è salita al 9,3% ad agosto, rispetto al 9,1% di luglio e al 9,3% di giugno. Lo ha annunciato l’Istituto nazionale di statistica (Ins), spiegando che questo aumento è dovuto ad un’accelerazione del tasso di aumento dei prezzi tra agosto e luglio di quest’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, in particolare nel gruppo “alimentari”, dove l’aumento dei prezzi su base annua è passato dal 14,2% al 15,3%, nel gruppo ’bevande alcoliche e tabacchi’ (dall’1,8% al 4,6%) e il gruppo ’alberghi e ristoranti’ (dall’11,2% all’11,5%). Secondo l’Ins, i ’prodotti manifatturieri’ e ’gli alimentari freschi’ sono i settori che hanno dato il maggior contributo all’inflazione complessiva, rispettivamente al 2,6% e al 2,5%, mentre il gruppo ’energia’ ha dato il contributo minore. , allo 0,4%. In termini di contributo all’inflazione per sistema, i gruppi “cibo gratuito” e “gruppi non alimentari gratuiti” hanno ugualmente contribuito maggiormente all’inflazione, al 4%. D’altro canto, il gruppo alimentare regolamentato ha dato il contributo più piccolo, pari allo 0,1%. Nell’agosto 2023, i prezzi dei prodotti alimentari sono stati superiori del 15,3% rispetto a un anno prima. Questo aumento è dovuto principalmente all’aumento dei prezzi del caffè macinato (35%), della carne ovina (33%), delle uova (29,7%), degli oli commestibili (23,7%) e della carne bovina (20,4%). Nel complesso dell’anno, i beni industriali sono cresciuti del 7,6%, guidati da incrementi del 6,7% per i materiali da costruzione, del 9,2% per l’abbigliamento e dell’8,9% per i casalinghi. Nei servizi, i prezzi sono aumentati del 6,4% su base annua, principalmente a causa dell’aumento dell’11,5% nei ristoranti, caffè e alberghi, dell’aumento del 12,2% nei servizi di trasporto pubblico e privato e dell’aumento del 20,7% nei servizi finanziari, secondo l’Ins. L’inflazione core (esclusi alimentari ed energia) è scesa leggermente al 7,2% dal 7,3% del mese precedente. I prezzi dei prodotti non regolamentati sono aumentati del 10,5% su base annua. I prezzi dei prodotti regolamentati sono aumentati del 5,2%. I prezzi dei prodotti alimentari non regolamentati sono aumentati del 17,7%, rispetto al 2,1% dei prodotti alimentari regolamentati.

  • Kiev, 610 militari russi uccisi in 24 ore, 266.290 in totale

    Sono 610 i militari russi uccisi in Ucraina nelle ultime 24 ore. Lo afferma lo Stato Maggiore dell’esercito ucraino, parlando di 266.290 soldati di Mosca morti in totale dall’inizio della guerra il 24 febbraio dello scorso anno. Sono invece 315 gli aerei distrutti e 316 gli elicotteri abbattuti dalla contraerea ucraina, mentre sono quasi 4.500 i carri armati eliminati.

  • Cina, premier: «con Asean cooperazione forte e destinata a durare»

    La cooperazione tra la Cina e i Paesi che fanno parte del blocco Asean continuerà ’’più ferma che mai e andrà avanti contro ogni previsione’’, anche di fronte a ’’qualunque tempesta possa arrivare’’. Lo ha detto il premier cinese Li Qiang intervenendo a Giacarta nel secondo giorno del vertice Asean. Citato dall’agenzia di stampa Xinhua, Li ha affermato che la cooperazione Cina-Asean ha fatto molta strada, grazie alla loro profonda comprensione delle difficoltà. ’’La Cina e i paesi dell’Asean sono impegnati nella costante ricerca della pace con una forte aspirazione allo sviluppo’’, e le due parti ’’si impegnano concretamente in azioni per salvaguardare la stabilità regionale’’, ha aggiunto Li. Il segretario generale dell’Asean Kao Kim Hourn, dal canto suo, ha sottolineato l’importante ruolo della Cina come uno dei partner chiave del gruppo dei Paesi asiatici. In una intervista esclusiva con Global Times, il leader dell’Asean ha espresso la convinzione che la cooperazione bilaterale ha fondamenta profonde, copre ampi settori e continuerà a produrre risultati fruttuosi.

  • Missili russi su Kiev, allarme antiaereo in tutto il Paese

    Un attacco missilistico russo ha colpito la capitale dell’Ucraina Kiev. Lo ha annunciato l’amministrazione militare della capitale ucraina su Telegram, sottolineando che tutti i missili sono stati abbattuti dalla contraerea prima di raggiungere i loro obiettivi. Mentre in tutta l’Ucraina sono risuonati gli allarmi antiaerei, Serhy Popko, capo dell’amministrazione militare di Kiev, parla di ’’un nuovo attacco missilistico lanciato dal nemico contro una città pacifica con l’obiettivo di uccidere la popolazione civile e distruggere le infrastrutture’’. Al momento non risultano vittime o danni.

  • Il leader dei Proud Boys condannato a 22 anni di carcere

    “Quel giorno è stata attaccata la democrazia americana stessa e Enrique Tarrio è stato il leader assoluto dietro quell’attacco”. Così il giudice Timothy Kelly ha motivato la condanna a 22 anni di carcere, la più pesante finora per l’assalto a Capitol del 6 gennaio, contro il capo del gruppo estremista americano dei Proud Boys, Classe 1984, di Miami, Tarrio non ha partecipato di persona alla rivolta, ma per l’accusa è stato la mente di una delle giornate più nere per gli Stati Uniti. Era arrivato a Washington due giorni prima quando è stato fermato dalla polizia con due caricatori di fucili ad alta capacità. A dicembre aveva partecipato ad una manifestazione a favore di Donald Trump ed aveva bruciato uno striscione del movimento Black Lives Matter.’ “La cospirazione sediziosa è un reato molto grave”, ha detto ancora il giudice distrettuale leggendo la sentenza. Prima erano intervenute la madre e la sorella di Tarrio che avevano chiesto clemenza, poi lo stesso leader dei Proud Boys, completamente trasformato rispetto all’immagine da duro che ha voluto dare in questi anni di militanza estremista. “Ho avuto molte opportunità per evitare tutto questo e il mio dispiacere più grande sono i danni inflitti ad altri”, ha detto leggendo una dichiarazione scritta. “Mi vergogno e dovrò vivere con questa vergogna per il resto della mia vita. La mia tracotanza mi ha fatto credere che fossi una vittima”, ha proseguito quasi in lacrime. “Non sono un fanatico. Fare danni o cambiare il risultato del voto non erano i miei obiettivi”, ha aggiunto il leader estremista. “Quando torno a casa non voglio più avere niente a che fare con la politica, i gruppi, l’attivismo o le manifestazioni”, ha concluso Tarrio che, evidentemente, non è riuscito a convincere il giudice. A fine agosto erano stati condannati altri capi del gruppo che invece avevano attivamente partecipato all’assalto. Joseph Biggs e Zachary Rehl a 17 e 15 anni; 10 anni a Dominic Pezzola, l’autore uno degli atti più famigerati dell’attacco, quando sfondò una finestra del Senato con uno scudo antisommossa rubato ad un agente e poi si accese un sigaro della vittoria in Campidoglio, e 18 anni a un quarto dirigente dei Proud Boys, il 33enne Ethan Nordean.

  • Usa: Trump indagato attacca, ’procuratore speciale distrugge le prove’

    Il procuratore generale Jack Smith ’’è uno squilibrato’’ che ha ’’manomesso, cancellato e distrutto documenti, immagini, nastri, prove altamente confidenziali e classificati e tutte le altre forme di informazioni importanti’’. E’ l’accusa che l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, indagato, ha mosso sul social network Truth. Smith, prosegue, lo avrebbe fatto ’’perché le prove in questione distruggono il caso falso di interferenza elettorale’’. Smith sta indagando sul ruolo dell’ex inquilino della Casa Bianca nell’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio 2021 e nel tentativo di ribaltare il risultato del voto del 2020 in Georgia. Trump non ha fornito prove a sostegno dei suoi attacchi contro Smith e il Comitato del 6 gennaio.

  • Kiev, nella notte abbattuti 23 obiettivi aerei su 33

    Le forze ucraine hanno abbattuto 23 tra droni e missili lanciati dalla Russia la notte scorsa su un totale di 33: lo ha reso noto l’Aeronautica militare, come riporta Rbc-Ucraina. Nel complesso le forze russe hanno utilizzato 7 missili X-101/X-555/X-55, un missile balistico Iskander-M e 25 droni kamikaze Shahed-136/131 per attaccare l’Ucraina.

  • Casa Bianca, Nordcorea pagherà se fornirà armi a Russia

    La Corea del Nord pagherà, se deciderà di fornire armi e munizioni alla Russia da usare nella guerra in Ucraina. Lo ha dichiarato il consigliere della Casa Bianca per la sicurezza nazionale Jake Sullivan affermando che fornire armi alla Russia ’’non avrà effetti positivi sulla Corea del Nord e pagherà un prezzo per questo comunità internazionale’’. In vista di un prossimo incontro tra il leader del Cremlino Vladimir Putin e quello nordcoreano Kim Jong-un, Sullivan ha detto che la Russia ora sta “cercando qualunque fonte riesca a trovare” per beni come le munizioni. “Continueremo a chiedere alla Corea del Nord di rispettare i suoi impegni pubblici di non fornire armi alla Russia che finirebbero per uccidere gli ucraini”, ha aggiunto Sullivan.

  • Uk, Wagner gruppo terroristico

    Il Regno Unito dichiarerà la Wagner gruppo terroristico.

  • Attacchi russi a confine Romania e su Kiev

    Nella notte attacco di droni nell’oblast di Odessa, al confine con la Romania: un morto e diversi danni a Izmail. Esplosioni anche a Kiev e allarme antiaereo in tutto il Paese.

  • Zelensky rimuove governatore del Donetsk

    Zelensky rimuove Kyrylenko da governatore del Donetsk. Nell’omonimo capoluogo regionale 2 civili sono morti e altri 10 rimasti feriti per bombardamenti ucraini, secondo le autorità filorusse.

  • Blinken oggi a Kiev

    Blinken sarà oggi a Kiev, secondo i media ucraini. Ma gli Usa non confermano.

  • Seul, prematuro dire se Ju-ae sia l’erede del padre Kim Jong-un

    Gli sforzi continui dei media statali per mettere in luce Kim Ju-ae, la figlia adolescente del leader nordcoreano Kim Jong Un, servono più a sottolineare l’impegno di Pyongyang a sostenere la successione ereditaria di quarta generazione, piuttosto che indicare la sua designazione formale di erede. E’ la valutazione del ministero dell’Unificazione di Seul, che gestisce le relazioni con il Nord, riportata dal Korea Herald. “È molto prematuro discutere se lei sia l’erede apparente in questo frangente. È ancora giovane e non è passato neanche un anno dalla sua prima apparizione pubblica”, ha osservato un alto funzionario del ministero, secondo cui lo scopo è di “dimostrare la determinazione alla successione ereditaria” all’interno della linea di sangue Paektusan, che rappresenta la dinastia Kim. Il Rodong Sinmun, organo ufficiale del Partito dei Lavoratori nordcoreano, ha dato finora conto di un totale di 15 attività pubbliche a cui Ju-ae ha partecipato, secondo i dati forniti dal ministero. In prevalenza sempre a eventi militari, come nel caso del suo debutto a impegni pubblici al sito di lancio di missili balistici intercontinentali Hwasong-17, a metà novembre 2022. Il suo ruolo, tuttavia, è diventato sempre più formale: ad esempio, il maresciallo delle forze armate Pak Jong-chon e il ministro della Difesa Kang Sun-nam sono stati osservati camminare dietro Ju-ae sul tappeto rosso quando il supremo leader nordcoreano ha esaminato la guardia d’onore della Marina militare durante la visita al suo comando dello scorso 27 agosto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti