motori

Un 2018 a tutto suv: ecco i modelli in arrivo

di Massimo Mambretti

Volksvagen T-Roc

4' di lettura

Suv, suv e ancora suv. Da anni, ormai, questo ritornello accompagna le stagioni del settore automotive, ma mai come in queste ultime settimane si è assistito al debutto di tante novità in un sol colpo. A dominare la scena sono quelle di taglia compatta. Si inseriscono nello schieramento a cui gli analisti assegnano il maggiore tasso di crescita sino al 2020, quando le vendite globali dell'intero settore dei suv dovrebbero attestarsi a più di 24 milioni di unità all'anno.

Ma vediamo quali sono le novità che entrano in campo in questo periodo e che, ovviamente, sono anche di taglia superiore alla compatta. Il panorama per il 2018 è ampio, sconfina sino al territorio premium ed è, principalmente, composto da modelli made in Europe.

Loading...

Dopo avere tentato di approcciare l'argomento suv con la C4 Cactus, la Citroën ora lo affronta in modo convinto con la C3 Aircross che, per inciso, precede lo sbarco in Europa della più robusta C5 Aircross sinora riservata al mercato cinese. È in vendita a prezzi che vanno da 15mila a 22mila euro, è proposta negli allestimenti Live, Fine e Shine e con motori a benzina da 82, 110 e 130 cv oltre che con turbodiesel da 100 e 100 cv. Fra i suv e i crossover in vendita da questo periodo è la più compatta di tutti, in quanto lunga 4,15 metri.

Sono di dimensioni un po' superiori le due proposte che proiettano con decisione il gruppo Volkswagen in questo settore. Si tratta della Seat Arona estrapolata dall'Ibiza e della Volkswagen T-Roc. La prima è in vendita a prezzi che partono da 17mila euro, ma che in fase di lancio scendono mediamente di 2.500 euro, con motori tre cilindri a benzina di 1 e di 1,5 litri, per potenze che spaziano da 95 a 150 cv, e le varianti da 95 e 115 cv del turbodiesel di 1,6 litri. La seconda, che svela anche un cambio di direzione del linguaggio stilistico della Volkswagen, è proposta non solo con la trazione anteriore ma anche con quella integrale e offre la possibilità di scegliere fra varianti a benzina spinte dagli stessi motori della Seat e turbodiesel di 1,6 litri con 115 cv, nonché di 2 litri da 150 e 190 cv. È proposta a prezzi che spaziano da 23mila a 34mila euro.

Un 2018 a  tutto suv: ecco i modelli in arrivo

Un 2018 a tutto suv: ecco i modelli in arrivo

Photogallery12 foto

Visualizza

Sono di analoghe dimensioni anche le Hyundai Kona e Kia Stonic. La prima è venduta a prezzi che partono da 18mila euro che in fase di lancio scendono di 3.500 euro, mentre la seconda è proposta a prezzi a prezzi che partono da 16mila euro ma che una promozione riduce di 2.300 euro. Sono strettamente imparentate fra loro, tuttavia la Kona è offerta anche con la trazione integrale, mentre la Stonic solo con quella anteriore. Le due coreane hanno anche famiglie che si declinano in modo differente. Infatti, condividono il tre cilindri turbo a benzina da 1 litro con 120 cv e il turbodiesel di 1,6 litri con 110 cv, ma la Kona offre anche la variante da 136 cv, mentre la Stonic propone anche un benzina di 1,4 litri con 100 cv.

E passiamo alle new-entry compatte ma di corporatura più robusta, in quanto lunghe circa 4,40 metri. Fra queste c’è la Skoda Karoq, altra nuova proposta del gruppo Vw, che prende il posto della Yeti con vesti decisamente più da suv ma proponendo analoghi livelli di funzionalità. Ha una famiglia che si declina in versioni spinte da motori sovralimentati a benzina di 1 e di 1,5 litri, rispettivamente, da 115 e 150 cv oltre che da turbodiesel di 1,516 litri con115 cv e di 2 litri da 150 cv, che è l’unico che si abbina anche alla trazione integrale. Già ordinabile, ma disponibile dal prossimo gennaio, è in vendita a prezzi che vanno da 24mila a 34mila euro.

Partono da una cifra di poco superiore, ovvero 35 mila euro, i prezzi del suv compatto firmato dalla Jaguar: l’E-Pace. Ha una famiglia composta da tre versioni turbodiesel di 2 litri, con potenze che vanno da 150 a 240 cv, e da due turbo a benzina di analoga cilindrata con 250 e 300 cv. Solo la versione meno potente si può scegliere anche con la trazione anteriore al posto dell’integrale.

Sono ancora un po’ più grosse le proposte del tutto inedite che arrivano da due marchi del gruppo Psa. Si tratta della Ds7 Crossback e della Opel Grandland X in vendita, rispettivamente, a prezzi che partono da 31mila e da 26mila euro. La Crossback è proposta con motori a benzina con potenze che vanno da 130 a 225 cv, oltre che con i turbodiesel da 130 e 180 cv. Invece, la Grandland X debutta con un motore turbo a benzina di 1,2 litri con 130 cv e un turbodiesel di 1,6 litri con 120 cv ed è anch’essa disponibile solo con la trazione anteriore, ma a richiesta si può avere il Grip Control per ottimizzare la motricità sui fondi a bassa aderenza.

Accanto a queste assolute primizie in queste settimane arrivano anche le nuove generazioni di tre best seller. Partiamo dalla Bmw X3, il cui listino muove da 50mila euro. È offerta unicamente con la trazione integrale con motori turbodiesel di 2 e 3 litri e con potenze che vanno da 190 a 265 cv e turbo a benzina di 2 litri con 184 cv, nonché con un 6 cilindri di 3 litri da 260 cv riservato nel caso dell’esuberante M40i. E passiamo alla Porsche Cayenne, in vendita a prezzi che partono da 78mila euro nelle versioni “normale” da 340 cv, S da 440 cv e Turbo da 550 cv. Concludiamo con la Dacia Duster: ha un aspetto più ricercato ed è meglio equipaggiata della precedente.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti