elettrodomestici

Un aiuto per il pranzo di Natale? Ecco come scegliere l’impastatrice

È soprattutto un’azione energica ma costante il segreto per evitare irregolarità, bolle e esiti finali di cottura non soddisfacenti.

di Paola Guidi


default onloading pic
Kitchen Aid, Artisan, robot impastatore con 10 velocità, movimento planetario e motore a presa diretta

3' di lettura

Le vendite degli small appliances, i piccoli elettrodomestici mantengono, secondo Gfk e ormai da anni, un segno positivo (+7,8% nei primi 9 mesi del 2019), in particolare quel comparto costituito da grandi robot impastatori (o impastatrici planetarie), alcuni dei quali addirittura pesano più di 10 kg.

Il termine “planetario” deriva dal fatto che la frusta o il gancio mescolatore compiono una rotazione simile a quella dei pianeti che, oltre a girare su se stessi, girano anche intorno al sole. Pur essendo ingombranti, costituiscono il sogno di cuoche e cuochi domestici perché, con la potenza e con il motore a presa diretta, lavorano con esiti professionali, a lungo e senza surriscaldamenti impasti densi come quello dei dolci e della pasta di qualsiasi tipo di farina.

Il capostipite – e inventore – delle planetarie a presa diretta è Kitchen Aid, con le sue Artisan, considerate molto efficienti perché con un motore da 300 Watt ottengono gli stessi risultati di un modello, sempre planetario, da mille Watt.
Gli ultimi modelli si sono anche arricchiti di accessori per ottenere quelle “lamine lunghe” di verdure che sono essenziali per una cucina leggera ma anche invitante e saporita per chi segue una dieta vegetariana.
Il robot Artisan (declinato in diverse capacità) anche nella versione compatta pesa, setaccia, pela, affetta e mescola gli ingredienti con 10 velocità.

Una prima regola: non è consigliabile acquistare online apparecchi no-brand e al di sotto dei 200 euro perché solo quelli di marchi tradizionalmente impegnati in questo settore, possono garantire la qualità, la costanza e l’igienicità dei materiali, l’assistenza e ricambi sempre disponibili.

La qualità ha un suo valore, anche perché solo così non si rovinano i cibi, non si butta via niente E soprattutto un’azione energica ma costante, il segreto per evitare irregolarità, bolle e esiti finali di cottura non soddisfacenti. Basterà pensare a quanto sia importante un’azione costante e robusta per avere la pasta frolla, ricca di burro, omogeneamente mescolata.

Pacojet

Secondo consiglio: per chi aspira a diventare un cuoco/a abile e sperimentare ricette anche elaborate con un “impiattamento” scenografico o per chi gestisce la cucina di un B&B, ecco un innovativo apparecchio, professionale, il Pacojet.
Fabbricato in Svizzera, presente nelle cucine degli chef, è diventato così fondamentale per il loro lavoro tanto che viene ormai usato il verbo “pacossare” per indicare trattamenti che trasformano qualsiasi alimento surgelato in preparati di grande qualità senza complicate e faticose manovre.

Manovre che Pacojet compie in tempi molto rapidi grazie alla sua lama fusoria a rotazione veloce, a pressione, e con una precisione controllata da un microprocessore. Occorre solo tagliare a pezzettoni gli alimenti cotti (passati nell’abbattitore) o crudi e quindi congelarli o surgelarli a -22 gradi, dentro lo stesso contenitore nel quale verranno poi lavorati (senza scongelarli). Una volta inserito nel Pacojet, l'alimento diventa in pochi secondi una purea, soffice e cremosa, oltre che di gusto molto gradevole.

Terza regola: va ricordato che i robot impastatori possono fare numerosi altri lavori ma prima di acquistare accessori invitanti che potrebbero restare in un cassetto, occorre analizzare bene ciò che serve.
Per esempio, se la famiglia ama molto i gelati e i dessert freddi conviene scegliere il robot di Kenwood che ha specifici strumenti.

Attenzione poi alla pulizia: la ciotola e tutti gli accessori di Precision Master di Cuisinart sono per esempio lavabili in lavastoviglie.

Cuisinart, Precision Master

I robot trattano in modo omogeneo anche piccole quantità proprio per la flessibilità del motore e i precisissimi controlli. Per una o due persone sono disponibili versioni più compatte come il robot MUM di Bosch che ha una funzione molto molto utile: pela tutti ma proprio tutti i legumi.

Ottimo il lavoro del Planetary della Oster, un mixer stand di ingombro e capacità ridotti ma in grado di lavorare molto bene la pasta secca e compatta dei biscotti e quella densa per il pane.

Per chi ha una bella cucina aperta sul soggiorno Kitchen Aid ha presentato una collezione di ciotole eleganti, con motivi, disegni e texture estremamente diversi gli uni dagli altri per adattarsi allo stile della cucina e ai gusti e con la possibilità di avere un’incisione laser, ottima idea per un regalo personalizzato.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...