Cultura sotto l’albero

Un assembramento virtuale per entrare nel mondo di Giacomo Leopardi

Casa Leopardi, in occasione delle feste, apre a tutti le visite guidate, in diretta streaming, della biblioteca del Giovane favoloso e del Museo. Un’opportunità fino a ieri riservata solo agli studenti impegnati nella didattica a distanza

di Patrizia Maciocchi

Didattica a distanza: viaggio virtuale nel mondo di Giacomo Leopardi

2' di lettura

Un assembramento virtuale nelle stanze della cultura. È l’opportunità offerta da Casa Leopardi che, in occasione delle feste, aprirà a tutti la biblioteca nella quale si è formato il genio di Giacomo, e il Museo. L’opportunità, offerta fino a ieri solo agli studenti impegnati nella didattica a distanza, diventa ora una concreta possibilità per sfuggire almeno con la mente agli orizzonti ristretti imposti dalla pandemia.

Una chance anche per chi non aveva mai visitato i luoghi leopardiani perché troppo lontani da raggiungere, anche in tempi non Covid-19, con la necessità di affrontare spese di viaggio impegnative: inconvenienti superati dalla tecnologia che consente di viaggiare sul filo, fino al mondo di Giacomo, che non è mai stato più vicino.

Loading...
La casa di Leopardi

Biblioteca aperta a tutti

«È entusiasmante vedere come le scuole stiano partecipando con passione al nostro progetto - dice la contessa Olimpia Leopardi discendente del poeta - proprio sulla scia delle richieste ricevute anche dai singoli visitatori, Casa Leopardi ha deciso di permettere a tutti coloro che in questo momento non possono spostarsi, di accedere virtualmente ai nostri luoghi. Questa modalità di visita, nuova anche per noi, si è rivelata differente, ma altrettanto accattivante di quella in presenza. La straordinaria sensibilità di Giacomo, capace di toccare le corde più profonde della nostra anima, lo rende un compagno prezioso a cui rivolgerci in questo periodo particolare».

Accompagnati dalle guide di Casa Leopardi, si potranno esplorare in diretta streaming, le sale della biblioteca in cui Giacomo ha studiato che contengono oltre 20mila volumi. Sarà possibile vedere i rari testi sulle materie che hanno appassionato il poeta di Recanti.

Le «sudate carte» di un genio

Una visita, attraverso i luoghi della gioventù, degli affetti e dello studio «matto e disperatissimo», che segna le tappe principali della formazione: dal pensiero alla poesia, dalla passione per le lingue alle “sudate carte”, dalla ricerca di una via di fuga dalla noia al desiderio di gloria.Il viaggio in streaming con le guide prosegue al museo, in un'immersione nella vita di Giacomo Leopardi, tra gli oggetti “simbolo”, custoditi nei secoli dai suoi discendenti: il calamaio con cui è stato scritto L’Infinito, la culla, l’abito di battesimo, i giochi d’infanzia e i primi autografi.Condividere con familiari e amici l’incontro con uno dei più grandi geni della nostra cultura, è certamente un modo per ricordare un Natale 2020 che può riservare anche belle sorprese.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti