Oggetti del desiderio

Un’automobile da gara, ideale da guidare in pista, dinamica e perfetta su strada

Test drive della Super Trofeo Omologata, nata dall'esperienza nelle competizioni di Lamborghini Squadra Corsa. All'accensione del V10 da 639 cavalli, il divertimento comincia.

di Simonluca Pini

3' di lettura

«Ai giovani non interessano più le auto. La generazione Z, quella nata tra il 1997 e il 2010, è più attratta dallo smartphone di ultima generazione che dalle supercar»? Come fare per aver conferma o smentita di queste affermazioni sentite tante volte? Semplice: basta parcheggiare una Lamborghini Huracán STO davanti ad una scuola e aspettare l'uscita degli studenti. Prima ancora di avviare il motore la Super Trofeo Omologata (STO, appunto) era già stata accerchiata, diventando la più fotografata della zona. All'accensione del V10 da 639 cavalli la folla si è aperta davanti a noi, sottolineando quanta passione sia in grado di generare una hypercar. Perché se la pista è il luogo ideale per scoprire le qualità della supersportiva nata dall'esperienza nelle competizioni di Lamborghini Squadra Corse, la strada ci ha permesso di valutarne le doti non solo dinamiche.

La STO è spinta dal V10 aspirato da 640 cavalli collegato alla trazione posteriore e al cambio a doppia frizione a 7 rapporti. Strettamente derivata dalle vetture da corsa, tra le tante soluzioni monta un nuovo parafango posteriore mutuato dalla Huracán Super Trofeo Evo e il vistoso condotto Naca integrato nel parafango posteriore che funge da presa d'aria per il motore. Altro punto da sottolineare arriva dalla ricerca della leggerezza. Il grande uso di fibra di carbonio e materiali compositi ha fermato l'ago della bilancia 1.339 kg, con un calo di 43 kg in meno rispetto alla già leggera Huracán Performante LP 640-4. Stephan Winkelmann, presidente di Automobili Lamborghini (gruppo Audi - Vw), spiega come la STO abbia già conquistato i clienti del Toro: «Sta avendo un successo inaspettato. Nonostante si tratti di un modello di nicchia, ovvero una supersportiva derivata dal mondo delle corse, abbiamo un portafoglio clienti di oltre 12 mesi». Questo successo sottolinea come i motori termici puri siano ancora amati dagli appassionati, anche se Lamborghini è già al l'opera per il futuro: «Siamo al lavoro in materia di elettrificazione per tutte le nostre auto. Si partirà nel 2023 con l'erede dell'Aventador con motorizzazione plug-in hybrid. – ha precisato Winkelmann - Nel 2024 sarà il turno della Urus Phev, protagonista di un significativo aggiornamento, e nel 2025 della futura Huracan. Per il quarto modello 100% elettrico si dovrà attendere il 2027».

Loading...

Tornando alla prova su strada, la STO è realmente un'auto da gara omologata per l'uso stradale. Soluzioni come la carreggiata aumentata, le boccole per sospensioni più rigide, le barre antirollio specifiche e MagneRide 2.0 di Lamborghini, lo scarico Akraprovic con valvole in titanio e le nuove mappe motore (STO, Trofeo e Pioggia), unite agli pneumatici specifici Bridgestone Potenza, assicurano prestazioni di riferimento, ma al tempo stesso richiedono e pretendono rispetto e buone capacità di guida. Perché se da una parte la coupé emiliana si è mostrata confortevole nel traffico quotidiano, quando si alza il ritmo diventa impegnativa, ma capace di regalare emozioni uniche ad ogni cambiata a 8.500 giri. Sterzo e assetto rendono la guida millimetrica, precisione che si ritrova nell'erogazione della potenza e nella gestione nei 600 Nm di coppia scaricati sull'asse posteriore. Promossi a pieni voti anche i freni, grazie all'impianto Brembo Ccm-R.

Il terreno ideale di prova sarebbe naturalmente il circuito di Misano Adriatico, impegnato però dai 74 piloti a bordo Huracán Super Trofeo Evo che hanno partecipato alle Lamborghini World Finals 2021. Salendo a bordo si nota l'ampio uso di fibra di carbonio: dai sedili sportivi, agli interni in Alcantara con Lamborghini CarbonSkin, fino alla moquette sostituita da tappetini in fibra di carbonio e ai pannelli leggeri delle porte.

L'infotainment è affidato al sistema Hmi con schermo touchscreen, compatibile con Apple CarPlay (manca Android auto) ed è presente anche un sistema di telemetria totalmente connesso in grado di monitorare e registrare le prestazioni su pista e analizzare i dati tramite l'app Lamborghini Unica.

Prezzo per guidare una STO? Si parte da circa 305 mila euro, naturalmente optional esclusi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti