PONTI DI PRIMAVERA

Un caffè nel giardino del sonno e altri luoghi insoliti da scoprire a Londra

di Simone Filippetti


default onloading pic
Natural History Museum Foto di Simone Filippetti

4' di lettura

Londra è una delle mete preferite e più gettonate dagli italiani durante la Pasqua e i ponti di Primavera. La classica destinazione per famiglie: per mamme & papà con figli al seguito, stanchi del solito cambio della guardia a Buckingham Palace, dell'affollato (soprattutto da italiani) mercatino di Portobello al sabato mattina, e della tappa fissa da Harrods, a fare a gomitate per comprare la classica marmellata alle arance da riportare come regalo, ecco cinque posti insoliti della città di Sua Maestà, dove far divertire i propri figli senza che il portafoglio pianga.

1 – Old Brompton Cemetery. Avete mai preso un caffè seduti tra le tombe? Al cimitero di Old Brompton, zona sud ovest di Londra (Old Brompton Road, metro District o Circle Line, fermata Earl's Court; oppure Overground fermata West Brompton) si può. Se l'idea vi sembra macabra, sappiate che questo cimitero-parco è la metà preferita dagli abitanti del quartiere. Nella zona non ci sono parchi e l'unica area verde pubblica era il cimitero così il quartiere ha deciso di adibirlo anche a parco, trasformando il nome dallo sgradevole “cimitero” nel più delicato “Giardino del Sonno” dove la gente del posto viene a fare la pausa pranzo, correre o leggere un libro seduti su una panchina tra i sepolcri consunti dal tempo.

C'è anche un caffè con tavolini all'aperto. Atmosfera a metà tra il romanzo gotico di fine ‘800 e The Walking Dead, tombe artistiche che cadono a pezzi, invase da erbacce incolte; un senso di decadenza che sarebbe piaciuto a Oscar Wilde o Baudelaire. Piccola curiosità storica: tra le tombe c'è quella di Emmeline Pankhurst, la prima femminista inglese. Ancora oggi c'è un pellegrinaggio alla sua tomba. Scoiattoli, tantissimi uccelli (corvi, falchi, piccioni, tortore) e persino volpi, ormai addomesticate, fanno la felicità dei più piccoli. Ingresso gratuito. E se arrivate in fondo al cimitero, uscite su Fulham Road e dirigetevi verso destra. Dopo 200 metri apparirà davanti a voi in tutto il suo splendore Stamford Bridge, lo stadio del Chelsea allenato dall'italianissmo Maurizio Sarri, la cui struttura in realtà si intravede già dal lato meridionale del parco.

2 – A proposito di stadi. Se avete figli patiti di calcio, merita il lungo tragitto fino a White Hart Lane (1 ora e mezzo con metropolitana più treno: Victoria Line fino a Seven Sisters poi Overground) il Tottenham New Stadium. Il nuovo stadio degli Spurs è l'ultimissima attrazione di Londra, inaugurata poche settimane fa: 9 piani di sport, negozi, bar (tra cui uno da Guiness dei Primati, lungo 65 metri) e pure un birrificio. C'è anche una Skywalk, passeggiata sospesa sopra il campo da gioco e si può scalare la facciata fino al tetto. Più che uno stadio una città dentro la città. Alcune attrazioni sono a pagamento, altre gratuite.

3 – Ponte di Primavera piovoso e grigio a Londra? Non è una probabilità così remota, purtroppo. Allora dirigetevi senza indugio al Natural History Museum (Metro District, Circle o Piccadilly, fermata South Kensington). Restaurato di recente, il museo sembra un'antica cattedrale gotica, che ospita tutti gli animali del mondo (e tutte le scoperte della natura). Non si paga nessun biglietto, l’ingresso è a offerta libera: un posto meraviglioso dove portare bambini, ma anche gli adulti, che si divertono e apprendono. La sala d'ingresso, con l'enorme scheletro di megattera che si tuffa dal soffitto con le volte a crociera, vale da sola l'ingresso. Le sale più famose, ma anche le più affollate specie durante le vacanze, sono l'ala dei dinosauri (con un Tirannosauro robot a grandezza naturale uscito direttamene dal film Jurassic Park) e la sala dei mammiferi con la gigantesca riproduzione di una balena blu e la Darwin Gallery, dedicata all'evoluzione con una vista spettacolare sul Museo.

4 – Londra merita un aperitivo in stile british. Se i vostri figli sono già in età da alcol, allora vale la pena entrare da Mr Fogg's in pieno quartiere della movida, tra Leicester Square e Covent Garden: Mr Fogg's è una catena di locali in stile ottocentesco (ce ne sono 6 a Londra). Ma la “filiale” di Covent Garden offre la chicca di un parlour (salotto di ricevimento di una casa privata ma aperto al pubblico) con tanto di passaggio segreto celato nella parete di una libreria. Si sale al piano di sopra e vi trovate catapultati in un salotto della Londra del secolo scorso: si serve esclusivamente gin e cocktail a base di gin. Impossibile trovare posto senza una prenotazione; i drink (ognuno con un gin diverso) costa attorno alle 13 sterline.

5 – In una vacanza a Londra perché non alloggiare direttamente dentro a un pub? Pub è abbreviazione di “Public House” ossia locale pubblico dove un tempo la gente povera si ritrovava per mangiare e socializzare; i nobili non uscivano dai loro palazzi con la servitù che cucinava. Un soggiorno un po' fuori mano (Southern Line, fermata Hernie Hill) ma che vale la pena è l'Half Moon Pub. Un tempo storico pub per concerti, tappa obbligata per i musicisti (qui hanno suonato David Bowie e gli U2 nel loro primo concerto tutto esaurito a Londra), ora è stato ristrutturato: al pian terreno un gastropub; al piano di sopra stanze in perfetto stile inglese chic. Una camera costa circa 100 sterline.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...