automotive

Un consorzio tedesco di 17 aziende punta a far concorrenza alla Gigafactory di Tesla

di Corrado Canali

default onloading pic


2' di lettura

Un'azienda tedesca, la Terra E Holding, è pronta ad annunciare l'intenzione di realizzare una fabbrica di batterie agli ioni di litio destinata a fare concorrenza alla Gigafactory di Tesla. Resta ancora da definire la location da scegliersi fra cinque siti già individuati in Germania o in un Paese limitrofo dove sorgerà la fabbrica di batterie da 34 gigawattora. A darne la notizia è stato Holger Gritzka un'ex dirigente di ThyssenKrupp che ha riunito 17 aziende tedesche e ha ottenuto il sostegno del governo tedesco per la realizzazione del progetto che scatterà nel quarto trimestre del 2019 e dovrebbe raggiungere la piena capacità nel 2028. La fabbrica di batterie è un ulteriore segnale di come l'industria tedesca, la quarta economia mondiale del mondo, si sta preparando alla ormai prossima rivoluzione energetica. Le batterie agli ioni di litio, infatti, possono servire a dare stabilità alla produzione di energia visto l'apporto intermittente dell'eolico e dell'energia solare.

Sono, naturalmente, anche destinate a alimentare i milioni di vetture elettriche o plug-in che si prevede saranno lanciate nelle linee di produzione tedesche all'inizio del prossimo decennio. La produzione di batterie a livello mondiale secondo l'agenzia Bloomberg dovrebbe raddoppierà entro il 2021, raggiungendo i 278 gigawattora, a partire dai circa 103 gigawatt di oggi. A controllare oggi il mercato sono i produttori asiatici di batterie, i coreani LG e Samsung, in particolare. Ma Tesla, sempre secondo Bloomberg diventerà il secondo produttore di batterie al mondo, una volta completala la realizzazione della Gigafactory da 35 gigawatt-ora in Nevada, costata 5 miliardi di dollari. Secondo Gritzka alcuni membri del consorzio di Terra E Holding potrebbero diventare suoi acquirenti.

Loading...

Lo stesso Gritzka che per ora so è rifiutato di indicare le società partecipanti, ha confermato che il progetto, che ha ottenuto 5,2 milioni di euro di finanziamento dal Ministero tedesca della Ricerca, ma prevede di avere bisogno fino ad un miliardo di euro per il completamento del progetto. Terra E si già attivata per cercare nuovi investitori attratti dalla svolta governativa verso l'energia alternativa avviata dalla cancelliera Angela Merkel che a maggio ha dato il via libera ad un investimento di 500 milioni di euro per un fabbrica di batterie agli ioni di litio che intende realizzare il Gruppo automobilistico Daimler.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti