economia reale

Un e-commerce in ogni negozio di quartiere: nuova campagna di “Solidarietà digitale”

Il progetto promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitale aiuterà piccoli commercianti e artigiani ad avviare canali di vendita online

di Redazione economia

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Il progetto promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitale aiuterà piccoli commercianti e artigiani ad avviare canali di vendita online


2' di lettura

Solidarietà Digitale - il progetto promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitale che fin dalla prima fase della pandemia, mette in contatto cittadini e aziende disposte a fornire gratuitamente servizi digitali – torna con l'iniziativa «Vicini e connessi – Il digitale per l'economia locale».

Con questa nuova campagna, l’attenzione del progetto si sposta sugli esercenti locali e di quartiere, per cui la tecnologia digitale può ridurre l’impatto economico causato dall’emergenza sanitaria ed essere impiegata con vantaggi per la collettività. Anche dopo la pandemia. L’obiettivo è aiutare le piccole attività, finora legate alle modalità tradizionali di vendita, a usare il commercio elettronico e gli strumenti digitali per creare opportunità commerciali nuove.

Loading...

Da un lato ci saranno quindi le piattaforme nazionali e internazionali di e-commerce, ma anche società della logistica e di servizi a domicilio, che possono partecipare all’iniziativa offrendo gratuitamente prodotti e servizi digitali. Dall’altro i piccoli esercizi locali e di quartiere, le botteghe artigiane, le imprese legate al commercio di prossimità possono beneficiare di questi strumenti per conservare e ampliare il proprio giro d’affari.

Secondo un’indagine del Consorzio Netcomm, il centro digitale italiano per l’evoluzione del commercio online, partner del progetto, nei primi cinque mesi dell’anno sono stati due milioni i consumatori che nel nostro Paese hanno effettuato acquisti online. Nell’intero 2019 erano risultati 700 mila.

«Le pandemie non sono una novità nella storia, ma nei tempi che stiamo vivendo gli strumenti digitali offrono possibilità che in precedenza mancavano di contenerne le conseguenze», ha commentato la ministra per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano. «Questo progetto - ha proseguito - è un invito alle aziende del digitale e di settori collegati ad aiutare i piccoli esercizi commerciali affinché possano dispiegare le proprie capacità di azione anche in una fase di emergenza».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti