seminario a ventotene

Un’Italia europea in un’Europa federale


default onloading pic
Bandiere europee davanti a Westminster, Londra (

1' di lettura

Un’Italia europea in un’Europa federale; il federalismo come risposta alla crisi della civiltà europea e alle sfide della globalizzazione; la riforma dei Trattati Ue; la politica estera e di sicurezza; la cooperazione tra Ue e Africa: sono alcuni dei temi che dal 1° al 6 settembre saranno al centro del Seminario di Ventotene “Il federalismo in Europa e nel mondo. Dall’unione monetaria agli Stati Uniti d’Europa”, organizzato dall’Istituto di studi federalisti “Altiero Spinelli” con il patrocinio della Camera dei deputati. Nell’isola in cui 70 anni fa fu scritto il Manifesto ispiratore dell’unità europea, 150 giovani provenienti da diverse regioni del mondo approfondiranno il pensiero federalista e i temi più attuali insieme a esponenti del Movimento federalista europeo e mondiale, relatori universitari e del mondo politico e istituzionale.

«Per contrastare nazionalismi e populismi - osserva Federico Brunelli, direttore dell’Istituto Altiero Spinelli - appare sempre più importante la formazione dei giovani agli alti ideali della cooperazione tramite il rafforzamento e la democratizzazione delle istituzioni sovranazionali. È evidente l’inadeguatezza degli Stati di fronte alle sfide epocali che abbiamo di fronte».

L’apertura del Seminario, domenica 1° settembre, vedrà anche la partecipazione di Sandro Gozi, presidente dei Federalisti europei; di Sylvie Goulard, vicegovernatore della Banca di Francia e candidata alla nuova Commissione europea; di Mario Monti, presidente dell’Università Bocconi e senatore a vita; di Romano Prodi, ex presidente della Commissione europea.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...