mazda 2

Un mild hybrid controcorrente per la compatta giapponese

Il modello rinnovato propone una soluzione di elettrificazione con un supercondensatore. Lo stile non muta: migliorati gli interni, arrivano i fari led e numerosi sistemi per la guida assistita

di Massimo Mambretti


default onloading pic

3' di lettura

L’ approccio della Mazda alla mobilità sostenibile è multiplo va in controtendenza rispetto a quello della maggior parte degli altri costruttori. Infatti, alla faccia di ogni logica riguardante le economie di scala, la casa di Hiroshima affronta questo tema sviluppando per ogni modello una tecnologia specifica, per di più, senza legarsi necessariamente allo stretto concetto di elettrificazione.

La rinnovata Mazda2 è l’ennesima conferma di questa strategia, poiché è diversamente mild hybrid.

Infatti, anche per rispettare la filosofia Mazda della caccia al grammo, che già in partenza si prefigge di ottimizzare l’efficienza di ogni vettura, adotta un sistema che affida a un compatto e leggero supercondensatore (con una tensione di 22,5 Volt l’energia destinata all’alternatore-starter che supporta il motore per lenire i consumi. Il supercondensatore (gia in altre occasioni usato da mazda) offre fasi di scarica e carica molto rapide, consente alla massa della Mazda2 di non allontanarsi troppo da quota 1.000 chili. Un peso che, complessivamente, non è penalizzante per il rendimento e il comportamento sia della versione spinta dal motore di 1,5 litri con 75 cv sia di quella mossa dalla variante da 90 cv.

La scelta dell’ibrido leggero, pur ottenuta puntando su un’originale soluzione, è coerente con quello che stanno facendo praticamente tutte le case concorrenti limitare le conseguenze delle sanzioni previste in Europa per i marchi con una gamma che sfora emissioni medie di CO2 di 95 g/km,.

L’intera famiglia è omologata come ibrida, oltre che in vendita negli allestimenti Evolve, Exceed ed Exclusive a prezzi che vanno da 18mila a 22mila euro. Cifre che includono sempre una suite di Adas che, ora, include anche la frenata d’emergenza integrata dall’individuazione dei pedoni anche di notte, il sistema per il mantenimento della corsia con due step di assistenza, il riconoscimento dei segnali stradali e il park assist con visuale a 360°.

Tracciato l’identikit della nuova serie della Mazda2, peraltro poco influenzato dal nuovo sguardo determinato da stilemi e da fari a Led che ne allineano il frontale a quello di tutte le consanguinee, vediamo quali sensazioni si avvertono guidandola. L’aiutino elettrico imprime alla Mazda2 con 90 cv percorrenze medie superiori rispetto a quelli della precedente di pari potenza, poiché sono pari a 24,4 chilometri con un litro. Tuttavia, non si fa valere sulle prestazioni che sono praticamente allineate a quelle della versione precedente. La sua presenza, però, è ben percepibile poiché rende pronta e piena l’erogazione ai bassi regimi, che manifestandosi linearmente avvantaggia anche la possibilità di marciare senza tentennamenti alle andature moderate utilizzando le marce più alte. In questo caso, però, bisogna scalare quando si deve aumentare la velocità rapidamente.

Nel complesso, la Mazda2 offre una guidabilità sempre istintiva supportata nella nuova serie dagli accorgimenti apportati alla scocca e al set-up dell’assetto per incrementare il dinamismo, sul quale si riflettono anche il sistema che agisce sull’erogazione del motore in funzione dei trasferimenti di carico nelle curve e la nuova taratura del servosterzo. Il risultato finale dà come risultato un comportamento più omogeneo e una guidabilità ancora più istintiva rispetto al passato. L’aggiornamento della compatta Mazda non ha trascurato il confort, che risulta esente da rumorosità parassite e che, inoltre, è avvalorato anche dai sedili anteriori di nuova concezione che accolgono gli occupanti più comodamente. I passeggeri, dal canto loro, ora viaggiano in un ambiente in cui si nota una maggiore cura per i dettagli e connesso meglio, dato che il rinnovato sistema d’infotainment con display da 7” adesso supporta anche Apple CarPlay e Android Auto.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...