Le sfilate di Milano /1

Un nuovo vocabolario da Zegna, colori e spirito di adattamento da DSquared2

La collezione firmata da Alessandro Sartori dimostra che la sartorialità non ha tempo, e può prestarsi a categorie che un tempo nemmeno sfiorava. DSquared2 propone un energico e colorato tripudio dello strato su strato

di Angelo Flaccavento

Zegna. Tre pezzi dello stesso colore

2' di lettura

Fisico, digitale, ibrido: le modalità di presentazione della fashion week maschile che si è aperta ieri a Milano sono intricate almeno quanto il momento confuso che stiamo vivendo. Prontezza e adattabilità sono il solo modo per sopravvivere evolvendosi. La moda segue, creando nuove estetiche che rispondono proprio a questi bisogni, evolvendosi a sua volta. Se l’abito sartoriale è giurassico nella sostanza ingessata del doppiopetto con cravatta, la sartorialità, ovvero la cura estrema della realizzazione unita alla ricerca della materia, non ha tempo, e può prestarsi a categorie che un tempo nemmeno sfiorava.

Della fusione - mentale e materiale - di formale e sportswear, Alessandro Sartori, direttore artistico di Zegna, è paladino da sempre, tanto da aver traghettato esteticamente lo storico marchio, da poco quotato in borsa a New York - via Ermenegildo dal nome, e nuovo logo in forma di strada: è tempo di rebranding, nel segno di incisività ed efficacia - in un ambito espressivo corrente e calzante, che abbandona l’aplomb sabaudo ed è fatto invece di semplificazione, comfort estremo e soprattutto modularità. La sfilata è sostituita da un video che muove continuamente da scenari sublimi di alta montagna ad interni astratti e quasi mentali, ed è seguita da una presentazione tecnica dal vivo.

Loading...

Colpisce lo spirito mutante dei cappotti a doppio strato, delle overshirt utilitarie, dei nuovi suit: tre pezzi composti da blazer, pantaloni e giacca a vento, realizzati nello stesso colore e medesimo materiale, ma in pesi differenti, per consentire innumerevoli permutazioni. Sartori crea un vocabolario, ma caldeggia l’interpretazione personale, con una apertura all’esterno che è il vero punto di scarto. In tempi di me generation, l’autodeterminazione del singolo è sacra, ma è meglio se accompagnata dall’eleganza che Zegna mantiene anche nei momenti più pragmatici.

I gemelli Caten tornano a sfilare con DSquared2, ed è un energico tripudio di strati su strati, dal poncho al piumino ai jeans ai bermuda, accessoriati di bisacce, orsetti e di zaini da montagna realizzati in collaborazione con Invicta. Un look che è invero un teorema di adattamento, per chi non ha paura del freddo, del campeggio o dei voli low cost con franchigie che minimizzano il bagaglio a mano, quindi si porta tutto addosso.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti