Velotransport.

Un «taxi express» per i prodotti delle Pmi

L’azienda di Torino è passata da 3 a 50 addetti in cinque anni

di Filomena Greco


2' di lettura

Ha da poco compiuto cinque anni di età ma la torinese Velotransport è cresciuta in maniera esponenziale tanto da guadagnarsi la posizione numero 16 nella classifica Leader 2020.

La società torinese nasce come un’impresa familiare legata all’esperienza della famiglia Orsogna. Dario Orsogna è l’amministratore delegato e accanto a lui ci sono i due figli e un socio. «Quando abbiamo iniziato eravamo in tre – racconta Mirko Orsogna – oggi siamo in 50, con un parco mezzi di 45 veicoli e una copertura sull’area di Torino, del Piemonte e del Nord Italia».

L’azienda lavora come un servizio taxi, ma riservato alle merci: la Velotransport ha un piccola centrale operativa nella sede di corso Sebastopoli che riceve ed elabora le richieste dei clienti e assegna i servizi ai singoli autisti, ottimizzando le distanze e i percorsi. «Non siamo una classica azienda di trasporti. Siamo in grado di garantire la presa e la consegna della merce in poche ore, seguendo direttamente tutte le fasi del trasporto. Questo fa la differenza tra noi e un corriere» sintetizza Orsogna.

Un servizio express dunque, che può dunque risultare più caro rispetto alle tariffe di mercato, costo che viene ammortizzato però, spiega Orsogna, «quando si tratta di movimentare volumi consistenti per i quali si paga il servizio in tempi rapidi». I clienti della Velotransport sono prevalentemente pmi e aziende che hanno esigenza di trasportare materiale o semilavorati in tempi stretti. Un servizio apprezzatto dalle imprese manifatturiere e dalle filiere piemontesi, aggiunge Mirko Orsogna, gestito in maniera easy attraverso le prenotazioni dei clienti via email e l’assegnazione delle tratte alla flotta fatta attraverso il servizio Whatsapp. «Nei prossimi mesi – aggiunge Orsogna – cercheremo di sviluppare il nostro gestionale per offrire ai clienti la possibilità di prenotare il servizio direttamente dal nostro sito».

Alle spalle della Velotransport c’è l’esperienza decennale del fondatore come padroncino e la volontà di stare sul mercato i maniera innovativa e orientata completamente alle esigenze dei clienti, con un fatturato passato da 228mila euro nel 2015 a quasi due milioni e mezzo l’anno scorso.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...