Premio nazionale dell’innovazione

Una batteria a basso costo e alta efficienza vince il premio Pni

A una soluzione di logistica sostenibile, intelligenza artificiale per l’educazione e uno strumento di diagnosi precoce della carenza di ferro gli altri premi

2' di lettura

Una tecnologia di accumulo energetico a basso costo e altamente competitiva per contribuire a rendere reale la transizione energetica. È stata Sinergy Flow, vincirìtrice della Start Cup Lombardia ad aggiudicarsi il Premio Nazionale per l'Innovazione (Pni), la business plan competition promossa dall'Associazione PNICube e ospitata quest’anno dall’Università di Roma “Tor Vergata”.

Sinergy Flow ha proposto una batteria innovativa a basso costo, sostenibile e ad alta efficienza per l'accumulo energetico su base multi-giornaliera, permettendo la penetrazione delle rinnovabili fino al 90% nel sistema energetico. La soluzione tecnologica sviluppata è una batteria a celle di flusso basata su materiali abbondanti e poco costosi, in pieno rispetto dei principi di Economia Circolare.

Loading...

Infatti, l'utilizzo dei sottoprodotti ricchi in zolfo dell'industria petrolchimica garantisce un costo di installazione estremamente ridotto, fino 30 volte inferiore rispetto alle soluzioni oggi sul mercato. La startup ha vinto anche il premio Iren Cleantech & Energy del Pni.

Il premio Industrial per la produzione industriale innovativa è andato ad Adaptronics (Start Cup Emilia Romagna) con una proposta di logistica più sostenibile e smart con dispositivi di presa elettro-adesivi e scotch sensorizzato riciclabile per monitorare lo stato della merce. La startup deep-tech punta a rivoluzionare la logistica di trasporto merci, con l'obiettivo di renderla più sostenibile in tutte le fasi della filiera fino alla consegna dell'ultimo miglio: un mercato da 210 B$ in cui il 63% delle aziende necessita di movimentazioni più efficienti e a cui il 70% delle aziende nel mondo richiede una maggiore trasparenza sulla catena di consegne.

Il premio Ict (tecnologie dell'informazione e dei nuovi media) è stato assegnato ad Algor (Start Cup Piemonte e Valle D'Aosta) che utilizza l'intelligenza artificiale per creare mappe concettuali in modo automatico e personalizzabile, anche a supporto degli studenti con Dsa, rendendo l'istruzione realmente inclusiva.

Infine, per quanto riguarda i premi principali, quello relativo a Life Sciences-Medtech è stato aggiudicato a Fidelio Medical (Start Cup Piemonte e Valle d'Aosta), prima soluzione diagnostica digitale per lo screening e monitoraggio della carenza di ferro, che colpisce una persona su tre, in particolare donne, bambini e persone con malattie croniche: la diagnosi è spesso tardiva e il rischio concreto è di anemia e complicanze gravi. Il dispositivo diagnostico permetterà diagnosi precoce e monitoraggio regolare della carenza di ferro direttamente in ambulatori medici e farmacie.

A ciascuno dei quattro premiati va un premio di 25mila euro.

«Abbiamo di fronte sfide fondamentali, anche oltre la pandemia – ha detto Alessandro Grandi, presidente di PNICube – Come il cambiamento climatico, la competitività, il rinnovamento delle strutture industriali ed economiche del Paese. I progetti presentati al PNI dimostrano, una volta di più, di essere in grado di fornire un contributo determinante a queste sfide, con soluzioni altamente innovative e concrete».

Nato nel 2003 per diffondere la cultura imprenditoriale nel sistema della ricerca e sostenere la nascita di imprese ad alto contenuto di innovazione, negli anni il Premio Nazionale per l'Innovazione ha selezionato e accompagnato al mercato 899 startup, circa 50 l'anno, mettendo in rete i network locali – enti pubblici, investitori, imprese dei territori e le 51 università aderenti al circuito – e accorciando le distanze tra ricerca e mercato.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti