elettrodomestici

Una cucina professionale da chef? Ora è possibile anche in casa

di Paola Guidi

3' di lettura

«E adesso mi faccio una cucina da chef. Vera». Un sogno che oggi diventa realizzabile perchè le raffinate tecnologie che consentono ad una cucina professionale di funzionare sempre al meglio, sono ora disponibili in versione domestica. Gfk e Findomestic confermano, del resto, un trend: a salire sono soprattutto le vendite degli elettrodomestici Premium, connessi, professionali.

Ma anche nella nuova edilizia le scelte prediligono la classica soluzione degli chef, l'isola superattrezzata. «Tutti i proprietari di una nostra ultima realizzazione di Milano, 33 appartamenti di fascia alta – conferma Daniele Veneri, del settore pianificazione e controllo della Ducale Spa – hanno voluto la cucina ad isola, con attrezzature e finiture di alto livello che hanno richiesto, tra l’altro, contatori con potenze superiori ai 6 kWh».

Ed ecco, in anteprima, le ultimissime novità, a cominciare da Electrolux che, per celebrare i suoi primi 100 anni di vita, ha preparato ben 150 nuovi elettrodomestici con prestazioni professioni ma studiati per essere usati senza complicati manuali né complesse manovre.

L’intelligenza artificiale è un grande aiuto poiché rende intuitivi i diversi passaggi, funzionando da “sous chef”, con suggerimenti continui oppure, per evitare risultati finali non esaltanti, può sostituire il... manovratore prendendo decisioni autonome, adeguandosi anche alle nostre abitudini. C’è poi la possibilità di controllare realmente quello che sta avvenendo nel forno mentre si è fuori, grazie ad una telecamera integrata, intervenendo anche se si è lontani. Gli apparecchi Electrolux sono predisposti per il controllo vocale interattivo con un assistente digitale e questo rende ancora più facile la gestione di tutta la cucina senza dover imparare l'uso dei display, delle manopole, dei touch screen.

La cucina con tutti i “trucchi” dello chef

La cucina con tutti i “trucchi” dello chef

Photogallery15 foto

Visualizza

Ancora un altro compleanno centenario, quello di Kitchen Aid che porta nelle cucine domestiche per la prima volta la vaschette di cottura a induzione, un efficiente incrocio tra forno e piano di cottura con il trattamento a vapore, ad acqua-bollitura, a bagnomaria, a bassa temperatura, ad olio-frittura e ad arrosto. E tutto con una precisione e con un risparmio di energia notevoli poiché il calore viene gestito a regola d’arte.

I migliori alleati della cucina di uno chef sono il sottovuoto e l’abbattitore della temperatura, strettamente legati alla cottura di qualità. Il confezionamento sotto vuoto raddoppia o triplica la freschezza di qualsiasi cibo; l’abbattitore, del quale Irinox ha presentato le prime versioni domestiche, abbassa rapidamente con il freddo la carica batterica dei piatti appena fatti e cucina con efficientissime tecniche soft. Serve tra l'altro per preparare in anticipo e conservare perfettamente le basi delle ricette soprattutto per chi riceve molti ospiti e spesso.

Per realizzare finger food di grande qualità, KitchenAid presentrà una colonna attrezzata che riunisce abbattitore, sottovuoto, insieme al forno a vapore e al cassetto per la cottura sottovuoto. La tendenza infatti è di offrire diverse opzioni di cottura e trattamento degli alimenti concentrandole il più possibile per risparmiare spazio e movimenti. Chi desidera una soluzione altamente professionale e hi-tech troverà presso Fico-Eataly di Bologna oppure all'Eataly Smeraldo di Milano il formidabile Roboqbo, una macchina compatta per numerose preparazioni in tempi brevi con risultati professionali.

Il classico forno del cuoco è spesso doppio per preparare rapidamente e contemporaneamente diversi piatti. Fisher&Paykel propone un'elegante versione domestica per portate per 8 e più ospiti, con 10 funzioni simultanee, autopulizia e, onde evitare continui controlli, anelli luminosi che segnalano i diversi funzionamenti. Per coppie giovani che ricevono spesso, la soluzione della pizza è l'ideale; Franke ha presentato un forno apposito, Pizza Gourmet da 74 litri che prepara sino a 4 grandi pizze per volta con qualità professionale. Infine, per una perfetta “Mise en place” tutti gli strumenti necessari devono essere a portata di braccio, ordinatamente e secondo le funzioni; nel cassetto Cook le pentole e le padelle, nel Prep i casalinghi per l'elaborazione dei cibi e, sopra, almeno 4 prese per i piccoli elettrodomestici (pochi, e potenti). E, molto vicini, cassetti e mobili per gli oggetti per servire. Molto intelligenti, a questo proposito, le zone di preparazione e cottura di Barazza, con canali attrezzati a portata di mano.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti