LE NUOVE SFIDE DELLA CERAMICA

Una fiera aperta al dialogo e interconnessa

La manifestazione di Bologna (dal 23 al 27 settembre) aggiorna il format e apre una sezione su contract e architettura. Previsti 869 espositori, dei quali 338 stranieri da 40 Paesi, attesi oltre 110mila visitatori da tutto il mondo

di Natascia Ronchetti


default onloading pic
Lo studio Meneghello Paolelli Associati disegna per The.ArtCeram la collezione Aetlier

2' di lettura

Sempre più versatile, aperto al dialogo con vari interlocutori – dagli architetti ai designer ai distributori – e arricchito da una nuova area tematica, Archincont(r)act, che fa da ponte tra l’industria della ceramica e il contract, nuovo spazio di crescita in Italia e all’estero per le imprese del settore. Con il restyling del logo e grandi numeri (869 espositori, dei quali 338 stranieri da 40 Paesi, e oltre 110mila visitatori attesi), l’edizione 2019 del Cersaie (dal 23 al 27 settembre), salone internazionale della ceramica per architettura e dell’arredo bagno, si riconferma a livello internazionale come una manifestazione capace non solo di assecondare ma anche di anticipare le evoluzioni del settore.

La ceramica, da anni sdoganata da un uso limitato al residenziale, diventa protagonista anche del contract, con una sezione che per la prima volta lo rappresenta. Coinvolti dieci studi di architettura (otto italiani, uno tedesco e uno inglese) specializzati nella progettazione di grandi edifici. «Tutto con una logica: senza perdere di vista le altre destinazioni d’uso – spiega Emilio Mussini, presidente della commissione attività promozionali e fiere di Confindustria Ceramica -, abbiamo aggiunto un nuovo ambito tematico per creare una relazione con gli operatori del contract. Oggi infatti abbiamo materiali che ci permettono di rivestire grandi strutture non residenziali, come alberghi o aeroporti».

Tra estetica e tecnologia, ceramiche in mostra al Cersaie 2019

Tra estetica e tecnologia, ceramiche in mostra al Cersaie 2019

Photogallery18 foto

Visualizza

Il salone spinge l’acceleratore sul “racconto” digitale delle novità, attraverso i social network, e anticipa di fatto il concept dell’edizione del 2020, quando con l’ampliamento degli spazi espositivi di BolognaFiere introdurrà aree tematiche come il wellness (che accanto alla ceramica sanitaria affiancherà piscine e spa) e l’outdoor, rivolto a tutto ciò che lo compone, illuminazione compresa. «Perché la forza del Cersaie è quella di presentare la più ampia scelta di soluzioni coerenti con i target», dice Mussini. «Sosteniamo una evoluzione, basata sull’innovazione, che ci permette di aprire nuovi varchi in numerosi ambiti».

Una innovazione basata anche sulla sperimentazione, come spiega Filippo Manuzzi, ad di Ceramica Sant’Agostino (Ferrara, 335 dipendenti e 64 milioni di fatturato): «Oggi si abbinano nella stessa piastrella materiali con effetti diversi, dal legno al cemento, grazie a smalti di una ultima generazione e innovative tecniche digitali». Il digitale e le grandi lastre hanno rivoluzionato il settore, capace ora di raggiungere standard elevatissimi sia sotto il profilo estetico che sotto quello tecnico, come confermano le aziende presenti al salone.

«Le grandi lastre hanno consentito di conquistare mercati che non erano ricettivi alla ceramica – dice Davide Colli, direttore operativo di Ceramiche Piemme (Fiorano Modenese, 370 dipendenti e un volume d’affari di 105 milioni) -. Il digitale a sua volta ha permesso un livellamento verso l’alto. La domanda è sempre più polarizzata tra grandi e piccole dimensioni, con un ritorno al colore, alla tradizione. Contemporaneamente sono cambiati gli interlocutori: cosa che richiede forti investimenti da parte delle aziende nella formazione e nello sviluppo di competenze tecniche».

Accanto alla novità del contract, il salone ripropone classici come la rassegna “Costruire, abitare, pensare”, che coinvolge architetti di fama internazionale. Tornano anche “Cafè della stampa” (conversazioni con i direttori di testate specialistiche), “Cersaie disegna la tua casa” (consulenze alla clientela privata) e “La città della posa”, sezione dedicata a tutto ciò che ruota nel mondo dei posatori.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...