innovazione

Una nuova primavera per chi progetta linee di assemblaggio

La Cpm di Beinasco è ora competence center per il gruppo tedesco Dürr

di Filomena Greco


2' di lettura

La rivoluzione indotta dalla elettrificazione delle auto ha rilanciato gli investimenti sui sistemi produttivi, «un effetto positivo per chi come noi è specializzato nella progettazione e la produzione di linee di assemblaggio per le auto» racconta Massimo Bellezza, presidente e ad dell’azienda parte dal 1999 del Gruppo tedesco Dürr, specializzato nella fornitura di impianti e tecnologie in ambito aeronautico e automotive. La Cpm di Beinasco – 100 milioni di fatturato, un centinaio di addetti diretti nell’ingegneria di prodotto, 400 se si considera la prima linea dei fornitori – rappresenta un vero e proprio brand nella filiera automotive, con all’attivo centinaia di chilometri di linee montate nel mondo, dotate di capacità che arrivano fino a 80 vetture all’ora. L’azienda ha sviluppato l’area produttiva per il modello Urus di Lamborghini e sempre della Cpm è la nuova linea di montaggio dove sarà assemblata la prima auto elettrica italiana destinata al mass-market. «Sviluppare i sistemi per la produzione dell’auto elettrica – dice Bellezza – rappresenta uno step industriale importante perché si tratta di soluzioni flessibili e implementabili, con un alto livello di automazione e semplificazione dei passaggi produttivi».

Cpm ha “debuttato” nel settore delle auto elettriche a partire dal 2014 e ha all’attivo collaborazioni importanti con Tesla, Byton, Evergrande. E se il powertrain elettrico rivoluziona completamente la filiera del motore termico, a benzina o diesel, anche la fase di assemblaggio meccanico della vettura richiede sistemi completamente diversi, adatti a una trazione come quella elettrica. «Sul mercato cinese – racconta Bellezza – l’escalation è impressionante, si stanno moltiplicando le start up o le società che producono macchine elettriche, sia in versione “popolare” che nell’alto di gamma». E chi cerca il massimo della tecnologia e dell’automazione sceglie il produttore delle linee di montaggio della Lamborghini.

Accanto ai sistemi automatici per l’assemblaggio delle vetture Cpm sta lavorando ad una nuova famiglia di prodotti, si tratta di sistemi Agv –Automated Guided Vehicle – destinati alla produzione. Di fatto, navette a guida autonoma in grado di operare in ambienti produttivi. «Si tratta di sistemi sofisticati, in grado di operare ad esempio con persone a bordo o in presenza di addetti che interagiscono con la macchina» descrive Bellezza.

A inizio 2019 la Cpm di Beinasco è diventata Competence Center mondiale per il Final Assembly per l’intero Gruppo Dürr. Avrà la responsabilità di aree strategiche come sviluppo del progetto,engineering, R&D in sinergia con le altre realtà del gruppo che operano nel montaggio del settore automotive.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...